La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

martedì 28 maggio 2013

Verso l'integrazione

Ufficio Stampa 24/05/2013

Su iniziativa di un gruppo di cittadini romeni e italiani è costituita l’Associazione sociale e culturale denominata “Associazione Italo-Romena Arezzo Insieme-Onlus”, con sede a breve, nel Comune di Arezzo, via Emilio Vezzosi nr 20 ,sito web www.arezzoinsieme.com .

L’Associazione intende inoltre comunicare e portare a conoscenza la collettività e quindi la società civile degli usi, delle abitudini, delle consuetudini e delle tradizioni del popolo romeno, in modo particolare allo scopo di favorire la partecipazione e l’integrazione, così come, reciprocamente, diffonderà e trasmetterà quelle della società italiana ai cittadini romeni.
E’ quindi un modo di dare assistenza, di poter supportare e di poter mettere a disposizione strumenti, strutture e risorse umane finalizzandole alle origini dell’associazione.

L’Associazione persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e culturale, e in particolare persegue i seguenti scopi:
-Tutelare ed assistere i cittadini romeni nelle situazioni sociali che si troveranno ad affrontare nella vita e pratica quotidiana.
-Tutelare ed assistere i cittadini romeni nelle pratiche amministrative, burocratiche, assistenziali, fiscali, previdenziali, sanitarie, giudiziarie e quanto altro necessario presso Uffici della Pubblica amministrazione e privati.
-Favorire la partecipazione dei cittadini e quindi della comunità romena nella società italiana, sensibilizzandone la conoscenza alle Leggi vigenti, agli usi, alle consuetudini e alle tradizioni del popolo italiano e di quelle locali, sensibilizzare la società civile agli usi, alle consuetudini e alle tradizioni del popolo romeno.
-Favorire la partecipazione e l’integrazione libera da pregiudizi tra la cultura, la razza ed il popolo romeno e quello italiano, e comunque a popoli diversi, sensibilizzando i cittadini alla conoscenza, agli approfondimenti, all’accettazione della diversità in modo di promuovere lo sviluppo di una cultura della tolleranza e della solidarietà.

La partecipazione e l'integrazione sono processi attraverso i quali si va ad istituire una rete di relazioni fra lo Stato e i singoli cittadini. Proprio per agevolare questa rete è nata la nostra Associazione Arezzo Insieme, per fare da tramite tra l'individuo ed i vari enti. In questi anni i cittadini Romeni che sono arrivati in Toscana sono 77.138 e in provincia di Arezzo 13.363 nuclei familiari, la partecipazione e l'integrazione non sempre è stata facile ma grazie alla nostra volontà e alla nostra dedizione al lavoro ci siamo ritagliati uno spazio importante nella società .
La famiglia svolge un ruolo di educazione nel processo di inserimento anche se si trova a dover combattere quotidianamente con le difficoltà connesse al reddito ,alla ricerca dell'abitazione e a tutte le altre problematiche che in questo momento affliggono la società. L'Associazione si mette quindi a disposizione per dare un supporto ai nostri connazionali per favorire la partecipazione e l'integrazione alla vita sociale .Siamo un numero rilevante di persone non possiamo più stare in silenzio e dobbiamo dire la nostra perché fino ad ora ci siamo impegnati a testa bassa nel lavoro con molta dedizione e rispetto nei confronti di tutti, adesso e importante per noi e per i nostri figli essere informati e far valere i nostri diritti sempre nel rispetto degli altri così come nostra educazione .
I nostri figli hanno il diritto ad una vita più semplice e dignitosa, affinché i nostri sforzi nella partecipazione e nell'integrazione non siano stati vani.
Noi dobbiamo essere uniti perché l'unione fa la forza ,e l'unione ci garantirà sicuramente un futuro migliore.

Fonte: Informa Arezzo

Nessun commento:

Posta un commento