La comunità romena in Italia

La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

lunedì 1 settembre 2014

Sicurezza sul lavoro, delegazione romena in visita a Viterbo

Viterbo dall’alto
Cronaca - Resterà fino al 7 settembre

Viterbo – Riceviamo e pubblihiamo – Fino al 7 settembre una delegazione rumena del ministero del Lavoro di Bucarest sarà in visita a Viterbo per confrontarsi con i responsabili locali della sicurezza sul lavoro.

Arrivati domenica nella Città dei Papi, i funzionari romeni prenderanno parte nei prossimi giorni ad una serie di iniziative il cui scopo è quello di mettere a confronto i due sistemi di prevenzione.

La delegazione, che fa capo all’Ispettorato territoriale del lavoro di Sibiu, è a Viterbo su invito della locale Ausl, in particolare dell’Unità Operativa Complessa Prevenzione Igiene Sicurezza Luoghi di Lavoro, diretta da Augusto Quercia. L’iniziativa fa seguito ad un precedente incontro avvenuto nell’ambito della conferenza jubiliare sulla “Sicurezza e salute del lavoro” tenutasi proprio a Sibiu dal 21 al 23 ottobre scorsi a cui hanno preso parte tre funzionari della Ausl di Viterbo.

Martedì 2 settembre, il primo incontro tra la Uoc Pisll Asl Viterbo, la Direzione territoriale del lavoro di Viterbo, il Comitato tecnico paritetico provinciale e regionale e alcuni rappresentanti della associazione italo-romena Ovidius, presso la Scuola Edile.

Giancarlo Guerra
1 settembre, 2014 -

Fonte: TusciaWeb

Titoli professionali conseguiti da cittadini comunitari in Paesi Ue: come presentare la domanda per il riconoscimento al fine di poter esercitare in Italia

Mercoledì 30/07/2014
a cura di: AteneoWeb S.r.l.

Il Ministero della Giustizia, in una scheda pratica pubblicata sul sito internet istituzionale, segnala la procedura che i professionisti comunitari (che hanno conseguito nell'ambito dell'Unione Europea il titolo professionale) devono seguire per la richiesta di riconoscimento del titolo professionale al fine poter esercitare in Italia la propria attivita`.
La domanda di riconoscimento deve essere presentata tramite questo modulo e la documentazione inviata seguendo questa procedura.
Al momento della presentazione, i moduli per le richieste devono essere gia` compilati, corredati dalla documentazione inserita negli elenchi, con la copia autenticata di un documento di riconoscimento e due marche da bollo del valore di euro 16,00 ciascuna.

Le professioni per le quali si chiede il riconoscimento al Ministero della giustizia sono le seguenti:

agente di cambio
agrotecnico / agrotecnico laureato
assistente sociale / assistente sociale junior
attuario / attuario junior
avvocato
dottore commercialista ed esperto contabile
biologo / biologo junior
chimico / chimico junior
dottore agronomo e dottore forestale / agronomo e forestale / zoonomo / biotecnologo agrario
geologo / geologo junior
geometra e geometra laureato
giornalista
ingegnere civile e ambientale, ingegnere industriale, ingegnere dell`informazione, ingegnere civile e ambientale junior, ingegnere industriale junior, ingegnere dell`informazione junior
perito agrario e perito agrario laureato
perito industriale e perito industriale laureato
tecnologo alimentare

fonte: https://www.giustizia.it

Fonte: AteneoWeb

domenica 31 agosto 2014

Bellissima e romena, una presidentessa alla guida della squadra di basket di Forlì

di Mauro Evangelisti

Non è la prima presidente donna dello sport italiano di alto livello, ma sicuramente è tra le più affascinati. E comunque è la prima arrivata dalla Romania. Da ieri la Fulgorlibertas Forlì, squadra di Gold (la vecchia A2) ha una nuova proprietà e soprattutto una nuova presidentessa: Michell Chirisi, 40 anni (ma ne dimostra dieci di meno), che a tutti gli effetti è diventata la numero uno della società appena rilevata insieme al fidanzato, Max Boccio. A Forlì - piazza dalla grande tradizione cestistica, dove in passato hanno giocato campioni dell’Nba come Bob Mc Adoo, Darryl Dawkins, Ray Sugar Richardson e Mark Landsberger e dove hanno avuto come proprietario anche il compianto Angelo Rovati, consigliere di Prodi - guardano alla nuova cordata con un certo scetticismo.

