La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

mercoledì 4 settembre 2013

Marino: protesta della comunità romena contro la violenza sul lavoro

Il sit-in sotto Palazzo Colonna
Nella giornata di ieri i rappresentanti della comunità romena di Marino hanno protestato sotto il palazzo comunale per chiedere stop alle violenze sui posti di lavoro

Francesca Ragno · 2 settembre 2013

Nella giornata di ieri sotto Palazzo Colonna, sede del Comune di Marino, la comunità romena marinese ha organizzato un sit-in di protesta contro la violenza sui luoghi di lavoro nei confronti dei lavoratori della Romania.

A organizzare la manifestazione il segretario nazionale del “Partito dei Rumeni d’Italia” Mihai Muntean, e il responsabile regionale Toma Romulus Sinca a seguito dell'ennesima aggressione ai danni di un lavoratori romeno.

Alcuni giorni fa proprio un datore di lavoro di Marino ha aggredito un giovane ragazzo romeno che pur lavorando in regola chiedeva di essere regolarmente pagato. Il giovane è stato costretto a rivolgersi al pronto soccorso di Frascati con alcuni giorni di prognosi come referto.

Alla protesta ha partecipato un nutrito gruppo di cittadini romeni con racconti e testimonianze anche del giovane oggetto dell'ultimo atto intimidatorio, da cui è nata la manifestazione, a cui era presente anche la stampa romena.

Dal mondo politico marinese arriva il commento del coordinatore dell'Italia dei valori, Marco Comandini, che ha partecipato alla protesta della comunità romena chiedendo chiarezza sugli episodi di violenza: "Ci auguriamo che venga al più presto chiarito questo episodio sicuramente da stigmatizzare, ma che ci induce a pensare che la tolleranza non debba avere nazionalità, ma dovrebbe essere una forma mentis comune a tutti i cittadini che risiedono nella nostra nazione. Comunque a Marino i Romeni hanno dato prova di grande civiltà".

Fonte: RomaToday

Nessun commento:

Posta un commento