La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

lunedì 30 giugno 2014

Mostra di Grafica 'Paradiso e Inferno‏'


Cari amici dell’Accademia

siamo lieti di invitarvi alla

MOSTRA DI GRAFICA

PARADISO e INFERNO

GRAZIELLA STOIAN / MATEI LUCA STOIAN / NICOLAE STOIAN

Vernisage Giovedì, 3 luglio 2014, ore 19:00

La mostra resterà aperta dal 3 luglio al 11 luglio 2014

Orari di visita: da lunedì a venerdì dalle 18:00 alle 20:00

Paradiso e Inferno a Roma e’ un progetto culturale artistico che si propone un approccio complementare del tema del conoscere umano attraverso l’arte. Trattare un tema pieno di significati socio-cultural-artistici, rapportandosi allo spazio architettonico italiano, offre prospettive alla filtrazione delle immagini conferendole uno statuto autonomo. Questo processo valorizza il sistema di relazioni esistenti al livello dell’espressione ed dell’espressività figurativa, dello spirito di osservazione e di riconoscimento delle stature umane, metamorfizzate in visioni artistiche. Una volta estratte dalla struttura originaria, le forme vengono arricchite con valenze artistiche nuove, personali di modo che queste diventino memorie della creazione umana. Interessati a trovare nuovi mezzi di espressione, gli artisti Graziella Stoian, Nicolae Stoian e Matei Luca Stoian giocano con successo nei loro lavori sul visuale e sulla percezione sensoriale. Le loro opere realizzate nella maniera della grafica contemporanea, con l’aiuto delle tecniche grafiche colorate o di altre materiali pitturali suggestivi, conducono a delle visioni polifoniche associate a volte alla zona sperimentale. Il progetto artistico si propone l’approccio attraverso i mezzi dell’arte contemporanea dell’essenza della più profonda espressione della creatività, con un insieme di valori che determinano che cosa vale di essere espresso attraverso l’esposizione artistica per indurre sentimenti, idee, sensazioni o vibrazioni nel più efficace modo possibile, approfittando anche dell’interesse crescente del pubblico italiano nei confronti del fenomeno culturale romeno.

Graziellla STOIAN è artista grafico romena e artista in belle arti, ristoratrice professoressa di educazione artistica, nella scuola secondaria e nel liceo, livello I, laureata dell’Università Nazionale di Arte di Bucarest nel 1991 Facoltà di Belle Arti, membro dell’Unione degli Artisti in Belle Arti dal 1991. In qualità di membro dell’Unione degli Artisti in Belle Arti (UAP) di Romania, partecipa alla maggior parte delle manifestazioni ed esposizioni organizzate dall’Unione degli Artisti in Belle Arti di Romania, essendo apprezzata e premiata, in Romania e all’estero, con più borse tra cui ricordiamo: 1992- Borsa nazionale di specializzazione grafica della UAP di Romania, 1992 - Borsa studi europei, conferita dalla Società’ FranceArt, Strasburg, 2008- Borsa di ricerca dell’arte italiano- romeno, Roma.

Nicolae STOIAN è artista grafico romeno e artista in belle arti, ristoratore, laureato dell’Università Nazionale di Arte di Bucarest nel 1989 (Facoltà di Belle Arti) Membro dell’Unione degli Artisti in Belle Arti dal 1990, con una ricca attività professionale svolta tanto in Romania quanto all’estero, apprezzato e premiato con parecchi premi. Vive e lavora a Bucarest, attualmente come professore di ruolo specializzazione studio delle forme/ architettura preso il Collegio di Architettura di Bucarest. Dalle mostre personali dell’artista, in linea con il presente programma, ricordiamo “La Donna” Galleria Korbiens Mannheim (1992),” Il Nudo” Galleria Bei Der Komedie, Augsburg (1995), “L”Eclissi” Galleria World Trade Center, Bucarest (1999), “Corpo e anima” Galleria ET ,Lowenstein (2003), “ Il Nudo”Galleria Europe, UAP Brasov (2005) “ Il Bianco della Neve a Roma” Galleria Simeza UAP Bucarest (2008), ‘Materia” Galleria “Odeon” Bucarest (2012)

Matei Luca STOIAN è architetta e artista in belle arti, e’ dottorando all'università di Architetttura e Urbanistica “ Ion Mincu” di Bucarest ed assistente universitario nel Reparto di Progettazione dell'Interno e Design, della stessa università. Nel periodo 1 ottobre 2012 al 31 luglio 2014 è borsista “Vasile Parvan” presso l’Accademia di Romania in Roma. Nel 2012 e nel 2013 i suoi progetti sono stati premiati alla nota Annuale di Architettura di Bucarest. Matei Luca STOIAN ha avuto più di 10 mostre personali e più di 20 mostre collettive tanto in Romania, quanto all’estero.

Accademia di Romania in Roma

Expoziţia de sculptură „Semne şi culori pentru paradis” de Aurel Contraş în Mica Galerie a IRCCU Veneţia‏ / „Segni e colori per il Paradiso” sculture di Aurel Contraş nella Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Venezia‏

COMUNICAT DE PRESĂ

Expoziţia de sculptură „Semne şi culori pentru paradis”
de Aurel Contraş în Mica Galerie a IRCCU Veneţia

Marţi, 1 iulie 2014, la orele 18,30, în Mica Galerie a Institutului Român de Cultură şi Cercetare Umanistică de la Veneţia, va avea loc vernisajul expoziției de sculptură „Semne şi culori pentru paradis”, de Aurel Contraş, curator prof. Grigore Arbore Popescu.

