La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 22 settembre 2013

Ventenne folgorato mentre ruba rame. Lo abbandonano in un'area di servizio

Il piazzale dove è stato abbandonato
 il ragazzo (Newpress)
A San Donato, sulla Tangenziale Est

Inutili i tentativi di rianimazione. Il corpo del giovane romeno è stato scaricato da un'auto

Milano

In arresto cardiaco e privo di conoscenza: così un 20enne romeno, George M., è stato abbandonato, nella notte tra venerdì e sabato, all’interno dell’area di servizio Agip San Donato Est, sull’A1. Il giovane è morto poco dopo il ricovero presso il San Paolo di Milano, in conseguenza di una folgorazione. A dare l’allarme, poco dopo le 23 di venerdì, è stato un dipendente della stazione di servizio, che ha notato il corpo privo di sensi del ragazzo nel piazzale antistante. Nell’arco di pochi minuti, l’intervento del 118 e il trasferimento all’ospedale San Paolo, dove però il giovane è morto.

IPOTESI FURTO DI RAME - La polizia stradale di Lodi ha raccolto testimonianze e prelevato i nastri del sistema di telecamere che copre l’intera area di servizio. Da una prima ricostruzione sembra che il 20enne, che non risulta avesse precedenti penali, sia stato scaricato da un’auto con targa straniera pochi minuti prima del rinvenimento. Poco prima, sulla tratta ferroviaria Milano-Genova, la Polfer aveva segnalato un tentativo di furto di rame dai binari. I due episodi sarebbero collegati: il ragazzo, rimasto folgorato mentre prelevava il rame, sarebbe stato caricato in auto dai suoi complici e poi abbandonato morente sul piazzale dell'area di servizio.

21 settembre 2013
Barbara Sanaldi

Fonte: Corriere della Sera

Nessun commento:

Posta un commento