La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

lunedì 29 settembre 2014

Giallo di Ivrea, nessuna traccia della donna scomparsa: si cerca tra i rapporti di lavoro

Secondo la famiglia, la donna si troverebbe in Italia, anche se di lei non si hanno più notizie da mesi. Gli agenti della scientifica sono ritornati nell'appartamento di Ivrea alla ricerca di nuovi indizi

Redazione 22 Settembre 2014

Ancora nessuna traccia di Flerica Agraviloei, la moglie dell'uomo romeno trovato morto nel suo appartamento di Ivrea, in via Guarnotta, lo scorso 27 agosto.

Secondo gli inquirenti che si occupano della vicenda, alla donna, potrebbe essere successo qualcosa di molto grave, strettamente legato alla morte del marito. L'uomo, infatti, si è sparato un colpo in fronte con una pistola utilizzata per la macellazione degli animali poco dopo aver denunciato la scomparsa della moglie. Di Flerica, tuttavia, non si avevano più notizie da almeno da tre mesi.

Dalle indagini della polizia è emerso che la coppia aveva due figli, attualmente in Romania, insieme ai genitori della donna. La polizia romena che ha identificato i due bambini ha confermato che, secondo la famiglia, la donna scomparsa si troverebbe, in Italia, anche se di lei non ha notizie da mesi.

Secondo gli inquirenti che si occupano della morte dell'uomo di via Guarnotta, la figura chiave dell'intera vicenda sarebbe proprio la moglie. Nei giorni scorsi sono riprese le ricerche e gli agenti della scientifica sono ritornati nell'appartamento alla ricerca di nuovi indizi.

Dalle indagini è emerso che la donna avrebbe lavorato, negli anni scorsi, come badante e colf, anche se gli inquirenti non sono ancora riusciti a rintracciare anziani o strutture presso le quali la donna può aver prestato servizio.

La diffusione dell'immagine di Flerica potrebbe aiutare a trovare qualcuno che, in questi anni, ha conosciuto o lavorato con la donna.

Fonte: Torino Today

Nessun commento:

Posta un commento