La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 30 giugno 2013

Italia razzista, autista picchia un bambino romeno

Pubblicato Mercoledì, 19 Giugno 2013
Alessandro Frezzato 

La settimana scorsa a Maserada sul Piave un autista dell’autobus che stava accompagnando a casa i bambini reduci dal loro ultimo giorno di scuola ha preso per il collo e a pugni un ragazzino di origine romena.

Un episodio di vera e propria follia quello che ha vissuto il 12enne (nato in Italia da genitori romeni) e i suoi compagni di scuola, durante il viaggio di ritorno sullo scuolabus. Gli scolari molto probabilmente avranno fatto parecchia confusione, con schiamazzi e qualche scherzo all’autista, visto e considerato che si trattava di ragazzini delle medie contenti di aver completato l’anno scolastico.

Ma l’autista non ha gradito tale 'baldoria' e ha avuto una reazione sprorzionata e molto violenta. L’uomo, infatti, ha improvvisamente frenato il mezzo, il 12 enne che era in piedi alle sue spalle gli è caduto addosso, e a quel punto l’uomo si è avvicinato al ragazzino tirandogli un pugno sulla schiena, per poi prenderlo subito per il collo e trascinarlo fuori dallo scuolabus, dove ormai fuori di senno ha alzato il cofano e avvicinato il volto del ragazzino al radiatore rovente, dicendogli: “Ti brucio la faccia romeno di m….”.

Subito dopo è rientrato sul mezzo minacciando e urlando contro i ragazzini già terribilmente scossi: "Il primo che parla o ammazzo”. A raccontare ai genitori la violenta aggressione è stata la stessa vittima, subito visitata e dimessa dai medici del pronto soccorso con una prognosi di 7 giorni. E l’autore della grave violenta aggressione è stato denunciato.

Un’aggressione inaudita e violenta come questa dovrebbe far riflettere sul fatto che nella società occidentale (cosiddetta aperta e tollerante) gli atti di violenza marcatamente razzista esistono eccome!

Fonte: Agenzia Radicale

Nessun commento:

Posta un commento