Expoziția “Semne şi culori pentru paradis” îşi are rădăcinile în lumea tradiţiilor şi simbolurilor creștine, sculptorul Aurel Contraş creând noi forme care vorbesc despre istoria umanității. Lucrările sculptorului sunt totodată culte și populare, poetice și mistice, colorate și conturate, arhitecturale și inginerești, făcându-l astfel un demn urmaș al lui Brâncuși. Și tocmai urmând filonul brâncușian, artistul este vrăjit de Veneția și de tradițiile sale. De aceea, o expoziție personală de Aurel Contraș la Veneţia este binevenită: asemănarea dintre tradițiile românești cu cele venețiene în prelucrarea materialelor precum piatra, lemnul, lutul sau bronzul este una din caracteristicile acestei expoziții care devine o parte integrantă a contextului citadin.

Sculptorul Aurel Contraş s-a născut în nordul Ardealului, la Meseşenii Sălajului unde a crescut şi a învăţat despre frumos în spaţiul purificat de prezenţa unor lăcaşuri de cult cu o vechime de peste 400-500 de ani. Valorile acestor locuri, despre care artistul vorbeşte cu multă căldură, definesc şi opera sa: viaţa cu marile etape, de la naştere la trecerea în nefiinţă, credinţele, munca. Aceste mari teme se îngemănează şi se potenţează una pe cealaltă, conectându-ne prin opera lui Aurel Contraş la marea istorie a omenirii, la mica istorie a omului, la esenţe, la speranţă. Operele lui Aurel Contraş au fost prezentate în expoziţii personale la Căminul Artei şi Galeria Simeza din Bucureşti, la Galeria Ioan Sima din Zalău, la Galeria UAP Sibiu, la Muzeul de Artă din Constanţa şi în numeroase expoziţii de grup. Lucrări de artă monumentală se află la Şimleu Silvanei, la Zalău, Alba Iulia, Bistriţa Năsăud, Bucureşti, iar în muzeele din ţară şi din străinătate (Franţa, SUA sau Germania) se regăsesc numeroase alte sculpturi ale sale.

Expoziţia este realizată cu sprijinul financiar al Institutului Cultural Român şi va putea fi vizitată în Mica Galerie a IRCCU Veneţia din Cannaregio 2211, până pe data de 21 iulie 2014, de marţi până duminică, în intervalul orar 10.00–12.00 şi 16.00–19.00. Intrarea este liberă.

Pentru mai multe detalii:
Alexandru Damian, coordonator proiecte arte vizuale
Tel. +39.041.524.2309
INSTITUTUL ROMÂN DE CULTURĂ ŞI CERCETARE UMANISTICĂ
Palazzo Correr - Cannaregio 2214 (Campo Santa Fosca)
30121 Veneţia, ITALIA
--------------------------------------------------------------------------------
COMUNICATO STAMPA

„Segni e colori per il Paradiso”
sculture di Aurel Contraş nella Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Venezia

Martedì, 1° luglio 2014, ore 18,30, nella Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, avrà luogo l’inaugurazione della mostra di scultura „Segni e colori per il Paradiso” di Aurel Contraş, curatore prof. Grigore Arbore Popescu.

La mostra “Segni e colori per il Paradiso” affonda le sue radici nel mondo delle tradizioni e dei simboli cristiani, lo scultore Aurel Contraş creando nuove forme che narrano la storia dell’umanità. Le opere dello scultore sono allo stesso tempo colte e popolari, poetiche e mistiche, colorate e sagomate, architettoniche e ingegneristiche, facendo di lui un degno erede di Brâncuşi. E proprio come Brâncuşi l’artista è affascinato da Venezia e dalle sue tradizioni. Per tanto, una mostra personale di Aurel Contraş e molto gradita: le somiglianze tra le tradizioni romene e quelle veneziane nella lavorazione dei materiali quali la pietra, l’argilla, il legno o il bronzo è una delle caratteristiche di questa mostra che diventa così parte integrante del contesto cittadino.

Aurel Contraş è nato in nel nord della Transilvania, a Meseşenii Sălajului dove è cresciuto ed ha imparato sul bello nello spazio purificato dalla presenza delle chiese antiche in legno. I valori di questi posti, dei quali l’artista parla con grande passione, definiscono la sua opera: la vita con i momenti cruciali, dalla nascita alla morte, le credenze, il lavoro. Questi grandi temi si completano e si potenziano a vicenda, connettendoci tramite l’opera di Aurel Contraş alla grande storia dell’umanità, alla breve storia dell’uomo, alle essenze, alla speranza. Le opere di Aurel Contraş sono state presentate in mostre personali a Bucarest, Zalau, Sibiu o Constranţa e in numerose mostre personali. Le sue opere d’arte monumentale si trovano a Şimleu Silvanei, a Zalău, Alba Iulia, Bistriţa Năsăud, Bucarest, mentre nei musei del paese e all’estero (Francia, Stati Uniti o Germania) ritroviamo numerose sue altre sculture

La mostra è realizzata con il sostegno finanziario dell’Istituto Culturale Romeno e potrà essere visitata nella Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Venezia di Cannaregio 2211, fino al 21 luglio 2014, da martedì a domenica, fra le ore 10.00-12.00 e 16-19. L’entrata è libera.

