La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

mercoledì 4 dicembre 2013

San Donà: borsa di studio ‘Ferrari’ allo studente migliore. E’ un ragazzo rumeno di 18 anni


Provincia di Venezia

Venerdì 29 novembre, nella sala riunioni dell’Azienda Trasporti Veneto Orientale (ATVO) di San Doná di Piave, si è svolta la consegna della borsa di studio “Ferrari” ad uno studente del centro di formazione professionale provinciale di San Donà di Piave risultato il più meritevole agli esami.

L’allievo è Mihai Bete Catalin, 18 anni, rumeno, abitante a La Salute di Livenza, che ha conseguito la qualifica di “operatore alla riparazione dei veicoli a motore con indirizzo riparazioni parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici del veicolo a motore” con una valutazione finale di 90/100.

La borsa di studio consiste in un premio di 1.250 euro e quest’anno è giunta alla 17^ edizione. Viene assegnata al miglior allievo del Centro, grazie alla FILT – CGIL che ha istituito il premio, in ricordo di Silvio Ferrari prematuramente scomparso, responsabile dell’officina Atvo e attivamente impegnato nel sindacato.

Erano presenti oggi alla premiazione il presidente del Consiglio di amministrazione dell’Atvo Fabio Turchetto, il direttore dei Centri di formazione professionali della Provincia Nicola Boscarato, i rappresentanti del sindacato Valter Novembrini e Luigino Venturato.

La presidente Francesca Zaccariotto ha così commentato: «Congratulazioni a Mihai, agli insegnanti e a tutti gli operatori del nostro centro sandonatese. Come ha ben sottolineato oggi il presidente Turchetto, la scuola è molto apprezzata e qualificata nel territorio, tanto che ad un recente concorso di Atvo per addetti all’officina e alla meccanica, ben quattro nei primi cinque posti erano ex allievi del Centro. In questo momento così critico dal punto di vista dell’occupazione, ma anche di riconoscimento del ruolo dell’ente, la Provincia di Venezia continua ad essere protagonista di primo piano della formazione al lavoro con i suoi tre centri di San Donà, Marghera e Chioggia».
[29/11/2013]

Fonte: La Voce di Venezia

Nessun commento:

Posta un commento