La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

sabato 5 maggio 2012

Alatri. Festa della comunità romena di Alatri patrocinata dal Comune

30 April 2012
La Festa patrocinata dal Comune di Alatri è stata organizzata in occasione della Pasqua Ortodossa e si è tenuta presso l’area del mercato di Madonna della Sanità. “Patrocinando l’iniziativa della numerosa Comunità Rumena di Alatri – ha dichiarato il Sindaco Morini - questa Amministrazione ha inteso dare un segnale importante verso una maggiore integrazione dei residenti Rumeni nel nostro Comune. Siamo convinti che anche e soprattutto attraverso lo scambio culturale si possano creare i giusti presupposti per una reale integrazione di una comunità che ha ormai superato le quattromila unità”.
La festa ha portato ad Alatri numerosi visitatori provenienti da tutta la provincia. Il livello dell’iniziativa è stato molto elevato, tanto da richiamare l’attenzione della televisione di stato rumena.
“Voglio ringraziare – continua il Sindaco – lo staff del Consigliere delegato alla Cultura, dott. Carlo Fantini, per aver saputo cogliere ed accogliere nel modo migliore l’importanza di questa proposta, i nostri Vigili Urbani e la Compagnia Carabinieri, che hanno garantito la sicurezza per tutti gli intervenuti. Ma il mio grazie più sentito và, senza dubbio, all’organizzazione e tutta la Comunità Rumena di Alatri per la splendida festa che hanno voluto regalare all’intera Città e per l’esempio di civiltà e correttezza che le migliaia di visitatori, anche alatrensi, hanno dato”.

“Il mio auspicio – conclude – è che questa esperienza possa ripetersi anche nei prossimi anni, se possibile, con maggiore partecipazione da parte di tutta la Città e che questa bella Gente possa sempre più dare il proprio contributo alla vita civile di Alatri, pur tramandando lingua e tradizioni diverse dalle nostre, non in un ottica di separazione ed isolamento, ma in uno spirito di effettiva integrazione date anche le comuni origini romanze delle nostre culture”.
Fonte: Il Sabato Settimanale

Nessun commento:

Posta un commento