Boccio, alle spalle un fallimento quando la sua società era lo sponsor della Virtus Bologna in A1, ha detto che i soldi sono della fidanzata, che saranno investiti cinque milioni di euro, che si punta alla quotazione in borsa, alla promozione in A e a sfidare - bum - l’Armani Milano. A fare da garante c’è Alberto Bucci, un pezzo di storia del basket italiano. Lei, la presidentessa, ha spiegato: «Sono felicissima di trovarmi a Forlì, sono un’appassionata di basket, sono stata a diverse partite persino anche in America. Spero di dare il meglio per tutti voi. Lo faccio veramente con il cuore». Intanto, su un sito che segue le vicende della squadra, Forlibasket, hanno già ironizzato, spiegando che con la nuova presidente dopo ogni vittoria invece di Romagna Mia, si canterà Romania Mia.

Fonte: Il Mattino

Allo Scafati basket arriva l'ala italo-rumena Zaharie

Altri sport - 04/08/2014

La Givova Scafati è lieta di comunicare l’ingaggio della giovane ala italo-rumena, Alin Ionut Zaharie.
Zaharie, nato il 2 Febbraio 1994, alto 200cm con peso forma di 94kg, è gia noto agli esperti del basket nazionale visto che viene considerato come uno dei migliori prospetti qui in Italia. Nato in Romania, il ragazzo è cresciuto però nelle giovanili dello Auxilium Basket Torino prima di passare alla Piani Pallacanestro Bolzano e poi successivamente alla Bitumcalor Trento agli ordini del coach Buscaglia. Ed è proprio qui che si fa notare, allenandosi con la prima squadra e giocando stabilmente nel campionato under 19 in modo agile, con buon atletismo e intensità, abbinando anche notevoli percentuali al tiro.

Nella passata stagione ha partecipato al campionato DNA Silver, prima con la casacca del CUS Bari dove ha messo in mostra le sue enormi potenzialità segnando 10.3punti di media a partita e 6 rimbalzi in 21 presenze (con un high di 27 punti contro Roseto), per poi passare proprio alla squadra abbruzzese nel mese di Febbraio dove chiude la stagione.
“Personalmente, sono molto contento dell’arrivo Zaharie che va a completare la batteria degli under essendo un ’94.” Dichiara il GM Gino Guastaferro, che aggiunge “E’un ragazzo dalle enormi potenzialità visto che ha avuto un percorso formativo più che valido. Sono sicuro che –anche grazie alla sua sfrontataggine- ci potrà dare una grossa mano visto che può giocare sia da tre che da quattro”.

Fonte: ReSport

Tennis: Torneo San Marino. Trionfa il rumeno Ungur

domenica, 10 agosto 2014 italpress

PALERMO - E' Adrian Ungur il vincitore del "San Marino Go&Fun Open", torneo challenger Atp che si e' concluso sui campi in terra del Centro Tennis Cassa di Risparmio nel parco di Montecchio (montepremi 64.000 euro + ospitalita'). In una finale a senso unico il rumeno, numero 157 Atp, ha "asfaltato" per 6-1 6-0 il croato Antonio Veic, proveniente dalle qualificazioni. . glb/com
News in collaborazione con Italpress

Fonte: Tennis.it

Il rumeno Balasa dalla Roma al Crotone

Calciomercato - 22/08/2014

Il capitano della nazionale romena Under 21, Mihai Alexandru Balasa, difensore, vestira' nel prossimo campionato di serie B la maglia del Crotone. La formazione rossoblu lo ha ottenuto in prestito dalla Roma. Balasa, nato a Targoviste (Romania) il 14 gennaio 1995, e' un terzino destro e, nonostante la giovane eta', e' gia' il capitano dell'Under 21 romena.

