La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

venerdì 10 febbraio 2012

Andrea Abascia racconta l'esperienza rumena

Sin dal lontano 1989, anno in cui ho iniziato ad arbitrare, mi è stato detto che l’importante è fare esperienza. Certo quest’ultima è stata piuttosto particolare. Nel recente torneo Europe Youth Top 10 2012 a Buzau in Romania, dove sono stato designato dall’ETTU come Referee, a causa dell’intensa nevicata molti voli sono stati cancellati, le strade chiuse e persino i treni si sono fermati. La riunione arbitrale prevista in serata è stata fatta solamente per gli arbitri Rumeni, con notevoli difficoltà di comunicazione, mentre gli stranieri, arrivati in nottata si sono presentati alla spicciolata direttamente in palestra la mattina successiva. A questo punto si è resa necessaria una riunione aggiuntiva perché purtroppo alcuni meccanismi dovevano essere registrati e resi omogenei; ma se nella prima avevo avuto il supporto di un giovane arbitro locale che faceva da traduttore, in quest’ultima sono stato costretto a spiegarmi a gesti. Tuttavia nei due giorni seguenti le gare sono andate molto meglio e questo significa che forse è preferibile mostrare come si devono fare le cose piuttosto che spiegarlo a voce e poi magari, se qualcosa va storto, dire che sono gli altri a non capire.

In previsione della riunione arbitrale ai prossimi Italian Junior & Cadet Open 2012 di Lignano proverò a prendere alcune lezioni di linguaggio dei segni, cosa che peraltro è stata accennata al recente corso per formatori all’Acqua Acetosa anche se in realtà si parlava più di comunicazione para-verbale.

In ogni caso questa è la giusta occasione per annunciare che, in concomitanza del sopra citato torneo di Lignano, verrà organizzato per gli arbitri partecipanti il primo corso di introduzione per Blue Badge, aperto sia ad arbitri internazionali che nazionali, in quanto le procedure da seguire sono valide per qualunque tipo di manifestazione. Altri corsi sono stati programmati per i prossimi Campionati Italiani compatibilmente con lo svolgimento degli esami di passaggio di categoria arbitrale, con la collaborazione dei formatori che hanno partecipato al corso.
È bene anche ricordare che coerentemente con il progetto di formazione sta partendo anche quello dei valutatori, per cui dalle prossime giornate di campionato e nei prossimi tornei i membri della Commissione Arbitrale saranno presenti esclusivamente con questo incarico.

Nell’attesa di incontrarci a Lignano buon lavoro a tutti!

Andrea Abascia

Martedì 31 Gennaio 2012

Fonte: Fitet

Nessun commento:

Posta un commento