La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

sabato 31 dicembre 2011

Asti, una serata multietnica fatta di colori e lingue

Sabato sera, al Palazzo dell'Enofila oltre quattrocento "nuovi astigiani", sono stati ufficialmente accolti dal Sindaco ed hanno festeggiato con balli, canti e... cucina, la raggiunta integrazione

Si è svolto sabato 17 dicembre nel palazzo dell’Enofila un incontro con i nuovi cittadini italiani che hanno acquisito la cittadinanza negli ultimi anni, organizzato dal Segretariato Diritti Umani del Comune di Asti.
Alla serata, denominata “tante lingue, tanti colori, un’unica Italia” hanno partecipato oltre 400 “nuovi astigiani” ai quali il Sindaco Galvagno ha rivolto, sulle note dell’Inno d’Italia”, il benvenuto del Comune di Asti e di tutta la comunità astigiana.

“Vi ringrazio per essere qui, è un fatto veramente straordinario – ha sottolineato nel suo intervento il Sindaco di Asti – ritengo doveroso che la città accolga ufficialmente i nuovi cittadini che oggi a tutti gli effetti fanno parte della nostra comunità, vivono, lavorano ed arricchiscono ogni giorno la nostra città. Avete fatto una scelta importante – ha proseguito il Sindaco – quella di diventare italiani, pur mantenendo le vostre radici e le vostre tradizioni. Noi siamo fieri e orgogliosi di avervi qui e la nostra città ha bisogno di voi, che siete una grande risorsa, per guardare con speranza al suo futuro”.

Dopo la parte ufficiale, la serata è proseguita con alcuni momenti di spettacolo e di enogastronomia rappresentanti le diverse etnie.

“Desidero ringraziare i mediatori culturali e le associazioni di tutte le etnie –
ha concluso il Sindaco – e in particolare del Marocco, della Romania, dell’Albania, della Macedonia, del Senegal per l’impegno con cui hanno collaborato con il Comune nell’organizzazione della serata”.

Fonte: AT News

Nessun commento:

Posta un commento