La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 18 novembre 2012

Geanina, romena per Renzi

Scritto da Oscar Serra
Pubblicato Sabato 10 Novembre 2012

Il primo elemento in comune? Hanno fatto entrambi l’Erasmus, come lo stesso Matteo Renzi le ha confidato in uno scambio di battute lampo a margine della “Lepoldina” del Palaolimpico. Geanina Toma, 32 anni, è una professionista romena che vive a Torino da 11 anni, da quando scesa dall’autobus in corso Inghilterra si è letteralmente invaghita di una città dall’aspetto europeo e coinvolgente, indaffarata a organizzare la sua grande kermesse. Le è bastato questo per capire che non sarebbe più tornata indietro. Viene da Roman, tra Bakau e Iasi, nel Nord-Est della Romania, in un’area dalla quale decine di migliaia di uomini e donne hanno raggiunto il Piemonte e in particolare il suo capoluogo. E’ una straniera da 110 e lode, con laurea in Geologia, da sempre di animo progressista e per questo iscritta al Pd, che per queste primarie ha deciso di sostenere il sindaco di Firenze, impegnandosi in prima persona, proprio come aveva già fatto nella consultazione interna al centrosinistra per la scelta del sindaco di Torino: in quel caso sostenne senza remore Davide Gariglio.

Per la prima volta in questa competizione potrebbero essere proprio gli stranieri a fare la differenza: Geanina ha già costituito 5 comitati per Renzi, per altri due sta concludendo le pratiche amministrative: decine di uomini e donne che hanno deciso, per la prima volta in modo organizzato, di impegnarsi anche nella vita pubblica del loro paese adottivo. Tra loro giovani e meno giovani, operai e professionisti, la prima e la seconda generazione di questi “nuovi cittadini”, come loro stessi amano definirsi. Non c’è un target preciso, “c’è solo la voglia di cambiare di rinnovare” per chi per anni ha provato sulla propria pelle una classe dirigente sempre uguale a se stessa, incancrenita nel sol fine di mantenere il potere.

Geanina lavora in Codex, un’agenzia per lo sviluppo di Torino: ogni 15 giorni ospita delegazioni di alte cariche pubbliche provenienti dal suo paese di origine: Prefettura, Parlamento, Comuni, Università. Le porta in giro per la città, in una full immersion attraverso la quale crea contatti con i politici locali, il mondo economico e sociale: un vero e proprio ponte tra Torino e la Romania. Grazie alla sua mediazione, per esempio, una giovane ginnasta romena, Alexandra Piscupescu è approdata all’Eurogymnica, dove partecipa al campionato di serie A italiano. Ama lo sport e in particolare la Juventus e Alessandro Del Piero, di religione cattolica per anni ha cantato nel coro della chiesa, tutti elementi che testimoniano il livello di integrazione cui gran parte di questi nuovi cittadini ha raggiunto.

Ha sempre creduto profondamente nell’attivismo politico, tanto che nel 2011 accetta la candidatura alle amministrative torinesi nel Partito democratico, nonostante sia ben cosciente di intraprendere un’avventura proibitiva: colleziona 346 preferenze, un buon risultato visto che in Italia gli stranieri non votano, ma troppo pochi per accedere alla Sala Rossa. A Torino i romeni sono la comunità straniera più popolosa, contano oltre 53mila elementi, per la maggior parte completamente fuori dalla vita pubblica cittadina, così come le altre principali comunità straniere del capoluogo.

Fonte: Lo Spiffero

Nessun commento:

Posta un commento