La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

sabato 31 dicembre 2011

Rapinata di sera davanti al municipio

Una casalinga di Reggiolo è stata sorpresa alle spalle da un bandito solitario: le ha preso 400 euro e alcuni gioielli

REGGIOLO
«Dammi tutto quello che hai, e fai presto». Sono bastate queste poche, minacciose parole perché un rapinatore ottenesse senza troppo sforzo il suo scopo. È successo a Reggiolo, la notte di Santo Stefano: vittima Florica Ghini, 62 anni, cittadina rumena di professione casalinga e da tempo residente in paese, in via IV Novembre, proprio mentre stava per rientrare a casa dopo una passeggiata.

Ma il rientro è stato inaspettatamente turbato da un agguato, avvenuto attorno alle 22.15, rivelatosi particolarmente fruttuoso: mentre la donna passava da piazza dei Martiri, proprio davanti al municipio, è sbucato l’intraprendente rapinatore, che senza troppi indugi ha intimato alla donna di consegnargli tutto ciò che aveva.

Colta di sorpresa alle spalle, non ha avuto nemmeno il tempo di rendersi conto di ciò che stava succedendo, cedendo la borsetta senza opporre resistenza. Dentro, oltre ad alcuni effetti personali, c’erano 400 euro in contanti, bottino che non ha soddisfatto il rapinatore, che si è fatto consegnare anche gli anelli e la catenina d’oro indossati dalla donna.

Sul posto, dopo l’allarme lanciato dalla 62enne, sono intervenuti i carabinieri di Reggiolo e Guastalla, che si sono subito messi alla ricerca del malvivente. Probabilmente disarmato, almeno a quello che ha potuto vedere la casalinga: a farla desistere da qualsiasi volontà di reazione, oltre alla sorpresa di essere stata colta alle spalle a quell’ora di notte, sono state solo le efficaci minacce affinché consegnasse i suoi averi. Dal canto suo il rapinatore non si è spinto troppo oltre: non ha avuto bisogno di usare la forza per convincere la malcapitata, che in seguito allo spiacevole episodio non ha riportato lesioni. Solo un grosso spavento, ma per fortuna senza conseguenze peggiori. Dopo il colpo, l’uomo si è allontanato rapidamente a piedi, e approfittando dello scarso movimento nella zona in un giorno di festa, ha fatto perdere le sue tracce. Le ricerche dei carabinieri al momento non hanno dato frutto.
28 dicembre 2011

Fonte: Gazzetta di Reggio

Nessun commento:

Posta un commento