La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

giovedì 8 dicembre 2011

Eugenia, la più bella romena di Torino

Vent'anni, da tre in Italia,
sogna di diventare architetto

Sognano di diventare attrici, hostess, modelle da copertina e magari anche avvocati. Alcune sono arrivate in Italia da pochi anni, altre si sono trasferite con le famiglie quando ancora erano in fasce. Età media, 18 anni. Sono le ragazze romene che ieri pomeriggio nella discoteca Notorius, si sono date battaglia per una corona da miss, un mazzo di fiori e una foto ricordo con il presidente del Consiglio comunale di Torino, Giovanni Maria Ferraris.

Si chiama Eugenia Gherman, la più bella romena di Torino. Vent’anni, frequenta il Primo Liceo Artistico di via Carcano. Il suo sogno nel cassetto è diventare architetto. «Amo l’arte, la moda, mi diverte fare la miss. Sono in Italia da tre anni. Ho tanti progetti» dice. Per sbaragliare la concorrenza ha dovuto dare prova non solo di bellezza e di eleganza, ma anche di cultura generale. Per conquistare la fascia le 14 ragazze in gara hanno dovuto rispondere a domande del tipo: «Chi è il nuovo presidente del Consiglio dei Ministri?» Oppure: «Chi ha scritto I Promessi Sposi?» E ancora: «Chi ha dipinto la Gioconda?» Risposte esatte. Una concorrente è caduta sugli ingredienti della torta alle mele. «Non so, me la fa mia mamma» ha riposto alzando le spalle.

Ecco l’altra faccia della città. Ieri pomeriggio, mentre in centro si celebravano i fasti del Torino Film Festival, nel locale di via Stradella, l’associazione italo-romena «Flacara», che significa «fiaccola», portava in scena la quinta edizione della miss «romania». È una delle associazioni più attive della città, con centinaia di iscritti. Cristea Petre è il presidente. Dice con un sorriso: «Ci dedichiamo alle attività culturali e sportive, spesso organizziamo eventi e manifestazioni multietniche per unire italiani e romeni, per una migliore conoscenza reciproca».

Eugenia, come la ragazza che l’ha preceduta, andrà di diritto alle selezioni «La Bella d’Italia», concorso nazionale che imita a suo modo «Miss Italia». Ma con una differenza: a questa gara possono partecipare tutte le ragazze che vivono nel Bel Paese, anche se non hanno la cittadinanza Italiana.
di Massimiliano Peggio
28/11/2011

Fonte: La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento