La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

sabato 9 marzo 2013

La Festa cristiana degli 40 Santi martiri

I cristiani ortodossi onorarno Sabato, 9 marzo i 40 Martiri Santi), i soldati romani quali, per la loro fede, sono stati uccisi durante il regno di Licinio, l'ordine del governatore Agricola.
Con la occasione della Festa degli Santi 40 Martiri, è officiata la Divina Liturgia di dialogo San Gregorio o dei Doni Presantificati.

I 40 martiri di Sebaste erano soldati cristiani, che servivano l'imperatore romano Licinio. Tre di loro, Chirion, Istantanea e Domnos erano molto abili nello studio delle Scritture. Imparando a conoscere la loro fede ,Agricolae Governatore Armenia li hanno costretti ad adorare gli idoli. Refusando , sono stati incarcerati per 8 giorni, picchiati con rocce e adescati con doni. Alla fine, il governatore li hanno condannato a morte mediante congelamento a Lago di Sebaste. Uno dei 40 ha dato e lasciato il lago, ma è morto sul posto. Ma invece si ha messo in suo posto un soldato. In quella notte è stato successo grandi meraviglie: Acqua di lago si è riscaldato, il ghiaccio fuso e 40 corone brillavano su di martiri. All'alba, uscirano vivi dal lago ,li hanno rotto le gambe e hanno permesso di dare le loro anime. I loro resti sono stati bruciati e le ceneri gettate nel lago. Le loro reliquie sono stati distribuiti a varie chiese ortodosse della zona.

Festa cristiana degli 40 Santi martiri di Sebaste inizia sovrapposta tradizionale dell'anno agricolo e ha generato una vacanza tradizionale rumena, martiri o Măcinicii. In questo giorno si fa la pulizia della casa, i rifiuti raccolti in posa fuoco con il fuoco portato da casa solo per portare il calore in casa e fuori. Nella credenza popolare la giornata si conclude oggi martiri giorno babe di miscelazione inverno capriccioso alla primavera, lasciando posto antenati giorni, giorni caldi. Pertanto, in questo giorno molti rituali stanno inseguendo il gelo, come picchiavano con bastoni e vibrocostipatori terra, pronunciando incantesimi, al fine di sfuggire al caldo e a fare freddo, o bambini che giocano sul fuoco.

Martiri della Valacchia(Della Muntenia)
I martiri giorno in credenza popolare, tombe aperte e le porte del Paradiso, e le casalinghe si, in onore dei Santi Martiri, 40 bobine chiamati santi, martiri e Brad. In Moldova, hanno una figura 8, una stilizzazione della forma umana, e sono panini al forno, quindi unti con miele e noci.
In Dobrogea, ha mantenuto la stessa forma antropomorfa, ma martiri sono più piccole e vengono bollite in acqua con lo zucchero, la cannella e noci, lago simboleggia Santi Martiri sono stati espressi. In Valacchia, oltre a brădoşii ordinaria, c'è un morto dimenticato, un martire superiore, ma cieca che i bambini giocano intorno al fuoco ed è dedicato ai morti che sono stati dimenticati nel corso dell'anno.

Una ricetta perfetta per questo giorno speciale:

Martiri Valacchia (Muntenesti)(bollito)
Ingredienti: 125 ml di olio, 1 cucchiaino di sale, 500 ml di acqua, 1 kg di farina.
Per sciroppo utilizzato: 1,5 l di acqua, 3 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaino di cannella, 1 tazza di noci, lo zucchero vanigliato e la scorza di un limone.
Preparazione: Scaldare un po 'di acqua da versare in farina setacciata, l'olio e il sale. Miscela Impastare fino ad ottenere una pasta morbida fuori e battere un quarto d'ora di gara. Il passo successivo giace su un impasto fondo infarinato (per evitare aderenze) tagliare "anelli" con un vetro più grande e più piccola e torsione a forma di 8. Martiri così formato si lascia asciugare 45 minuti e far bollire un'ora in 1,5 litri di acqua, cui si aggiunge il resto degli ingredienti.
Martiri valacca sono serviti cosparsi di noci tritate.Buon apetito!

Abbiate una stupenda giornata tutti voi,ovunque siate!

Cristina Mihailescu

1 commento:

Anonimo ha detto...

II più famosi chef del mondo sono uomini, ma, quando si tratta di cucinare in casa propria, all'improvviso diventa un lavoro da donne. m.

Posta un commento