Poco piu' di una settimana fa ha anche segnato una rete nell'amichevole Romania-Italia Under 21. Nel campionato 2012-2013, a 17 anni, Balasa ha esordito nella massima serie rumena con il Viitorul, collezionando 22 presenze e realizzando anche una rete. Nel corso della stagione 2013-2014 e' passato alla Roma e con la squadra primavera della societa' giallorossa ha totalizzato 20 presenze, segnando tre gol.

Fonte: ReSport


Citeste si:
INTERVIU | Mihai Bălaşa: "Mă lupt cu Maicon şi Torosidis pentru postul de titular". Fotbalistul legitimat la Roma a marcat la victoria tricolorilor mici cu Italia şi e considerat deja o certitudine de către Hagi

Calcio: Il Cagliari acquista Popescu, ha giocato anche nella nazionale romena

Stefan Adrian Popescu
Il Cagliari ha acquisito il cartellino del giocatore Stefan Adrian Popescu: il difensore romeno è stato ceduto in prestito alla Ternana con una contro-opzione a favore della società rossoblù.

Popescu, nato a Iasi, in Romania, il 5 maggio 1993, è un difensore esterno sinistro cresciuto nelle giovanili di Roma e Cesena. In bianconero ha disputato 15 presenze in Serie A nel campionato 2011-12. Nella stagione seguente si è trasferito in Francia, giocando prima con l’Olympique Marseille (6 presenze), quindi con l’Ajaccio (3). Nel 2013-’14 è tornato in patria, indossando la maglia dell’Astra Giurgiu. Ha debuttato con la nazionale maggiore del suo Paese nel 2012 e finora ha totalizzato due presenze.
Pubblicato: 22 agosto 2014

Fonte: Il Democratico

Serie A, i nuovi arrivi: Ciprian Tatarusanu alla Fiorentina

Pubblicato il 5 agosto 2014 Antonio Guarino

Prosegue la rubrica di SportCafe24 sulla presentazione dei nuovi arrivi in Serie A in vista della stagione 2014/15. Oggi tocca a Ciprian Tatarusanu, estremo difensore rumeno acquistato dalla Fiorentina.
Serie A, i nuovi arrivi: Ciprian Tatarusanu alla Fiorentina

E’ ormai divenuta una consuetudine più che apprezzabile (a mio modesto parere…) quella instauratasi nelle squadre di vertice della nostra Serie A, ovvero avere in rosa due portieri di alto livello e di sicuro affidamento su cui poter puntare in qualsiasi momento della (sempre più lunga!) stagione calcistica.

E così, infatti, che si inquadra l’ingaggio, da parte della Fiorentina, di Ciprian Tatarusanu, che ha firmato con la Viola un contratto quinquennale. L’estremo difensore rumeno, svincolatosi dalla Steaua Bucarest, non rappresenta – per molti appassionati – un prospetto del tutto nuovo: Tatarusanu, infatti, ha sfidato – nella stagione 2010/11 – il Napoli nella fase a gironi dell’Europa League, ben impressionando lo stesso club partenopeo che, in sede di mercato, è stato più volte vicino all’acquisto del calciatore.

LA CARRIERA - Nato a Bucarest, il 9 febbraio 1986, Ciprian cresce calcisticamente nella Juventus Bucuresti, squadra della seconda serie rumena, in cui - tra il 2003 e il 2006 – compie l’intera trafila nel settore giovanile. Nella seconda metà della stagione 2006/07, a quasi 21 anni, arriva il salto in Liga I nelle fila del Gloria Bistrita, con cui esordisce solo nell’ultimo match di campionato vinto – in trasferta – per 1-0 contro l’Unirea Urziceni, grazie al quale la squadra ottenne la qualificazione alla Coppa Intertoto 2007. Tatarusanu entra ben presto nel giro della Nazionale rumena Under21 (con cui mette insieme 13 presenze totali) e, nella stagione successiva, Ciprian conquista il posto da titolare: le sue prestazioni vengono notate dagli osservatori della Steaua Bucarest, che ne acquistano il cartellino per 1,5 milioni di euro, ma decidono di lasciarlo ancora un anno – in prestito – a Bistrita. In tutto, con la maglia del Gloria, Tatarusanu colleziona 45 presenze con 57 reti subite, riuscendo in 13 occasioni a tenere inviolata la propria rete. Durante i due anni e mezzo trascorsi a Bistrita, arriva – nell’ottobre del 2009 – la soddisfazione della prima convocazione in Nazionale (ad oggi, in tutto, 22 presenze) in occasione della gara contro le Isole Far Oer valevole per le qualificazioni ai Mondiali del 2010 in Sud Africa.

