La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

martedì 20 marzo 2012

Reintegrato il sindaco di Vallerano Giovannini

Consiglio di Stato ha disposto sospensiva sentenza del Tar del Lazio

VITERBO – Torna sullo scranno, almeno fino al 3 aprile prossimo, il sindaco di Vallerano Mauro Giovannini e l’intero consiglio comunale. Il Consiglio di Stato ha infatti accolto l’istanza di sospensiva della sentenza del Tar che, accogliendo il ricorso della lista Uniti per Vallerano, aveva disposto l’annullamento delle elezioni, perché un centinaio di immigrati comunitari, quasi tutti romeni, erano stati iscritti nelle liste elettorali oltre i termini fissati dal ministero degli Interni, cioè il 5 maggio 2011. A seguito della sentenza del Tar, il consiglio comunale era stato sciolto e la prefettura di Viterbo aveva nominato un commissario.
Il Consiglio di Stato ha fissato l’udienza di merito per il prossimo 3 aprile. Da oggi, Giovannini, la sua giunta e il consiglio comunale ritornano nel pieno delle loro funzioni. Qualora la sentenza del Tar venisse annullata, rimarranno in carica fino alla fine della legislatura. Se, invece, fosse confermata, si tornerebbe al commissariamento. In quest’ultimo, molto probabilmente non ci sarebbero i tempi per far svolgere le elezioni nella tornata del 5-6 maggio. Quindi, l’amministrazione potrebbe restare commissariata per oltre un anno.
“Il Consiglio di Stato – dice una nota diffusa da Giovannini e dalla lista che lo
sosteneva, Torre Civiva – considerando che sussiste un pregiudizio grave e irreparabile per il comune ricorrente e ravvisata fondata l’esigenza cautelare rappresentata, ha accolto la sospensiva del provvedimento del Tar e ha fissato per la discussione in camera di consiglio il 3 aprile 2012. Pertanto, il Consiglio di Stato ha disposto l’immediato reintegro del sindaco e del consiglio comunale nelle loro funzioni”.
15/03/2012

Fonte: Viterbo News 24

Nessun commento:

Posta un commento