La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

sabato 5 maggio 2012

Tigliole: è una badante rumena la donna carbonizzata nello scontro fra la sua auto e tir

CRONACA | martedì 01 maggio 2012
La vittima aveva 53 anni, sono stati i figli a effettuare il riconoscimento. Il conducente del camion, Walter Dezzani di 45 anni di Montechiaro è riuscito a salvarsi. Nell'incidente è stata coinvolta anche una Golf guidata da Vitalie Plesca, 23 anni, cittadino moldavo
(Foto di Mario Povero)

Si chiama Elena Moisà, 53 anni, cittadina rumena, badante, la donna morta carbonizzata al volante dell'auto Opel Vectra che si è scontrata, questa mattina, con un autotreno nell'incidente stradale a Tigliole d'Asti.

Le fiamme hanno provocato un'esplosione ed il fuoco ha interessato anche la cabina del grosso automezzo. Il conducente, Walter Dezzani di 45 anni abitante a Montechiaro è riuscito a salvarsi.

Nell'incidente è stata coinvolta anche una Golf guidata da Vitalie Plesca, 23 anni, cittadino moldavo. Quest'ultima vettura ha urtato di striscio il rimorchio dell'autotreno. Il conducente è rimasto illeso.

L'urto fra l'auto e il tir è stato violento entrambi i mezzi sono finiti fuori strada, poi l'incendio che si è sviluppato dalla macchina che si ribaltata. Le fiamme si sono propagate con rapidità al pesante automezzo. Per la rumena non c'è stato nulla da fare, la poveretta è rimasta intrappolata fra le lamiere della vettura.
Sul posto, per domare le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco di Asti. Sulle responsabilità del grave incidente indaga ancora la polizia stradale. La vittima abitava ad Asti e stava tornando a caso dal lavoro, lascia due figli. Sono stati i familiari a riconoscerla attraverso un braccialetto ritrovato nell'abitacolo dell'auto. Cordoglio fra i conoscenti della donna.
Fonte: AT News

Nessun commento:

Posta un commento