La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 29 luglio 2012

Il Partito Socialista Democratico romeno si organizza a Ladispoli

26-07-2012

Costituita una filiale presso il circolo Pd di via Odescalchi

Il Faro on line - Il PSD  (Partito Socialista Democratico) romeno si organizza a Ladispoli creando una sua base in forza della presenza di una significativa comunità. Presso il  Circolo PD di via Odescalchi, domenica  scorsa, 22 luglio, è stata costituita una filiale con la presenza del Presidente PSD Diaspora, Deputato Cristian Rizea e di 76 delegati. Elena Lazaroiu, è stata eletta Presidente Esecutivo del PSD Diaspora Ladispoli. Diaspora è  l'organizzazione del PSD rumeno che si occupa dell'attività politica dei connazionali all'estero. Finalità del nuovo organismo sarà quella di partecipare attivamente alla definizione di strategie, priorità ed obiettivi relativi ai programmi di contenuto multietnico ed interculturale dell’Amministrazione comunale, promuovendo la conoscenza e lo scambio di esperienze tra le realtà cittadine straniere e quelle italiane. .L’idea è quella di creare uno strumento di coinvolgimento e conoscenza che consenta a tutti i cittadini, italiani e non, di sentirsi parte attiva di una comunità superando le barriere della paura e dell'insicurezza. Il programma PSD Diaspora ha come obiettivo  la costituzione di filiali social-democratiche nei paesi dove  le comunità rumene sono più numerose prestando supporto.  Il consiglio esecutivo PSD Ladispoli è composto dai Vicepresidenti Ana Maria Burca, Florin Tera Poiana, Mihai Liviu Riglea; Segretario esecutivo Diana Carmen Achim e dai Consiglieri:Stela Buica, Gheorghe Achim, Liliana Bodor e  Gheorghe Diac.

Fonte: Il Faro

Nessun commento:

Posta un commento