La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

lunedì 4 giugno 2012

Annullate comunali Vallerano: si torna a votare il prossimo anno. Consiglio di Stato accoglie la sentenza del Tar

VITERBO – Torna il commissario prefettizio al comune di Vallerano. Il Consiglio di Stato ha infatti respinto il ricorso presentato dal sindaco Mauro Giovannini (Pdl), contro la sentenza del Tar del Lazio che, nel febbraio 2012, aveva annullato le elezioni amministrative del maggio 2011, per gravi irregolarità nella iscrizione di immigrati comunitari nelle liste elettorali. Il consiglio comunale è quindi formalmente sciolto. Le elezioni si terranno la prima data utile. Probabilmente nella primavera dell’anno prossimo.
Il 15 maggio scorso, il Consiglio di Stato, senza pronunciarsi nel merito, aveva però disposto l’immediato reintegro del sindaco e del consiglio comunale nelle loro funzioni e aveva fissato l’udienza di merito per il 3 aprile scorso. Ieri (25 maggio) è stata resa nota la decisione che conferma la sentenza del Tar.

A impugnare il risultato elettorale davanti ai giudici amministrativi era stata la lista civica di centrosinistra, con candidato a sindaco Aroldo Mastrogregori, che aveva perso le elezioni per una manciata di voti.
Il ricorso verteva sul fatto che nelle liste elettorali di Vallerano furono iscritti, su loro richiesta, oltre 100 cittadini romeni dopo il termine ultimo fissato dalla legge, cioè 30 giorni prima del voto. L'amministrazione in carica, invece, ritenne di poter applicare anche agli immigrati comunitari la norma che consente, in casi particolari, l'iscrizione dopo tale termine.

Il centrosinistra eccepì che la deroga fosse consentita esclusivamente per i cittadini italiani come, ad esempio, coloro che cambiano residenza dopo la revisione delle liste elettorali e in altri pochi casi. Il Tar prima e il Consiglio di Stato poi, hanno riconosciuto le loro ragioni. Quindi si tornerà alle urne, E la campagna elettorale si annuncia al calor bianco.
26/05/2012
Fonte: Viterbo News 24

Nessun commento:

Posta un commento