Per ulteriori dettagli:
Alexandru Damian, coordinatore progetti arti visive
Tel. +39.041.524.2309
ISTITUTO ROMENO DI CULTURA E RICERCA UMANISTICA
Palazzo Correr - Cannaregio 2214 (Campo Santa Fosca)
30121 Venezia, ITALIA

Uniti per Unire, Amsi e Co-mai invitano il 03.07 alla presentazione del Giornale online "La Svolta"

Veneto Banca raddoppia il progetto Migrant

VENETO BANCA RADDOPPIA IL PROGETTO MIGRANT
Dopo il successo dell’iniziativa a Padova, l’istituto la propone nell’area Milano Brianza.

Migrant raddoppia: l’iniziativa di Veneto Banca a sostegno dell’educazione finanziaria e dell’integrazione delle comunità rumene, moldave, croate e albanesi in Italia, partita da Padova a inizio anno, è stata proposta anche ai numerosi cittadini est europei che popolano il Milanese e la Brianza.

Il progetto, che prevede una figura madrelingua e prodotti ad hoc – realizzati anche grazie alla sinergia con gli istituti di credito del gruppo nell’Est Europa – ha riscontrato grande interesse da parte dei cittadini padovani di Romania, Moldavia, Albania e Croazia.

Anche a Milano, quindi, nella filiale Veneto Banca di Via Cusani 16, un referente commerciale madrelingua sarà a disposizione della clientela est europea per accompagnarla nella scelta del prodotto giusto per ogni esigenza, dal semplice scambio finanziario con il proprio paese, al mutuo per l’acquisto della casa.

Il progetto ha l’obiettivo di superare le immancabili difficoltà insite nella barriera linguistica, soprattutto con la terminologia finanziaria, e creare un punto di riferimento fiduciario per le necessità di chi si è stabilito in Italia o di chi si trova è temporaneamente nel nostro Paese.

Veneto Banca, da sempre attenta a questi aspetti, ha dato vita a prodotti specifici come il “Conto Libero International”, che permette il trasferimento gratuito di denaro nei paesi di origine, sfruttando la presenza del Gruppo in Romania, con le filiali Veneto Banca, in Moldavia, con le agenzie Eximbank, in Albania con Veneto Banca Sh.A. e in Croazia con gli sportelli Veneto Banka Croazia: un network strategico per offrire opportunità e sicurezze ai bisogni finanziari delle due comunità.

Il Gruppo Veneto Banca è una delle prime 12 realtà bancarie italiane per masse amministrate.
Oggi il Gruppo conta 7 banche: la capogruppo Veneto Banca, operativa nel Nord Italia, nelle Marche, in Umbria, nella città di Roma e, dopo la recente fusione per incorporazione della controllata Banca Italo Romena, nei principali centri della Romania; Banca Apulia, con filiali in Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Campania; Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni, con filiali in numerose città italiane dedicate al private banking e al wealth management; Banca IPIBI, con la sua rete di uffici e promotori finanziari presenti in tutta Italia; le tre banche estere Veneto Banka Croazia, Veneto Banka Albania e la moldava Eximbank.
La mission del Gruppo è essere una realtà innovativa, leader nei propri territori, capace di fornire servizi di qualità e di generare, con etica e responsabilità, valore nel tempo per soci, clienti e dipendenti.

Contatti:
Ufficio Stampa Gruppo Veneto Banca
Mirella Piva, tel. 0423 283366, mirella.piva@venetobanca.it
Valentina Gatto, tel. 0423 283774 valentina.gatto@venetobanca.it

Un voto – 100.000 aiuti concreti – Summer Edition‏

Banca UniCredit, pentru sustinerea asociatiilor de voluntariat, pune la dispozitie suma de 100.000 euro ca titlu de donatie, suma care v-a fi distribuita asociatiilor care sau inregistrat la serviciul www.ilMioDono.it

Aceasta suma v-a fi distribuita de UniCredit, in functie de preferintele pe care le primeste fiecare din organizatile inregistrate la serviciul www.ilMioDono.it in perioada de valabilitate a initiativei, prin exprimarea votului de preferinta si vor fi luate in considerare, doar cele manifestate in perioada 5 Iunie 2014 - 7 Iulie 2014

Initiativa incepe pe 5 Iunie 2014 si se termina pe 7 Iulie 2014.

Pentru a exprima preferinta dumneavoastra pentru Asociatia FILANTROPIA Onlus, trebuie sa accesati pe link-ul de pe “home page” al asociatiei

INTRA AICI CA SA VOTEZI

in perioada 5 Iunie 2014 - 7 Iulie 2014 si sa urmati instructiunile prezentate in continuare.

Sistemul permite votarea si in mod direct de pe principalele platforme sociale (Facebook si Google Plus) sau prin e-mail.

Pentru cei care aleg optiunea de a vota prin e-mail, v-a trebui completat un “form” unde trebuie sa introduca (numele, prenumele si adresa de e-mail) dupa care v-a primi un e-mail cu un link pe care trebuie sa-l confirmati.

Pentru eventuale informatii puteti scrie la adresa e-mail: presidente@filantropiaonlus.it

Suma de € 100.000 v-a fi distribuita la inchiderea initiativei, nu mai devreme de data 30 noiembrie 2014, la toate organizatiile presente pe site-ul www.ilMioDono.it care au obtinut cel putin o suta de voturi in perioada de valabilitate a initiativei.