Ciprian Tatarusanu, piuttosto abile nel neutralizzare i tiri dal dischetto, in azione con la maglia dello Steaua Bucarest

IL GRANDE SALTO - L’esordio ufficiale con la maglia della Steaua avviene nella stagione 2009/10: nonostante la concorrenza dell’esperto portiere colombiano, Robinson Zapata, Ciprian riesce a mettere insieme – al suo primo anno in quel di Bucarest – 20 presenze tra campionato (che la Steaua chiude 4^ a -7 dal Cluj vincitore), Europa League e Coppa di Romania, impreziosite dai soli 17 gol subiti e dalle 10 gare concluse con la rete inviolata. Dall’annata 2010/11 Ciprian diviene titolare inamovibile: con la Steaua conquista la Coppa di Romania (2-1 in finale nel derby cittadino contro la Dinamo) ed esordisce in Nazionale nel corso dell’amichevole di Klagenfurt contro l’Italia (1-1). Stagione dopo stagione, Tatarusanu diviene un vero e proprio idolo del “Ghencea”, la casa della Steaua: con i rosso-blu’ conquisterà anche 2 Campionati (2012/13 e 2013/14) e 1 Supercoppa di Romania (2013), frutto di 187 presenze tra tutte le competizioni giocate, 154 gol subiti e ben 79 partite terminate con la porta inviolata.

UN GIGANTE PER MONTELLA - Il portiere rumeno, 198 cm di altezza per 90 kg di peso, presenta un curriculum di tutto rispetto ed un’esperienza – anche europea – che farà sicuramente al caso del tecnico Viola, Vincenzo Montella. Atleta abile sia sulle palle alte, sia su quelle basse, porta con sé la fama di para-rigori, per la cui neutralizzazione fa pieno affidamento sui tanti centimetri che Madre Natura gli ha portato in dote. Per il portiere titolare della passata stagione, il brasiliano Neto, si tratterà sicuramente di un concorrente da prendere per i denti: la convivenza tra i due estremi difensori sarà stimolante e costruttiva per entrambi? Se lo augurano, in primis, i sostenitori viola, anche se lo stesso Neto ha ammesso che non vedrebbe di buon occhio un’eventuale alternanza tra i pali della Viola.

Come si suol dire in questi casi, “ai posteri l’ardua sentenza”, ma – per gli amanti del Fantacalcio - investire sulla coppia di portieri della Fiorentina potrebbe rivelarsi una mossa vincente, specie sotto il profilo del rapporto qualità/prezzo in sede d’asta!

Intanto, Benvenuto in Serie A, Ciprian!

Fonte: SportCafè24


Leggi anche:
Serie A Fiorentina, Tatarusanu: «Sono pronto a dare tutto»
The FG-FILES: Ciprian Tatarusanu, Fiorentina

Un fotbalist român din Italia a murit din cauza unei boli fulgerătoare

DE G.S. • 09 AUG 2014
Foto: ifxsoccer.com

Un sportiv român, fost elev al Şcolii de Fotbal "Gică Popescu", a murit în noaptea de miercuri spre joi, în Italia.

Adrian Epure în vârstă de 33 de ani s-a stins din cauza unei boli fulgerătoare, însă presa italiană nu precizează de ce maladie suferea românul.

Atacantul s-a internat duminică, însă medicii nu i-au putut salva viaţa.

Sportivul urma să joace din sezonul următor la o echipă de fotbal amator din Italia.

