La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

mercoledì 24 ottobre 2012

Challenge Cup: Calvisano finisce tra le fauci dei lupi Romeni, battuto a Bucharest 42 a 27

angelospada22 ottobre 2012

Il Calvisano compie il primo vero passo falso della stagioen perdendo in casa degli abbordabili Rumeni del Bucharest per 42 a 27.

Gli uomini di Cavinato non hanno brillato e anzi hanno molto da rammaricarsi per una prestazione che ha lasciato ai romeni fin troppi regali. Inoltre cè da sottolineare una prova non paticolarmente dell’arbitro francese Carmona che non ha praticamente mai sanzionato i perenni fuorigioco dei locali, venendo per questo anche richiamato dal commissario dell’ERC a fine gara.

Ma nonostante l’arbitro i bresciani non sono mai riusciti a imporre continuativamente il loro gioco sulla partita, che ha tratti è stata completamente dominata dai giallo neri.

Se si fosse riusciti a giocare con lo stesso ritmo ed intensità dei momenti migliori di Calvisano il risultato sarebbe stato certamente diverso .

La partita inizia subito con un errore in ricezione del Cammi che lascia rimbalzare il pallone senza recuperarlo lasciandolo alla mercè dei romeni che recuperano e schiacciano in meta. La trasformazione porta subito il punteggio su un implacabile 7 a 0.

Nonostante un piazzato di Filip, apertura dei romeni, è il Calvisano che fà la partita mettendo sotto gli avversari e accorciando prima con un calcio di Griffen e poi con la meta di Vilk. Griffen trasforma per i lpareggio e pochi minuti più tardi allunga con un secondo piazzato.

Ma ancora un errore in ricezione da calcio d’invio regala la seconda meta romena, non trasformata, ma alla quale si aggiunge un piazzato sul finire del tempo per andare al riposo sul 18 a 13.

Nella seconda frazione un gioco più frazionato e penalizzato da numerose infrazioni favorisce i padroni di casa che vanno in meta con Filip a cui però risponde Calvisano con la meta e la successiva trasformazione del capitano Griffen al 65′.

Nell’ultimo quarto, approcciato con un’equilibrio ancora evidente, sono i padroni di casa ad uscire alla distanza con le mete al 67′ e al 73′ prima che arrivi la sesta meta romena all’80′ ancora in seguito ad un pessimo errore dei gialloneri.

Il Cammi riesce a segnare una terza meta con Ferrari ma non è abbastanza per ribaltare il risultato e portare a casa degli importantissimi punti .

Pool 4: Bucharest Wolves v Cammi Rugby Calvisano 42-27 (18-13)

Marcatori: 1’ m Rus tr Filip, 14’ cp Filip, 16’ cp Griffen, 26’ m Vilk tr Griffen, 34’ cp Griffen, 35’ m Botezatu, 37’ cp Filip, 51’ m Filip, 64’ m Griffen tr Griffen, 65’ m Turashvili tr Wiringi, 71’ m Lemnaru tr Wiringi, 76’ m Lovotti tr Griffen, 79’ m Wiringi,
Bucharest Wolves: Fercu; Lemnaru, Gal, Dinis (57’ Dascalu, 68’ Radoi), Botezatu; Filip (61’ Wiringi), Diaconescu (49’ Surugiu), Boar (57’ Militaru), Turashvili, Pungea (80’ Badalicescu) , Munteanu (49’ Ion), Drenceanu, Mitu (49’ Lazar), Rus, Ianus
Cammi Rugby Calvisano: Berne; Bergamo (79’ Marcato), Canavosio (57’ Castello), Vilk, De Jager (52’ Picone), Griffen(c), Palazzani; Lovotti (79’ Gavazzi), Ferraro, Morelli (81’ Coletti), Erasmus, Zdrilich (41’ Beccaris), Brancoli, Cicchinelli, Vunisa Sostituti: Scarsini, Salvetti
Cartellini: giallo Brancoli

Fonte: DotRugby

Nessun commento:

Posta un commento