Stabilirea sumei care v-a fi destinata la fiecare asociatie in parte, v-a fi determinata in proportie de voturile primite (exemplu: daca ar rezulta beneficiare 100 de asociatii si fiecare dintre ele au primit 100 de voturi fiecare dintre ele primeste €1.000) – in orice caz suma destinata unei singure asociatii nu v-a putea depasi 10.000 euro

Lista cu asociatiile beneficiare de o anumita parte din suma pusa la dispozitie de UniCredit, v-a fi publicata pe site-ul www.ilMioDono.it pana la sfarsitul lunei iulie 2014.

Sumele respective, vor fi virate in contul bancar UniCredit intestat asociatiei beneficiare, pana pe data de 30 noiembrie 2014.

Noi, ca Filantropia Onlus, ne facem datoria de constiinta, de a va informa in acest sens prin toate mijloacele de comunicatii de care dispunem, comunicate stampa, passa parola, volantini, e-mail, social network (facebook, messenger, ecc.) cu scopul de a sensibiliza comunitatea de romani si opinia publica in general, in vederea participarii la aceasta initiativa.

Initiativa v-a avea succes, doar daca fiecare dintre noi v-a mediatiza aceasta initiativa, votand ASOCIATIA FILANTROPIA ONLUS si in acelasi timp implicand reteaua dumneavoastra de prietenii, cunoscuti, sustinatori ai sectorului de voluntariat, rude, etc., prin toate canalele posibile, cum ar fi:
e-mail si/sau sms persoanelor cunoscute;
Social Network “Prieteni”
Newsletter
passaparola

Va multumim pentru colaborare.

Adrian Teodorescu
Presidente dell'Associazione Filantropia Onlus

domenica 29 giugno 2014

Blue Air: Voli da Bologna per la Romania

Presentati i voli Blue Air da Bologna per la Romania. La più importante compagnia aerea low cost di bandiera rumena, rappresentata in Italia da Cim Air, vola da Bologna in Romania raggiungendo l’aeroporto Otopeni di Bucarest 4 volte alla settimana nelle giornate di Lunedì, Mercoledì, Venerdì e Domenica con partenza alle ore 14:30. Il vettore collega inoltre il capoluogo bolognese e la città di Bacau con 3 frequenze settimanali: il Lunedì e Mercoledì con partenza alle ore 10:35, ed il Sabato alle ore 18:05. La presentazione è avvenuta a margine della prima edizione del roadshow Blue Air dedicato agli agenti di viaggi, giunto oggi a Bologna. Il tour, partito da Cuneo, toccherà prossimamente altre città italiane. Questa prima edizione si caratterizza per la partecipazione degli scali aeroportuali italiani da cui opera Blue Air. La tappa felsinea si è segnalata per la presenza, oltre che della SAB, anche dell’Ente Nazionale per il Turismo della Romania.

“Le agenzie di viaggio italiane sono dei partner molto preziosi per Blue Air, per questo stiamo lavorando ogni giorno a stretto contatto con loro. I prodotti Blue Air sono infatti disponibili alle agenzie attraverso molteplici canali in modo da soddisfare al meglio le esigenze degli agenti di viaggio. Il roadshow intende presentare il prodotto Blue Air con il patrocinio dello scalo ospitante, in questo caso l’Aeroporto di Bologna, ed incrementarne la penetrazione sul territorio - ha affermato Adrian Duru, product manager di Cim Air, il rappresentante italiano del vettore rumeno - Il roadshow rappresenta quindi un’ottima opportunità sia per promuovere i voli da Bologna per Bucarest e Bacau, sia per ricordare che abbiamo aumentato la nostra offerta regionale sviluppando rotte per la Romania anche da altre città Italiane. Vogliamo inoltre far conoscere la compagnia e la particolarità del suo modello di business ‘smart flying’, in grado di fornire alla propria clientela servizi su misura, superiori alla concorrenza ed a prezzi molto accessibili”.

“La cooperazione tra Aeroporto di Bologna e Blue Air – ha aggiunto Antonello Bonolis, Direttore Business Aviation e Comunicazione esterna dell’Aeroporto di Bologna - è ormai pluriennale e consolidata e in questi anni ha dato significativi risultati. I voli per Bacau e Bucarest rivestono per noi una duplice importanza: per la forte componente rumena sul nostro territorio e per le sempre maggiori relazioni industriali tra la nostra catchment area e la Romania”.

(Ufficio Stampa Cim Air - Aeroporto di Bologna)

Fonte: MD80

Castelbuono: Consegnati libri in lingua rumena alla biblioteca comunale


Pubblicato il: martedì 24 giugno, 2014 Castelbuono Cultura

Sabato 14 giugno nel cortile dell’ex monastero di Santa Venera si è svolta la formale consegna di libri in lingua rumena alla biblioteca comunale di Castelbuono e destinati alla comunità rumena locale. E’ il parziale coronamento del progetto “Alfabetizzazione” patrocinato dai Rotary Clubs dell’area Panormus a favore delle comunità non italiane presenti sul territorio che si articola su Palermo e su Castelbuono. In particolare, a Castelbuono è stato stipulato un protocollo di intesa tra il Rotary e l’Amm.ne Comunale in virtù del quale il Rotary avrebbe donato due librerie alla biblioteca comunale, presso la quale le comunità non italiane potranno essere accolte per incontrarsi, socializzare ed approfondire le proprie conoscenze della cultura italiana e siciliana.

La formale consegna è avvenuta nel pomeriggio alla presenza del Sindaco, di alcuni Assessori comunali, del Consiglio di Biblioteca, IMG_1867di alcuni dipendenti, di alcuni rappresentanti del Rotary Club Palermo – Parco delle Madonie e soprattutto di una cospicua rappresentanza della comunità rumena di Castelbuono. A consegnare i libri la Dr.ssa Viorica Vasile, Rumena di Sinaia, già presidente del Rotary Club di Sinaia, interessata e stimolata da Pino Abbate negli incontri avuti a Castelbuono ed in Romania. La Vasile si è fatta carico di raccogliere una notevole quantità di testi, alcuni dei quali destinati all’infanzia , e ha voluto omaggiarli personalmente venendo di proposito a Castelbuono.

Visibili i segni della commozione negli occhi degli intervenuti per il gesto e per l’accoglienza che Castelbuono riserva sempre alle comunità più svantaggiate. Le due librerie si arricchiranno di altri testi che la Dr.ssa Vasile ha promesso di portare in altre visite a Castelbuono e soprattutto di quelli che ciascun rumeno, di ritorno dalla propria nazione vorrà portare dal suo paese d’origine.

Un sentito ringraziamento ed apprezzamento è stato da tutti rivolto alla carissima Viorica per il suo personale impegno verso i propri connazionali, con l’augurio che i membri della comunità rumena abbiano apprezzato l’iniziativa e frequentino la biblioteca.

Fonte: CefalùWeb

Romania e Italia: soluzione scaccia-crisi?

Bucarest (Dennis Jarvis/Flickr)
Matteo Tacconi 3 giugno 2014

Dopo l’onda lunga della crisi, la spinta dell’Europa e la ripartenza di un paese in cui le aziende italiane hanno investito molto. Intervista a Giulio Bertola, vice presidente vicario di Confindustria Romania.
La crisi globale non ha risparmiato né l’Italia, né la Romania. Entrambi i paesi, quando nel 2008 è iniziata l’attuale congiuntura, la più grave dalla grande depressione del 1929, hanno avuto contraccolpi pesanti. Le conseguenze, dati i legami economici profondi tra Roma e Bucarest, sono subito emerse nella loro portata. C’è stato un rallentamento degli investimenti italiani e un parallelo indebolimento del retroterra romeno, dove molte delle imprese italiane, specialmente quelle con sede nel Nordest, hanno messo le radici nel corso degli anni. Ma oggi, con la crisi che sembra volgere verso la fine, com’è la situazione? Le attività italiane sono sulla via della ripresa? La Romania s’è messa alle spalle i problemi economici? Lo abbiamo chiesto a Giulio Bertola, vice presidente vicario di Confindustria Romania.
Il dato sulla presenza economica italiana in Romania è superiore o inferiore rispetto a quello pre-crisi?
La congiuntura economica mondiale ha influito negativamente anche sulla presenza delle imprese a partecipazione italiana in Romania. Oggi ci sono circa 17mila imprese, mentre prima del 2008 erano sulle ventimila. Tutto questo, comunque, non ha intaccato l’importanza storica che la Romania riveste come polo attrattivo degli investimenti italiani. L’Italia continua a essere, da oltre dieci anni, il principale paese investitore per numero di aziende registrate (a livello di volumi totali la Banca centrale romena indica che nel 2012 l’Italia era il quinto paese investitore).
L’area di Timișoara, un polo molto importante per gli investimenti italiani, che dinamiche ha registrato in questi ultimi tempi?
È difficile disporre di dati precisi, specie quando, come nel caso italiano, si ha a che fare con tante piccole e medie imprese. I numeri di cui si dispone rivelano in ogni caso che negli ultimi anni si è assistito a un leggero calo della presenza italiana a Timiş, il distretto che si snoda intorno a Timișoara. Nel 2010 le aziende operanti erano 2462, oggi ce ne sono 2076. L’importanza del distretto, dove c’è il tasso di disoccupazione più basso del paese (neanche il 2%), non è comunque in discussione. A Timiş e nelle contee limitrofe (Arad, Bihor, Cluj) si concentra oltre un terzo della presenza imprenditoriale italiana in Romania.
Si tende a dire che la Romania non sarebbe più così attraente per le aziende italiane, dato che, da quando Bucarest è entrata nell’UE, i salari e il costo del lavoro sono aumentati. Al tempo stesso c’è la concorrenza che arriva da paesi come la Serbia, la Bulgaria o gli stati del Maghreb, dove un’impresa, sul fronte dei costi, può trarre maggiori vantaggi. È così?
No, non credo sia questo il caso. Per un investitore italiano la Romania rimane la scelta migliore, al di là del discorso sui costi del lavoro. Il Maghreb pone sicuramente dei dubbi sulla stabilità politica, per un investimento a lungo termine. Per quanto riguarda la Bulgaria, dal 2007 a oggi la produzione industriale nel paese ha subito un lieve calo mentre in Romania, nonostante la congiuntura economica internazionale sfavorevole, ha continuato a crescere. Questo dato è significativo e sta a indicare come l’ambiente economico-industriale romeno sia stato in grado di reagire bene alla crisi. Da non tralasciare poi il fatto che Bucarest, sulla base della nuova programmazione europea, che copre il periodo 2014-2020, registrerà un afflusso di fondi strutturali maggiore che in passato.
L’Italia è un caso sui generis, o anche gli altri investitori hanno rallentato le attività?
Gli investimenti diretti esteri in Romania registrano da tre anni un trend decrescente e hanno ormai raggiunto il livello minimo degli ultimi sei anni. Ma, detto questo, gli investimenti di un certo peso non mancano. La Bosch per esempio sta investendo a Jucu (Cluj) in una fabbrica di componenti elettriche per autovetture. L’investimento ammonterà a circa 77 milioni di euro e dovrebbe portare alla creazione di duemila posti di lavoro. Il gruppo statunitense ICCO ha inaugurato nel parco industriale di Ghimbav, nella provincia di Brasov, il primo tipo di progetto privato di “rete intelligente” in Romania, investendo undici milioni di euro. La società ceca CEZ ha completato il parco eolico di Fantanele-Cogealac, il più grande dell’Europa continentale, con una capacità installata di 600 megawatt. Tra i nostri gruppi, invece, De Longhi ha acquistato a fine 2011 lo stabilimento produttivo dal gruppo finlandese Nokia, che ha lasciato la Romania. L’investimento è di circa 30 milioni di euro. Circa mille i posti di lavoro generati. Insomma, c’è una certa vivacità anche al tempo della crisi.
La Romania sta tornado a crescere. Nel 2013 il Pil ha avuto un’espansione importante, superando il 3% e andando oltre le migliori previsioni. Nelle città principali c’è ormai una classe media che guarda ai consumi e ai prodotti di qualità. Le imprese italiane stanno tentando di promuovere, in virtù di questo, anche attività orientate a servire il mercato?
Le aziende italiane in Romania hanno superato da almeno cinque anni quella fase in cui il principale scopo era la ricerca del semplice vantaggio sul costo del lavoro. La nuova e più moderna visione di business è caratterizzata da un’internazionalizzazione più evoluta, finalizzata a posizionare l'azienda italiana in modo permanente nell'economia romena. C’è da auspicarsi che la maggior parte degli imprenditori italiani adottino questa strategia nel futuro prossimo. La Romania è il maggiore mercato del sudest europeo, i redditi pro-capite sono in costante crescita, come la domanda interna e il consumo finale.