Sursa: Antena3.ro

In breve

San Lorenzo: trova un portafogli in terra e lo riconsegna al proprietario
San Lorenzo: imprenditore romeno trova portafogli e lo riconsegna al proprietario
„31 luglio 2014“
A riportarlo a casa del poliziotto che lo aveva smarrito un imprenditore edile romeno: "Si dicono tante cose brutte su di noi. Per me è stato un gesto normale, che molti altri miei connazionali hanno o avrebbero fatto". […] Leggi la notizia su Roma Today
----------------------------------------
Turni massacranti e riposo negato. Cameriera da oggi in sciopero
rimini | 30 luglio 2014
In sciopero contro i diritti negati: succede in un albergo di Marina centro a Rimini. A segnalare l'iniziativa di protesta di una lavoratrice 44enne rumena è l'associazione ADL Cobas, da tempo in prima linea contro lo sfruttamento del lavoro stagionale.[…] Leggi la notizia su NewsRimini
----------------------------------------
Mistero sulla morte di un lavoratore romeno irregolare. Il 43enne perde la vita nel sonno
31/07/2014
A.S., classe ’71, era arrivato in Italia da qualche mese e prestava servizio in un’azienda di lavorazione di carne suina che tuttavia non l’aveva assunto. Mercoledì all’alba la scoperta del suo collega, romeno anche lui. Inutili i soccorsi, l’uomo è morto per ragioni che restano senza una spiegazione. Il magistrato ha disposto l’autopsia, i cui risultati arriveranno fra 90 giorni. L’uomo non aveva segni di violenza né lesioni sul corpo, ma non si può escludere nulla. Seppellito nel cimitero di Colletorto perché la famiglia, poverissima, non avrebbe la possibilità di rimpatriarlo né di tumularlo. […] Leggi la notizia su Primo Numero
----------------------------------------
Le storie di tre detenuti nel penitenziario bergamasco, un 58enne di Trescore, un 29enne romeno e un 33enne milanese: "Abbiamo sbagliato ed è giusto che paghiamo. Ma poi dateci una possibilità per ripartire"
Lunedì, 21 Luglio, 2014
Francesco, Ionup e Marco
Tre carcerati in via Gleno. “Sogniamo una nuova vita” […] Leggi la notizia su BergamoNews
----------------------------------------
Rumena sparita da domenica. Per i carabinieri è un sequestro
Potrebbe essere stata rapita per estorsione, la denuncia del compagno italiano
29 luglio 2014
FROSINONE - Una donna romena di 35 anni,vedova, è stata rapita in provincia di Frosinone. E’ successo a Monte San Giovanni Campano, comune nel comprensorio di Sora. La straniera, stando ai primi accertamenti, è sparita da domenica. Per gli investigatori si tratta di un sequestro a scopo di estorsione.[…] Leggi la notizia su Corriere della Sera
----------------------------------------
Rumena 25 anni muore in incidente a Oulx. La ragazza era su un fugone con altri otto connazionali
(ANSA) - TORINO, 26 AGO - Una ragazza romena di 25 anni, residente nel suo Paese d'origine, è morta oggi in un tamponamento avvenuto sull'autostrada A32 Torino-Bardonecchia, a Oulx. Era a bordo di un furgone Mercedes Sprinter con otto connazionali diretto in Francia che, per cause da accertare, è stato tamponato da un autocarro condotto da un italiano di 69 anni residente a Bardonecchia. La ragazza è morta durante il trasporto in ospedale. Sull'accaduto indaga la polizia stradale. […] Leggi la notizia su ANSA
----------------------------------------
Omicidio Torre Angela: la vittima ha cercato di nascondersi dopo essere stato accoltellato. Andrei Gabriel Kontradovici era residente poco distante dal luogo della sua morte. E' deceduto a causa di due fendenti ricevuti alla schiena
Mauro Cifelli 29 Agosto 2014
Una lite terminata in tragedia. Questa l'ipotesi investigativa dei carabinieri che stanno indagando sull'omicidio di un giovane romeno di 26 anni trovato cadavere nella mattinata di ieri in un cassone di un furgone in via dei Coribanti, nel cuore di Torre Angela. La vittima si chiamava Andrei Gabriel Kondratovici ed era residente poco distante dal luogo del ritrovamento del suo corpo privo di vita.[…] Leggi la notizia su Roma Today
----------------------------------------
Infortuni lavoro: Bologna, scossa elettrica, ferita 28enne romena
(AGI) - Bologna, 28 ago. - Infortunio sul lavoro all'interno di una cooperativa ortofrutticola di Altedo, nel Bolognese. Questa mattina, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, una donna romena di 28 anni residente a Ferrara avrebbe preso una scossa elettrica mentre stava lavorando a una macchina per il confezionamento delle patate. Soccorsa dai colleghi e dai responsabili della cooperativa, la donna e' stata successivamente trasportata con l'elicottero del 118 presso una struttura sanitaria di Bologna per ulteriori accertamenti. […] Leggi la notizia su AGI
----------------------------------------
Giallo di Ivrea, uomo ucciso con un colpo di pistola da macellaio
Novità dopo l'autopsia eseguita dal medico legale. Il 43enne sarebbe morto agonizzando. Ma non è ancora chiaro se si tratti di omicidio o suicidio
28 Agosto 2014
Colpo di scena nella morte di Ionel Agraviloei, il romeno di 43 anni trovato morto ieri mattina nel suo alloggio al secondo piano di via Guarnotta 29, ad Ivrea. Dopo l’autopsia eseguita dal medico legale Roberto Testi si è capito che il foro in testa, profondo diversi centimetri, sarebbe stato provocato da una pistola di quelle usate per macellare gli animali.[…] Leggi la notizia su Torino Today
----------------------------------------
Pietramelara, rumeno muore in un casolare: cadavere trovato dai carabinieri
Viveva svolgendo dei piccoli lavoretti ma non aveva un impiego fisso
26 agosto 2014
PIETRAMELARA - Viveva lavorando alla giornata, ma non aveva un vero e proprio impiego. Era sfuggito alla povertà del suo paese pensando che in Italia la vita fosse migliore, ma è morto da solo, abbandonato in un casolare. Nicolaj Ruso, rumeno di 57 anni è stato trovato cadavere in un casolare di campagna a Pietramelara, in località Pantani.[…] Leggi la notizia su Il Mattino

