La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

martedì 9 dicembre 2014

Perugia, mostra del pittore Constantin Udroiu e degli allievi della sua Fucina d’Arte Nikopeia Di Goffredo Palmerini

CAMMINANDO SU UN RAGGIO DI LUCE

Perugia, 12 dicembre 2014 – 8 Gennaio 2015 Sala del Dottorato, Museo Diocesano, Piazza IV Novembre 6

Un tributo al grande eclettico Artista recentemente scomparso l’attesa Mostra di Perugia. Nel 2013 il maestro Constantin Udroiu progettò una mostra di sue opere e dei lavori degli allievi della Scuola d’arte “Nikopeia” che egli aveva creato una ventina di anni fa. La scuola prende il nome da una grande icona dipinta dall’artista che rappresenta la “Madonna Nikopeia”. Nel dicembre 2013 la mostra fu aperta nella Sala delle esposizioni dell’Accademia di Romania in Roma, in attesa di riuscire a portarla a Perugia nei mesi successivi, come “Omaggio all’Umbria”. È quanto viene realizzato ora, dopo la scomparsa del maestro Udroiu, nel rispetto di quanto egli aveva ideato e desiderato portare a termine. L’esposizione “Camminando su un raggio di luce” è stata allestita nella Sala del Dottorato, adiacente al Museo capitolare della Cattedrale di San Lorenzo, in Piazza IV Novembre 6, e verrà inaugurata venerdì 12 dicembre 2014, alle ore 16. Rimarrà aperta fino all’8 gennaio 2015.

 Perugia, Cattedrale di San Lorenzo Perugia, Cattedrale di San Lorenzo La realizzazione dell’evento si deve alla preziosa disponibilità dell’arcivescovo di Perugia, Cardinale Gualtiero Bassetti, e dell’Ambasciatore di Romania presso la Santa Sede, dr. Bogdan Tataru Cazaban, con la collaborazione con la Diocesi Ortodossa Romena d’Italia e con la Parrocchia Ortodossa Romena di Perugia. La Mostra ha il patrocinio dell’Ambasciata di Romania in Italia, dell’Accademia di Romania in Roma, dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Fara in Sabina (Rieti). All’inaugurazione presenzieranno l’Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Card. Gualtiero Bassetti, il Vescovo della Diocesi Ortodossa Romena d’Italia, Mons. Siluan Span, e l’Ambasciatore di Romania presso la Santa Sede, dr. Bogdan Tataru Cazaban.

 La Mostra espone le seguenti opere del Maestro Constantin Udroiu: 2 trittici con Cristo e Annunciazione, 6 icone su legno dorato 50×70 con i Misteri del Rosario, 6 icone su legno dorato 50×70 con la Via Crucis, 14 dipinti olio su tela raffiguranti Luoghi di preghiera dell’Umbria e della Romania, 4 dipinti olio su tela 60×80 raffiguranti Sibille, 2 dipinti su vetro. Per questa mostra a Perugia, oltre ai suoi lavori personali, il maestro Udroiu e la sua Scuola avevano preparato le icone che compongono un grande polittico in affresco su pannelli, costituito da: Madonna Nikopeia, 2 arcangeli, S. Costanzo, S. Lorenzo, S. Francesco, S. Chiara, 2 Sibille e 12 Profeti. Il polittico è stato progettato e realizzato perché resti come omaggio e dono all’Umbria.

La Scuola d’arte Fucina Nikopeia è affiliata all’AIAM (Accademia Internazionale di Arte Moderna), Istituto superiore di cultura con sede in Roma. La Scuola d’arte Nikopeia fu stata creata da Constantin Udroiu nel 1993 ad Airola (Benevento), presso il Convento francescano di S. Pasquale, e la sua attività si è svolta in altre località come Matera, S. Giorgio del Sannio, Benevento, Passignano sul Trasimeno, Monterotondo. I corsi sono gratuiti e alla fine, dopo un esame pratico, i corsisti ricevono da parte dell’AIAM e della Scuola Nikopeia un diploma annuale. I partecipanti sono obbligati a realizzare nelle varie tecniche apprese durante i corsi, che svolgono programmi di pittura in tecnica affresco “umido”, pittura delle icone, pittura su vetro, oltre ai principi dell’incisione e della stampa. Il primo corso si è svolto ad Airola presso il Convento francescano di S. Pasquale; il secondo a Matera, nell’agosto 2006, presso la parrocchia Maria SS. dell’Annunciazione nel rione Picciarello; il terzo, solo teorico, nell’agosto 2007, presso la Sala Consiliare del Comune di Passignano sul Trasimeno.

 Dal 2010 la sede della Scuola è a Passo Corese, in un locale comunale messo a disposizione dall’Assessorato alla cultura della Città di Fara in Sabina. Da allora gli allievi della Scuola guidati dal maestro Udroiu hanno esposto annualmente i loro lavori in mostre laboratorio, organizzate presso la Scuola stessa. Nel dicembre 2013, presso l’Accademia di Romania in Roma, è stata presentata provvisoriamente, in attesa di giungere a Perugia, l’esposizione Omaggio all’Umbria, l’ultima che il maestro Udroiu, deceduto a marzo di quest’anno, ha organizzato insieme al gruppo di allievi della Scuola d’arte Fucina Nikopeia.

 La cerimonia per l'80° compleanno (3 febbraio 2010) del Maestro Constantin Udroiu, all'Accademia di Romania in Roma La cerimonia per l’80° compleanno (3 febbraio 2010) del Maestro Constantin Udroiu, all’Accademia di Romania in Roma Costantin Udroiu era nato a Bucarest il 3 febbraio 1930. Intellettuale di spicco della Romania, insegnava all’Università di Bucarest quando, nel 1954, venne arrestato dal regime comunista per dissidenza politica e condannato. Era un testimone vivente dei princìpi di libertà e di democrazia, affermati e pagati a caro prezzo con una condanna a 22 anni di prigione, sofferti con un decennio di dura carcerazione, fino al 1964, quando venne rilasciato a seguito del nuovo clima politico nei Paesi d’oltre cortina, dopo il XX Congresso del PCUS. Giunto in Italia per la sua prima mostra all’estero, nel 1971 a Sassari, inaugurata dall’allora Presidente della Camera Sandro Pertini, restò nel nostro Paese girando in lungo e largo le vie dell’arte bizantina, specie nel Meridione. Intensa la sua frequentazione dell’Europa – Svizzera, Francia, Spagna, Grecia, Olanda, Portogallo – dove ha portato con grande successo la sua produzione artistica ma anche la competenza accademica, partecipando a seminari e convegni promossi da prestigiosi atenei con proprie comunicazioni.

Gran maestro dell’arte bizantina, Constantin Udroiu è stato uno dei più fecondi Artisti della diaspora romena che ha mantenuto nella sua opera un luogo centrale all’icona bizantina e alla propria romenità. Tra le sue mostre personali, oltre 200, moltissime in Italia – la sua 99^ a L’Aquila, al Castello cinquecentesco, memorabile – , le più significative all’estero sono state a Parigi, Lutry, Avignon, Amsterdam, Bordeax, Carpentras, Atene, Barcellona, Lisbona e, dopo la caduta del regime comunista in Romania, a Bucarest, Targoviste e Cluj Napoca. Le sue opere sono esposte nei musei di molte città in Romania, Francia, Portogallo e Italia, e in numerose collezioni pubbliche e private in diversi Paesi del mondo.

 La Romania democratica lo ha risarcito con una rilevante considerazione artistica e personale, manifestata con la presenza dell’Ambasciatore in tutte le mostre che ha tenuto in Italia. Era membro del Senato dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna. Da alcuni anni Constantin Udroiu, era andato da Roma a vivere in Sabina, a Passo Corese (Rieti), dove in collaborazione con il Comune aveva aperto la Scuola Nikopeia, centro di formazione artistica senza scopi di lucro dove il Maestro ha insegnato gratuitamente le tecniche pittoriche ad una sessantina di allievi. Fino alla scomparsa, avvenuta a Roma il 26 marzo 2014.
(Goffredo Palmerini)

 Fonte:La Prima Pagina

Nessun commento:

Posta un commento