Fonte: Osservatorio Balcani e Caucaso 

Crescono i consumi di vini in Romania.Oltre 40% è italiano

Paese è anche terra conquista produttori. Fra questi Antinori
27 giugno

(ANSA) - ROMA - C'è ancora spazio per far crescere l'interscambio tra Italia e Romania. E questa volta a fare da traino potrebbero essere i vini. Un mercato su cui Bucarest sta puntando, che registra dati in crescita, con consumi interni e produzione in aumento, importazioni in espansione, e un buon posizionamento dei vini italiani che rappresentano il 40% degli acquisti esteri del Paese. ''E' solo l'inizio'', commenta ad ANSA Nuova Europa il segretario di Stato all'Economia romeno, Bogdan Pandelica, a margine di un incontro tenutosi a Roma, tutto dedicato ai vini della Romania. ''Il nostro interscambio - ricorda - vale 11,8 miliardi. E sono certo che anche in questo campo potremo fare di più''. Con quasi 38 mila aziende presenti in Romania, l'Italia è il secondo partner commerciale dopo la Germania. ''Il nostro obiettivo - sostiene Pandelica - è ora quello di far conoscere al pubblico italiano la qualità dei nostri vini''. Perché se è vero che il Made in Italy piace e viene sempre più apprezzato dai consumatori romeni, gli acquisti italiani di vino romeno non hanno certo raggiunto cifre da capogiro. Con 5 milioni di ettolitri l'anno, la Romania è settimo produttore europeo e sesto per superficie vitata in Ue (con 243 mila ettari). ''Lo scorso anno - prosegue Pandelica - il nostro export è salito, arrivando a 16,5 milioni di euro, mentre l'import ha raggiunto il valore di 38 milioni di euro''. Si tratta di un mercato, afferma Marinela Vasilica Ardelean, primo sommelier di Romania 2014, che offre dunque molte possibilità, in continua mutazione sia in termini di palato del pubblico, sia in termini qualitativi. ''In passato - continua Ardelean, che è anche brand manager della cantina veneta Foss Marai - si facevano vini per l'Urss, carichi di alcool e molto dolci. Dalla fine del comunismo, invece, anche grazie ai fondi strutturali europei, c'è stata tutta un'opera di recupero dei vitigni autoctoni e di quelli internazionali''. A bere vino in Romania - che oggi esporta anche verso i Brics - sono soprattutto consumatori che hanno oltre 30 anni. ''Soprattutto per motivi di budget''. Su molti vini importati, infatti, esiste un ricarico anche fino al 300%, il che rende più difficile l'acquisto da parte dei giovani''. Anche i vini italiani iniziano ad essere meglio compresi dal mercato locale, ''ma la qualità di quelli importati rimane purtroppo ancora troppo bassa'', sostiene Ardelean. Sugli scaffali il Made in Italy si trova a dovere competere soprattutto con il Cile, la Francia, Sud Africa e Spagna. Con le sue otto regioni vinicole, 5 vitigni autoctoni e 9 internazionali, la Romania ha attirato anche diversi produttori europei. Tra questi anche cinque italiani. Uno su tutti, Antinori che attualmente produce per il mercato interno'', conclude Ardelean che in ottobre al Merano WineFest presenterà il suo volume dedicato all'abbinamento tra 50 etichette romene da lei selezionate e 50 piatti italiani d'eccellenza.