Da portiere di notte a primo romeno albergatore in centro a Roma

La storia di Ovidiu Burdusa e del suo Corso Grand Suite

Roma, 1 ago. (TMNews) - Ovidiu Burdusa, trentenne romeno trapiantato in Italia, come molti suoi coetanei ha una storia da raccontare ed è una storia di successo. Un successo fatto di strategia e di impegno, di tappe e sogni e soprattutto di obiettivi. L'ultimo capitolo di questa vita segnata dal destino è l'apertura del bed and breakfast Corso Grand Suite, struttura alberghiera di alto livello nel pieno centro di Roma, di fronte alla chiesa di San Carlo su via del Corso, "la prima e unica, al momento, esperienza di romeni nel settore alberghiero della Roma che conta", sottolinea Ovidiu mentre fa da Cicerone nelle sei suite finemente arredate.

E questa fortunata struttura, che da quando ha aperto, a inizio maggio ha registrato il tutto esaurito, è soltanto l'ultimo approdo della vita lavorativa di Ovidiu: arrivato in Italia la prima volta 16 anni fa aveva deciso che sarebbe stata una permanenza breve e così è stato. Tre anni e poi il ritorno in Romania dove studia Economia del turismo. Nel 2005 torna di nuovo in Italia, ma questa volta ha un'idea precisa: vuole realizzarsi nel settore dell'accoglienza e del turismo, ma si dà sempre tre anni di tempo. Dopo diversi lavori in alberghi di grandi dimensioni, a fermare il suo rientro in Romania è la crisi che morde a casa più che in Italia. "Non è stata una casualità fare questo investimento, mi sono preparato. Ho studiato a Bucarest e in Italia ho lavorato come portiere di notte, poi receptionist nel pomeriggio e nel 2008 sono stato il manager di un hotel con 35 camere".

