La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 28 settembre 2014

Domenica 28 settembre primo concerto del Festival Internazionale "Altrerisonanze - dall'antico al moderno"‏

Accademia di Romania in Roma e Associazione Aliusmodum

hanno il piacere di invitarvi al primo concerto del Festival Internazionale "Altrerisonanze - dall’antico al moderno"

DOMENICA 28 SETTEMBRE 2014 - ore 21:00
ORATORIO DEL CARAVITA - Via del Caravita, 7A - ROMA

…IL TITANO…
Theodor Rogalski • Due danze rumene (arrangiamento “a parti reali” per ensemble da camera di Andrea Riderelli, in prima audizione assoluta)

Gustav Mahler • Sinfonia nr. 1 in Re Maggiore (arrangiamento “a parti reali” per ensemble da camera di Andrea Riderelli, in prima audizione assoluta)

ensemble altrerisonanze

Mauro Lopes Ferreira violino I • David Simonacci violino II • Alessandro Santucci viola • Luca Peverini violoncello • Igor Barbaro contrabbasso
Pierluigi Tabachin ottavino e flauto • Stefania Mercuri oboe e corno inglese • Pietro Cingolani clarinetti • Fabio Morbidelli • fagotto
Andrea Di Mario tromba • Diego Di Mario trombone • Rino Pecorelli corno
Elisabetta Di Filippo, Rocco Luigi Bitondo percussioni • Álvaro Lopes Ferreira pianoforte

Andrea Riderelli direttore

“Più di 300 persone nella serata d’apertura del festival all’Oratorio del Caravita, con il concerto Das wunderhorn – Il corno magico – che propone, con l’occasione del centenario della nascita di Constantin Silvestri, un parallelo tra le influenze popolari transilvane della musica del compositore e direttore d’orchestra rumeno: nella suite “Danze popolari rumene dalla Transilvania”, fino a quelle austriache della Quarta Sinfonia in Sol Maggiore di Gustav Mahler.” (Raisa Ambros - PiùCulture)

Queste sono le parole scritte dopo il concerto dedicato a Mahler e a Silvestri del Festival Altrerisonanze dell'anno scorso. Dopo la trascrizione per ensemble da camera della Quarta Sinfonia di Gustav Mahler, viene ora proposta in prima audizione assoluta e a 120 anni da quando gli venne attribuito il titolo de "Il Titano - poema sinfonico in forma di sinfonia", la versione "tascabile" della Prima Sinfonia in Re Maggiore di Gustav Mahler sempre nella realizzazione di Andrea Riderelli. Ricchissima di colori, suggestioni e passione, il lavoro restituisce il carattere "naturalistico" tipico della prima fase sinfonico-liederistica della creazione del compositore austriaco. Alla sinfonia mahleriana le si accosta la trascrizione - sempre per lo stesso organico da camera a "parti reali" curata da Andrea Riderelli e presentata in prima audizione assoluta - di alcune danze di Theodor Rogalski, compositore, direttore d'orchestra e pianista rumeno che rappresenta un nome di riferimento per l'evoluzione della cultura musicale rumena della prima metà del XX secolo di cui si celebrano quest'anno i 60 anni dalla sua scomparsa. L'ensemble altrerisonanze propone due danze in tipico spirito popolare rumeno tratte dal trittico "Trei Dansuri Româneşti" (Tre Danze Rumene): "Joc din Ardeal" e "Hora din Muntenia".

[ingresso libero]
www.accadromania.it - www.altrerisonanze.it

Nessun commento:

Posta un commento