La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 27 aprile 2014

Travolto e ucciso da un'auto pirata

Tortona

Un rumeno di 40 anni stava percorrendo in bicicletta la strada da Tortona a Pontecurone quando è stato investito: per lui non c'è stato nulla da fare. L'investitore non si è fermato a soccorrerlo e ora la polstrada è sulle tracce del responsabile.

PONTECURONE – Avrebbe compiuto 41 anni tra pochi giorni il rumeno Moldovan Valer Petrisol. La sua vita si è invece interrotta sulla statale 10, travolto da un’auto pirata. Alle prime ore di ieri, giovedì 24 aprile, l’uomo stava percorrendo in bici la strada da Tortona – dove abitava – a Pontecurone. Erano le quattro, quattro e mezza del mattino: forse Moldovan stava andando al lavoro in uno dei cantieri o delle aziende agricole della zona. Un bel tratto di strada da percorrere, per lui che abitava nella zona ovest di Tortona, al di là della 35 dei Giovi.

Cosa sia successo è al vaglio della Polizia Stradale di Serravalle Scrivia: l’unica certezza è che la bici di Moldovan è stata travolta da un mezzo – probabilmente un’autovettura – e che per il 40enne rumeno non c’è stato nulla da fare. L’intervento dei sanitari del 118 è servito solo a constatare il decesso dell’uomo.
Chi l’ha investito, però, non si è fermato a prestare soccorso. Gli uomini della polstrada stanno dunque raccogliendo tutti gli indizi per rintracciare il conducente dell’auto pirata: un compito non facile, vista l’ora in cui si è verificato il tragico incidente.

Secondo le statistiche dell’Asaps – l’associazione dei sostenitori della Polizia Stradale – nei sei anni che vanno dal 2008 al 2013 sono 653 le persone decedute in Italia a causa dei pirati della strada, alle quali si devono aggiungere le 4.943 ferite.
In un caso su quattro, il pirata risulta aver causato l’incidente mentre si trovava in stato di ebbrezza (ma il dato è sottostimato, perché se il responsabile del sinistro viene individuato anche solo a distanza di qualche ora, i fumi dell’alcol possono essere svaniti nel frattempo). Pedoni (43 per cento) e ciclisti (20 per cento) sono le vittime più frequenti.

25/04/2014
Elio Defrani

Fonte: Alessandria News

Nessun commento:

Posta un commento