Così, insieme ad Andreea la sua compagna, decide di scommettere sul mercato in crisi e nel 2011 (facendo sempre sue lavori per mettere da parte il più possibile) acquista insieme a un socio italiano un piccolo hotel in via Mario de Fiori. E' la rampa di lancio. Ovidiu si trasforma in imprenditore e riesce a rivendere l'albergo al 50% in più del prezzo di acquisto, affare che gli consente da solo di mettere in cantiere il progetto da solista, il Corso Grand Suite.

"In questo momento sono l'unico romeno che ha investito nella zona 0 della città, nel pieno centro storico: dopo 6 anni di lavoro sono passato da dipendente a 'indipendente', un passaggio dopo anni di sacrificio - ha spiegato - A Roma ci sono 4.000 tra hotel e b&b, ma spesso i proprietari sono prima di tutto uomini d'affari e in secondo luogo albergatori: è l'approccio sbagliato. Bisogna sapere cosa vuole il cliente, dare il servizio migliore e poi i soldi alla fine rientreranno", dice convinto, dalla terrazza di una delle stanze del b&b che si trova al primo piano di una residenza dell'Ottocento appartenuta anche ai principi Colonna.

Un investimento quello di Ovidiu, circa 30mila euro per stanza per la ristrutturazione, che ha un termine. A differenza di molti dei circa due milioni di romeni che vivono stabilmente in Italia, l'obiettivo di questo 35enne è di ritornare in Romania con know-how e esperienza e poter sfruttare quanto appreso e i fondi accumulati per realizzare anche nel suo Paese una storia di successo: "A Roma ho speso un terzo della mia vita ma penso di tornare in Romania perché questo periodo è stato di transito per portare un contributo e l'esperienza in Italia nel mio Paese", ha detto Ovidiu.

Fonte: TMNEWS

Il card. Sandri in Romania: porto il saluto del Papa a cattolici e ortodossi

Chiesa \ Chiesa nel mondo

Il card. Sandri in Romania: porto il saluto del Papa a cattolici e ortodossi

Il cardinale Leonardo Sandri
29/08/2014

La solenne inaugurazione dell’Eparchia di San Basilio Magno in Bucarest e l’insediamento del primo vescovo, mons. Mihai Frăţilă sono gli avvenimenti che richiameranno a Bucarest, in Romania, dal 29 al 31 agosto, il cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali. La Divina Liturgia, informa un comunicato del dicastero, sarà presieduta domattina dal porporato assieme all’arcivescovo Maggiore di Făgăraş e Alba Iulia dei Romeni, Sua Beatitudine il cardinale Lucian Mureşan. A concelebrare sull’altare anche il nunzio apostolico, l’arcivescovo Lozano, i vescovi del Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Romena, alcuni confratelli provenienti dalle Chiese Cattoliche Orientali di Ucraina, Grecia e Ungheria, oltre ai presuli latini della Romania. Fra le Autorità, è prevista la presenza del segretario di Stato per i Culti e dell’Ambasciatore di Romania presso la Santa Sede.
Nel pomeriggio di domani, il cardinale Sandri si recherà in visita dal Patriarca ortodosso, Sua Beatitudine Daniel, a portare il saluto di Papa Francesco e manifestargli il desiderio di proseguire nel cammino intrapreso di dialogo e collaborazione fraterna.
Infine, domenica prossima, prima del rientro a Roma, il cardinale Sandri presiederà la Messa nella Cattedrale Latina di San Giuseppe in Bucarest, assieme all’arcivescovo e presidente della Conferenza episcopale, mons. Robu, e all’ausiliare, mons. Damian. Ieri, riferisce il comunicato, il cardinale prefetto era stato ricevuto dal Papa, “che lo ha incaricato di recare a tutti i Vescovi, sacerdoti e fedeli, la Benedizione Apostolica e l’incoraggiamento a proseguire la testimonianza della ‘gioia del Vangelo’”.

Fonte: Radio Vaticana