La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 29 gennaio 2012

Rapina ai danni di un rumeno ad Acate, arrestato un vittoriese di 17 anni

La vittima un bracciante agricolo in contrada Fossati
Venerdì 27 Gennaio 2012

Acate - I carabinieri hanno arrestato ad Acate un ragazzo di 17 anni di Vittoria incensurato. Nei suoi confronti è stato eseguito un ordine di custodia disposto dalla Procura dei Minori di Catania, su ordinanza del giudice delle indagini preliminari del tribunale etneo.

Il ragazzo deve andare in comunità perché i carabinieri lo ritengono responsabile della rapina aggravata avvenuta lo scorso 18 settembre alle 2 e mezzo della notte in contrada ‘Fossati’ ad Acate. Quella volta la vittima fu un braccianmte agricolo rumeno, che stava rincasando dopo una serata trascorsa con gli amici.
Il ragazzo ed un complice, che ancora deve essere identificato, a bordo di due scooter affiancarono il bracciante straniero. Uno dei due rapinatori scese dalla moto e bloccò l'immigrato, mentre l'altro gli rubava il protafogli che aveva in tasca, che conteneva poco più di 100 euro e documenti personali.

Un’azione reapida e fulminea; i due malviventi, infatti, in pochi secondi mettevano a segno il colpo, risalivano sugli scooter e si allontavano, facendo perdere le tracce. I carabinieri, però, non hanno mollato la presa; hanno ascoltato la vittima, hanno raccolto qualche infomarmazione e sono riusciti a risalire ad almeno uno dei due malviventi, il diciassettenne. Lo hanno prelevato nella sua abitazione e lo hanno accompagnato in una comunità per il recupero dei minori a rischio. L’altro protagonista dell’episodio, invece, non ha ancor aun nome ed un volto. Ma anche lui potrebbe presto essere assicurato alla giustizia.

Fonte: Il Giornale di Ragusa

Nessun commento:

Posta un commento