Fonte: ANSA

Muore un romeno nel Messinese

L'INCIDENTE LUNGO LA PROVINCIALE 17
Investito mentre attraversa la strada

Martedì 24 Giugno 2014
Quando sono giunti i sanitari del 118 ormai per lui non c'era nulla da fare.

MESSINA - Un cittadino romeno Cioran Marin, 55 anni, è morto dopo essere stato investito ieri sera sulla strada provinciale 17 che da Santa Teresa di Riva (Me) va a Savoca (Me). L'uomo stava attraversando la strada quando nei pressi del depuratore consortile è stato centrato da una Fiat punto guidata da un giovane. Quando sono giunti i sanitari del 118 ormai per lui non c'era nulla da fare.

Fonte: LiveSicilia

Furgone si schianta sull'A3. Muoiono tre braccianti agricoli

Vibo Valentia

Sono tre, un'italiana e due romene, le vittime dell'incidente avvenuto stamani sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria

25 giugno 2014

Sono morte tre braccianti, un'italiana e due romene, nell'incidente avvenuto stamattina sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria. Sul furgone, oltre alla donna italiana, viaggiavano altre quattro donne ed un uomo, tutti di nazionalità romena, che erano diretti a Pizzo Calabro per lavorare nei campi.

La dinamica
Il furgone è sbandato per cause ancora da accertare, giunto a circa 500 metri dallo svincolo per Sant'Onofrio, andando poi a schiantarsi violentemente contro un guardrail.

Le braccianti
Il gruppo, residente nella Piana di Gioia Tauro, fra i centri di Rosarno (Rc) e Laureana di Borrello (Rc), si stava recando al lavoro in un terreno agricolo nel territorio in cui le donne facevano da braccianti.

Le vittime
L'incidente non ha coinvolto altri veicoli, ma è costato la vita a Rosa Sgrò, 42 anni, di Laureana di Borrello, che era alla guida del mezzo, Petrika Marsa (27) e Elena Romila (39). Ci sono anche 3 feriti, ricoverati nell'ospedale di Vibo Valentia, che appartengono a un unico gruppo familiare.

Fonte: RaiNews

Campiglia, automobilista muore schiacciato nello scontro fra due tir

È SUCCESSO ALLE 11.40 DI STAMANI 23 GIUGNO
LUNEDÌ, 23 GIUGNO 2014  - CRONACA

Incidente in Lucchesia
Dramma sulla vecchia Aurelia

CAMPIGLIA MARITTIMA (LI) – I. H., 61 anni, rumeno, ha perso la vita oggi 23 giugno, verso le 11.40 del mattino, in un incidente stradale: la sua auto è rimasta schiacciata in un tamponamento tra due Tir.

È successo lungo la cosiddetta vecchia Aurelia, ossia la strada provinciale 39, in comune di Campiglia Marittima, al chilometro 250 + 200. Secondo una prima ricostruzione l’auto sarebbe rimasta coinvolta in un tamponamento tra due mezzi pesanti che trasportavano ghiaia.

Nel pomeriggio, tuttavia, la dinamica era ancora al vaglio della polizia stradale. Sul posto è intervenuta la polizia stradale che ha effettuato i rilievi, ma anche tre ambulanze e una squadra di vigili del fuoco. La strada è rimasta chiusa al traffico nel tratto interessato dall’incidente fino alle 15.30.

Fonte: FirenzePost

Auto in bilico, salvati 3 adulti 2 bimbi

(foto: ANSA)
Intervento vigili del fuoco che mettono in sicurezza vettura

COSENZA
25 giugno 2014

(ANSA) - COSENZA, 25 GIU - Cinque persone di nazionalità romena, tra le quali due bambini, sono stati salvati dai vigili del fuoco di Cosenza dopo che l'auto sulla quale viaggiavano è rimasta in bilico su una scarpata. A dare l'allarme è stata una pattuglia della polizia municipale che ha notato la vettura ed ha subito chiamato i vigili del fuoco. Questi ultimi hanno messo in sicurezza la vettura assicurandola ad un loro mezzo e poi hanno fatto scendere i passeggeri sani e salvi.

Fonte: ANSA

Pe scurt...

Pe 14 iunie la Castelbuono (PA), Club Rotary Parco delle Madonie a donat texte în limbă română bibliotecii comunale, punându-le la dispoziția întregii comunități, române și italiene.
Citește știrea pe Castelbuono.org .


Un român de 34 ani din Palma di Montechiaro (AG), Daniel Roșu, a fost găsit mort sâmbătă dimineață 14 iunie în mașina sa Mercedes Cl. A, dat dispărut de soție de vineri după-amiază. Corpul bărbatului nu prezintă semne de violență. Autopsia va indica motivul decesului.
Citește știrea pe AgrigentoWeb .



Un muncitor român de 40 de ani a căzut de la câțiva metri în timp ce lucra la un zid: este în stare gravă. Accidentul a avut loc vineri 14 iunie după-amiază în zona Muoio la Agropoli (SA). Victima a fost transportată în eliambulanta la spitalul di Nocera Inferiore, unde este încă în stare critică prezentând leziuni grave.
Citește știrea pe Giornale del Cilento .


