La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

martedì 20 novembre 2012

Milano. Rediviva Edizioni vi invita sabato il 24 novembre alla presentazione dei suoi primi libri‏

Serata culturale a Milano: La casa editrice Rediviva Edizioni vi invita alla presentazione dei suoi primi libri

Il Centro Culturale Italo-Romeno di Milano ha il piacere e l’onore di invitarvi sabato, 24 novembre, ore 17:45 alla presentazione dei primi libri della casa editrice Rediviva Edizioni, nata da pochi mesi ma già impegnata a portare alla luce i primi libri delle sue collane.

Il Centro Culturale intende condividere con i suoi amici di vecchia e nuova data, in un ambiente intimo e accogliente, i libri ancora freschi di stampa, nonché i lavori che vedranno la luce nei prossimi mesi.

Il primo libro in assoluto che viene dato alla luce sotta la sigla di Rediviva Edizioni è L'annuario del Centro Culturale Italo-Romeno (Repere culturale românești în Peninsulă, 208 pagine) un vero e proprio concentrato degli scambi culturali sotto ogni aspetto tra le due nazioni, che avremo il piacere di regalare a chi ci farà l’onore di partecipare alla serata, così da renderlo dono in tutti i sensi, come afferma con sensibilità la signora Micaela Ghitescu nella prefazione:

„Il libro che abbiamo davanti ai nostri occhi è un vero e proprio dono. Un dono fatto a noi, quelli rimasti a casa, da voi che oggi camminate sulle orme dei nostri avi e vivete nella loro terra. Nonostante le tentazioni che vi circondano e vi ammagliano laggiù, e forse i ricordi amari che ancora conservate del paese che avete lasciato e che forse non sentivate più vostro, avete saputo, attraverso questo libro, farci sapere che, mettendovi in viaggio, con i vostri pochi e poveri bagagli da emigrati, vi siete portati dietro anche il doloroso fardello della malinconia. Ecco l’essenza, la radice di questo libro: ci avete donato la vostra malinconia, la quale, sulla strada di ritorno, ha incontrato la nostra malinconia per voi che siete lontani. (...)

Il regime comunista ha troncato – certo per un breve periodo, ma durato pur sempre mezzo secolo, quasi quanto la vita di un uomo - le belle tradizioni che univano i due paesi, e che sarebbero rimaste sconosciute o conosciute solo in piccola parte dalle generazioni successive. Il riallacciamento, negli anni dopo la caduta del comunismo, di questi rapporti culturali, è diventato una vera provocazione per i contemporanei, e voi l’avete portata avanti in maniera brillante e dignitosa in questo Annuario nato sotto la luce dal Centro Culturale Italo-Romeno".

Il libro stampato in mille copie è stato un progetto sostentuto dal Dipartimento dei Romeni all'estero e verrà regalato gratuitamente ai participanti della serata.

La stessa sera verrà presentato anche il primo volume di narrativa, una raccolta bilingue di racconti firmata da Ingrid Beatrice Coman. Dedicato agli orfani bianchi della Romania, il libro dal titolo Il villaggio senza madri (Satul fara mamici, 146 pagine, prezzo Euro 10 00) inaugura una collana originale di narrativa, „Ti racconto il mondo”, che si propone di mettere la letteratura al servizio della consapevolezza e della solidarietà umana.

Citando dalla breve prefazione scritta dall’autrice stessa, il libro è il commovente risultato di qualcuno che si è “...soltanto messo in ascolto, in rispettoso silenzio, in quei momenti sacri della giornata in cui tutto tace, tutto dorme, e allora si può sentire, appena sussurata, la voce nascosta e misteriosa di chi non parla mai, ma manda fuori nel mondo le vibrazioni del proprio cuore, affinché qualcuno possa raccoglierle e raccontarle". I proventi della vendita verranno in parte devoluti alle associazioni che si occupano di bambini romeni, sia vittime dell’emigrazione dei genitori, sia del tutto orfani.

Nel programma della serata:

- seguirà un concerto di musica clasica esuguito dai violonisti: Giacomo Murra e Alberico Giussani dell’Accademia Europea di Musica di Erba, diretta da Stefan Coles.

- rimarrà aperta durante l'evento la mostra di icone sul vetro dalla Transilvania dell'artista Teodora Rosca.

L'evento gode del patrocinio del Consolato Generale di Romania a Milano e il suo eccellente rappresentante, Dott. George Bologan, console generale, ci onorerà con la sua presenza.

I libri della casa casa editrice Rediviva si trovano presso la Biblioteca romena.

Seguirà rinfresco

Ingresso libero

La serata si svolgerà il 24 novembre 2012, ore 17.45,

presso la Biblioteca Romena di Milano, Via Trebbia 33.

MM gialla. fermata Porta Romana

Informazioni e prenotazioni: infoculturaromena@gmail.com , cel. 3407638880

Nessun commento:

Posta un commento