La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 26 febbraio 2012

Porto d'Ascoli, cade sui binari e il treno le trancia un piede

Ferita una donna romena che lavora a Roseto, forse si è sentita male. Ora è ricoverata all'ospedale Torrette di Ancona

di Luca Rossi

SAN BENEDETTO. Si è sentita male, forse ha avuto un attacco epilettico, ed è caduta sulle rotaie mentre passava il treno. Il convoglio le ha tranciato un piede. M.C.P., 39enne romena residente a Pescara ma impiegata nell'azienda Mass Group (la sede legale è a Roseto, quella operativa a San Benedetto) è finita all'ospedale Torrette di Ancona. Il gravissimo incidente è avvenuto ieri intorno alle 18.30 alla stazione ferroviaria di Porto d'Ascoli. E' stata investita dallo stesso treno che attendeva per tornare a casa, e cioè il regionale Ancona-Pescara.

La donna, che stava parlando al cellulare, è caduta sulle rotaie dopo aver perso l'equilibrio proprio nel momento in cui transitava il treno regionale, e la sua gamba è finita sotto il mezzo. E' stata soccorsa dagli operatori del 118, immediatamente giunti alla stazione ferroviaria di Porto d'Ascoli. Mentre il personale della Polfer sambenedettese si occupava dei rilievi la donna è stata trasportata d'urgenza all'ospedale Madonna del Soccorso, a San Benedetto del Tronto.

Dopo essere stata stabilizzata dai medici del pronto soccorso, la donna è stata immediatamente trasferita all'ospedale regionale di Ancona. L'arto dell'impiegata è stato gravemente danneggiato ma, riferiscono gli operatori del pronto soccorso sambenedettese «i medici dell'ospedale regionale valuteranno la possibilità di sottoporla a un delicato intervento di chirurgia vascolare, nel tentativo di salvarle il piede».

In un primo momento si era parlato di una distrazione, in quanto la donna stava parlando al cellulare

Con il passare delle ore, però, gli investigatori si sono orientati sul malore. Una versione che sarebbe supportata dalle dichiarazioni del macchinista, che ha raccontato di aver avuto l'impressione che la donna si sentisse male un attimo prima della caduta. L'uomo ha raccontato di averla vista frugare nella borsa, forse alla ricerca di medicine che erano custodite proprio nella sua borsa. E' stato accertato che la borsa conteneva nedicinale per una terapia antiepilettica e quindi i sanitari non escludono che sia stato proprio un malore a provocare la perdita dell'equilibrio della donna e a determinare la sua caduta.

Il grave incidente, che nel tardo pomeriggio di ieri ha coinvolto la donna pescarese di adozione, ha avuto ripercussioni sul traffico ferroviario nel territorio marchigiano e abruzzese: le tratte successive all'orario dell'indicente, infatti, sono state cancellate, mentre per far giungere a destinazione i passeggeri che si trovavano sul convoglio diretto a Pescara è stata attivata una nuova corsa.
23 febbraio 2012
Fonte: Il Centro

Nessun commento:

Posta un commento