La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 18 marzo 2012

Resta grave il bimbo di 2 anni precipitato dal terzo piano della sua casa a Bracigliano

Resta ricoverato in rianimazione Marian, il bambino rumeno di 2 anni e mezzo precipitato ieri pomeriggio dal terzo piano di un palazzo in via Donnarumma a Bracigliano. Trasferito di urgenza subito dopo il fatto al Santobono di Napoli è sotto stretta osservazione.

Il piccolo, che ha fatto un volo di dieci metri, ha riportato alcune piccole lesioni ai polmoni e alla milza, ma allo stato l'ipotesi di sottoporlo a intervento chirurgico è stata scongiurata. Inoltre ha riportato la frattura della gamba che è stata ingessata. Sebbene la prognosi riservata sia stata confermata per le prossime ventiquattro ore, piu passa il tempo - dicono i sanitari del Santobono - piu crescono le speranze per una evoluzione positiva del caso.

La madre, sotto choc, è stata ascoltata nuovamente in mattinata dai carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino che indagano sul fatto.

La 40enne, ha dichiarato che stava dormendo con il piccolo e non si accorta che il figlio si fosse svegliato. Marian potrebbe quindi essersi arrampicato sul termosifone e raggiunta la finestra precipitato gia facendo un volo di dieci metri.

A notarlo è stata una donna, anche essa rumena, che stava entrando nella banca sottostante il palazzo. La signora ha visto il bimbo seduto a terra, addosso la maglia ed il pannolino. Marian piangeva e si lamentava. La donna è entrata in banca ed ha chiesto aiuto.
Sono stati i carabinieri a raggiungere la madre in casa e ha raccontato al liratg un uomo che subito corso sul posto con i soccorritori , hanno dovuto forzare la porta perche la donna dormiva e non sentiva. I carabinieri stanno valutando la posizione della madre del piccolo che ha anche una figlia di 17anni, fuori casa al momento della tragedia.
06/03/12

Fonte: Salerno Notizie

Nessun commento:

Posta un commento