La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 26 febbraio 2012

Progetto di Legge in materia di liste elettorali aggiunte, plauso di Cascino (IdV) all'imperiese Fossati e a romeno-ligure Mocanu

POLITICA | venerdì 10 febbraio 2012
L’assessore regionale: “Il fatto che i romeni siano comunitari come gli italiani non deve essere un alibi per disconoscere la bontà del progetto degli Stati Uniti d’Europa”

Gabriele Cascino

“Personalmente mi trovo assolutamente d’accordo con il progetto di Legge avanzata dall’Associazione 'Europei per l’Italia', presieduta dall’italo-ligure-romeno Marian Mocanu e di cui fa parte pure il politico imperiese Giuseppe Fossati, a lungo capogruppo del Popolo delle Libertà in Comune ed oggi approdato sui lidi di Futuro e Libertà, in materia di Liste elettorali aggiunte in occasione delle varie elezioni comunali. Le liste elettorali aggiunte, a chi non lo sapesse, ricordo che sono quelle liste in cui possono iscriversi i residenti nel Comune per il rinnovo dei cui Organi istituzionali si vota che, pur non possedendo la cittadinanza italiana requisito essenziale per votare in quasi tutte le consultazioni nel nostro Paese, possiedono la cittadinanza di uno Stato dell’Unione europea".

"In esse, dunque, possono figurare finlandesi, svedesi, danesi, francesi, polacchi, romeni e quant’altri cittadini di un Paese compreso tra i ventisette dell’Unione. Per iscriversi debbono avanzare domanda scritta agli uffici elettorali comunali ma la norma, forse stesa in maniera sibillina, sinora ha dato adito a polemiche relativamente al periodo in cui la registrazione deve essere effettuata. Dalla nostra Regione, ora, Mocanu e Fossati prevedono che con una semplice riforma il Parlamento legiferi nel senso di obbligare i Comuni a redarre d’ufficio, in occasione delle elezioni comunali, dette liste elettorali aggiunte entro gli stessi termini previsti dalle revisioni dinamiche straordinarie delle liste elettorali ordinarie che includono i cittadini italiani".

"La proposta mi trova d’accordo e mi farò carico di portarla avanti, consultando i Parlamentari dell’Italia dei Valori della Liguria affinché se ne interessino a Roma. Ovviamente tale riforma, se approvata, non potrà essere applicata in occasione delle Amministrative della prossima primavera ma sicuramente in occasione della tornata elettorale che riguarderà i comuni di Bordighera e Ventimiglia, tanto per rimanere nel Ponente ligure, Ricordo a tutti che il fatto che i romeni, cioè la nazionalità di immigrati maggiormente presente nel nostro Paese, siano cittadini dell’Unione europea come gli italiani non deve essere un alibi per disconoscere la bontà del progetto degli Stati Uniti d’Europa da parte delle solite forze regressive e conservatrici che, subdolamente, cercano di attrarre dalla loro parte il maggior numero di persone possibile".

Sono queste le parole scelte dall’Assessore della Regione Liguria, ascoltato a margine di un dibattito nella sede taggiasca di Primocanale, per apprezzare il coraggio dell’imperiese Giuseppe Fossati e del romeno- ligure Marian Mocanu , professore di educazione fisica che vive nella savonese Andora, maggiorenti dell’Associazione 'Europei per l’Italia', nel proporre tale progetto di Legge. Negli ultimi giorni, in via del tutto surreale, il quotidiano di casa Berlusconi, e cioè il Giornale, dalle pagine locali di Genova aveva lanciato una dura accusa ai due ed al candidato- sindaco moderato, nella 'Città della Lanterna' si rinnova il Consiglio Comunale ed il Sindaco nel prossimo mese di Maggio, Lorenzo Musso imputandoli di considerare solamente i problemi dei romeni e non quelli di tutti i genovesi. Musso fu costretto alla replica asserendo che si trattava di una clamorosa bufala. Evidentemente il complesso di dover considerare certi immigrati comunitari come romeni o polacchi alla stessa stregua dei concittadini autoctoni spinge addirittura certi conservatori a preferire la vittoria di antagonisti, come la progressista Marta Vincenzi, rispetto alle persone ideologicamente più a loro vicine. Per tali motivi l’Assessore Cascino ha ritenuto giusto intervenire per chiarire certe cose.

Sergio Bagnoli
C.S.

Fonte: Sanremo News

Nessun commento:

Posta un commento