La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

mercoledì 24 ottobre 2012

Calcio Serie D, Dombrovoschi: “Contento per il mio esordio, sono tornato alle origini”

foto di Giovanni Isolino

Il difensore rumeno del Città di Messina, impiegato spesso sulla fascia nel corso della sua esperienza all’ACR, ha ricoperto il ruolo di centrale: “È la mia posizione naturale, a Grosseto sono stato spostato sulle corsie esterne. In casa stiamo imponendo il nostro gioco palla a terra, mentre in trasferta speriamo che Ragusa non resti un’eccezione”.

Dopo Vibonese, Acireale ed ACR Messina, il Città di Messina ha superato anche il Ragusa, prolungando la sua splendida avventura in Coppa Italia. I peloritani si sono imposti per 5-4 contro gli iblei, già battuti a domicilio domenica nella gara valida per la settima giornata di campionato. Negli ottavi, il prossimo 21 novembre, affronteranno i lucani del Francavilla sul Sinni o i campani della Torre Neapolis.

Gara piacevole e vivace quella del “Celeste”, nella quale entrambe le formazioni avrebbero potuto conquistare il successo già nell’arco dei novanta minuti. La truppa di Pasquale Rando è stata sfortunata e penalizzata dall’arbitraggio nei primi 45’. In avvio era apparso netto infatti il rigore negato a Buda. Nell’occasione il portiere ospite Falco ha rischiato il cartellino rosso e probabilmente proprio per non incidere subito sul risultato il direttore di gara ha preferito lasciar correre.

Meritava poi la gioia del gol il solito Giardina, ormai uno specialista dei calci piazzati. Dopo le splendide marcature su calcio piazzato nel derby e nella gara con il Cosenza, l’ex centrocampista dell’Igea Virtus ha timbrato l’incrocio. Gli ospiti hanno tentato il tutto per tutto e dopo avere confermato ben sei dei titolari di domenica nel finale hanno inserito anche Bonarrigo, colpendo un palo con Panatteri e scheggiando una traversa con Crucitti. Dopo il pareggio di Fontana si è resa necessaria la lotteria dei rigori: determinante la precisione dei peloritani, a segno con Camarda, Buda, Giardina e Bombara, e la doppia parata di Agostino Di Dio, che ha neutralizzato le conclusioni di Crucitti e Bonarrigo.

Nella ripresa si è rivelato utilissimo l’inserimento di Cappello, in rete al termine di una pregevole triangolazione con Bonamonte, la rivelazione di giornata insieme all’altro esordiente, il rumeno Ciprian Florin Dombrovoschi, che ha giudicato positivamente il suo ritorno in campo: “Era la prima partita che disputavo quest’anno e mi è ovviamente dispiaciuto dover uscire anzitempo. L’importante era comunque centrare il passaggio del turno e ci siamo riusciti. Sono contento per il mio esordio, ma conta di più che la squadra giochi bene e vinca, il resto passa in secondo piano”.

Il difensore ha commentato anche il duello con Panatteri e la posizione in campo, inedita rispetto al recente passato: “Normale che in campo ci siano dei contatti tra avversari, ma tutto si è svolto nell’assoluta normalità. Nasco come difensore centrale, sebbene successivamente a Grosseto ed all’ACR Messina sono stato spesso impiegato sulla fascia. Ad inizio stagione ho subìto un piccolo infortunio, ma adesso mi sono ripreso. È giusto che in una squadra ci sia la concorrenza, ma l’importante è che chi vada in campo dia sempre il massimo ed io cercherò di farlo quando il mister mi chiamerà in causa”.

Dombrovoschi ha poi tracciato un bilancio sulla prima parte di stagione ormai alle spalle: “Stiamo facendo bene, soprattutto in casa, riuscendo ad imporre il nostro gioco palla a terra, mentre fuori abbiamo avuto un po’ di difficoltà. Speriamo che la gara vinta a Ragusa possa rappresentare non un punto d’arrivo ma di partenza. In campionato non è mai facile vincere, tutte le squadre sono ben attrezzate e rispetto all’anno scorso il livello si è alzato con tanti giocatori scesi dalla Lega Pro alla D. Però pensiamo soprattutto a noi stessi”.

Questa l’intervista video al difensore del Città di Messina Ciprian Florin Dombrovoschi:


Nelle foto: in alto il difensore del Città di Messina Ciprian Florin Dombrovoschi.

di Francesco Straface (18 Ottobre 2012)

Fonte: Messina Sportiva

Nessun commento:

Posta un commento