La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

giovedì 24 ottobre 2013

Mostra di un grande scultore romeno Gheza Vida‏

MOSTRA DI UN GRANDE SCULTORE ROMENO –

GHEZA VIDA
Centenario 1913-2013

Inaugurazione:
Sabato, 26 ottobre 2013, ore 18,30

Durata:
dal 27 ottobre al 9 novembre

Orario di visite:
tutti i giorni dalle ore 17,00 alle 19,00

Sala esposizioni

Viale delle Belle Arti, 110

Ingresso gratuito.

Nel centenario della nascita dello scultore Gheza Vida, l’Accademia di Romania in Roma presenta una mostra dedicata al grande artista romeno, autore di alcuni monumenti simbolo della storia nazionale romena.

Nato il 28 febbraio 1913 a Baia Mare, antica località mineraria del Maramures la cui fama artistica internazionale era dovuta alla Scuola di pittura qui creata alla fine dell’Ottocento, Gheza Vida cominciò a scolpire da giovane manifestando una forte comunione con il mondo rurale maramuresano e la vita dei minatori di questa regione particolarmente ricca di forme d’arte popolare. Assorbì fin da giovane l’influenza artistica di Baia Mare, ma conobbe ben presto anche le realtà artistiche della Spagna, dove vi si recò quale volontario durante la Guerra civile, della Francia e dell’Ungheria. A guerra finita conobbe la piena affermazione artistica, realizzando mostre personali e collettive in Romania a Baia Mare, Cluj, Brasov, Satu Mare, Bucarest o all’estero: la Biennale di Venezia, Il Cairo, Alessandria, Damasco, Mosca, Budapest, Bratislava, Praga, Berlino, Leningrado, Sofia, Parigi, Varsavia, Belgrado, Helsinki, Bologna, Torino, Roma, Londra, Aia, Bruxelles. Realizzò opere monumentali, come il grandioso Monumento del soldato romeno di Carei, inaugurato nel 1964, il Monumento dei contadini martiri di Moisei, scolpito prima in legno nell’anno 1966 e poi in pietra nel 1972 o L’assemblea dei vecchi, gruppo statuario, esposto alla biennale di Venezia nel 1972, creazioni artistiche eccezionali entrate nella coscienza pubblica come simboli della storia nazionale, opere di grande importanza della scultura monumentale contemporanea.
I lavori dello scultore si trovano in molti musei e collezioni private della Romania, ma anche in collezioni e musei di Francia, Spagna, Italia, Ungheria, Russia, Iran, Cile. Per la sua opera e il suo impegno artistico ha ricevuto numerosi premi e onorificenze fra le quali: il Premio di Stato (1953), il titolo di Maestro emerito dell’Arte (1957), quello di Artista del Popolo (1964), La Stella della Repubblica (1978). Il maestro Gheza Vida è stato eletto nel 1968 vicepresidente dell’Unione degli artisti romeni, e nel 1974 è stato eletto nel più alto ente scientifico e culturale della Romania: l’Accademia Romena.
Nel 2013, in occasione del Centenario Vida, sotto l’alto patronato dell’Accademia Romena di Bucarest, hanno avuto luogo numerose manifestazioni e mostre, a Baia Mare, Carei, Cluj-Napoca, Bucarest, la mostra aperta all’Accademia di Romania in Roma inserendosi in questa serie di importanti iniziative. La Casa editrice dell’Accademia Romena, in collaborazione con la Casa editrice Mega ha pubblicato l’album Gheza Vida – Centenario, il quale verrà presentato in occasione del Convegno Nazionale dedicato al grande scultore romeno proprio all’Accademia Romena. Nel mese di novembre, con l’aiuto sostanziale del Municipio di Baia Mare si auspica di poter inaugurare nel capoluogo maramuresano l’Atelier memoriale Gheza Vida.

Accademia di Romania

Nessun commento:

Posta un commento