Un român de 51 ani s-a accidentat grav la locul de muncă la firma metalmecanică 2VI Srl din Roncà (VR). În tura de dimineață din 10 iunie, în timp ce lucra la presa mecanică și-a prins mâna zdrobindu-și-o. Dus de urgență cu elicopterul la spitalul din Borgo Trento, a fost supus unei delicate intervenții chirurgicale pentru a-i uni artul amputat, cu un timp de reuperare de 90 zile.
Citește știrea pe Veronasera .


Un român de 45 ani a fost lovit de o mașină, care nu s-a oprit, în timp ce mergea pe marginea străzii Ispica-Pozzallo. Accidentul a avut loc în seară de 8 iunie la aproximativ oră 22. Românul va rămâne internat în spitalul Maggiore din Modica (RG) timp de 10 zile.
Citește știrea pe Quotidiano di Ragusa .


Un ciclist român de 24 ani a fost lovit de o BMW în dimineața de 10 iunie în Fossignano, Aprilia și se află internat în stare gravă în Clinica Città di Aprilia. La locul accidentului a intervenit poliția pentru constatările cazului.
Citește știrea pe H24Notizie .


Un român de 21 ani a fost rănit în dimineața din 10 iunie de un balon de apă aruncat de la o fereastră a liceului Nautic di Cagliari pe mașina sa Peugeot în mers. Impactul violent a produs spargerea un geam lateral, accidentând ușor șoferul. Gluma studenților ar fi putut avea consecințe mult mai grave.
Citește știrea pe L'Unione Sarda .


Un român de 26 ani a fost internat în seara de 9 iunie cu răni prin înjunghiere la picioare și la cap. Nu este în pericol de viață. Poliția din Montesilvano (PE) investighează.
Citește știrea pe Agi.it .


O tânără româncă din Baiano (AV), după o ceartă cu prietenul său pe 14 iunie, s-a rănit înjunghiindu-se la gât. Salvată de prietenul său și transportată urgent la spitalul di Nola, a prezentat răni vindecabile în 15 zile.
Citește știrea pe Irpinia24 .


Funcționar public italian de 60 de ani din Zeme (PV) își ia concediu medical de la locul de muncă pentru a însoți o prostituată româncă pe stradă.
Urmărit și oprit de poliție pe 4 iunie, după două luni de anchetă, bărbatul a fost denunțat pentru complicitate în prostituție și fraudă agravată împotriva statului.
Citește știrea pe La Provincia Pavese .

martedì 24 giugno 2014

Albenga: mostra Internazionale d'Arte Contemporanea

EVENTI | lunedì 23 giugno 2014

Albenga: mostra Internazionale d'Arte Contemporanea

Fino al 28 Giugno sarà visitabile la mostra in via Giuseppe Cottalasso 4 nel Centro Storico di Albenga

L’artista rumeno Constantin Stan Neacsu, da anni residente in Italia, rende omaggio con una Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea ad alcuni dei suoi tanti amici che, come lui, in diversi Paesi del mondo, con il loro lavoro promuovono quotidianamente l’arte e la cultura.

La location è la galleria spazio "Cottalasso4you" del Circolo “Amici nell'Arte” e la mostra è curata dallo stesso Neacsu.

Nello spazio espositivo si potranno ammirare le opere di 18 artisti internazionali provenienti dalla Romania, Serbia, Germania, Marocco, Cina, Brasile, Guatemala ed Italia.

Artisti
Torino Bocaniciu, Viorica Boitor, Lucia Calinescu, Adrian Chira, Dorothea Fleiss, Chen Li, Helena Manzan, Wafaa Mezour, Constantin Stan Neacsu, Mariana Papara, Fiorella Perini, Borko Petrovic, Ecaterina Popa, Antonella Prota Giurleo, Cristian Sima, Carmen Spigno, Vasile Tolan e Mihai Topescu.

Sede espositiva in via Giuseppe Cottalasso 4 nel Centro Storico di Albenga.
cs

Fonte: Savona News

La scuola sotto gli alberi - estate 2014‏

LA SCUOLA SOTTO GLI ALBERI

L’associazione Città Meticcia organizza anche per quest’anno il centro estivo
“La scuola sotto gli alberi” rivolto a minori immigrati e non delle scuole
elementari

Dal 24 giugno al 2 agosto 2014 dalle ore 9.00 alle ore 17.00
presso la Rocca Brancaleone-Ravenna

Le attività organizzate comprendono: aiuto nello svolgimento dei compiti estivi e sostegno dell’apprendimento della lingua italiana, laboratori creativi, teatro, animazione e attività sportive.
La partecipazione è gratuita e sarà predisposto un servizio di pulmino per l’accompagnamento dei bambini.

In caso di maltempo le attività verranno svolte presso la sala A in via Sant’Alberto 73.
Si chiede alle famiglie di provvedere al pranzo dei bambini.

Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a:
Associazione Città Meticcia
tel: 338 1554196, 3287431443
Si ringrazia il forno Coccinella per le merende e la Coop Adriatica per le bibite

Mercato, la Savino Del Bene Scandicci scalda l’estate: arriva Daiana Muresan


24 giugno 2014
Sport Volley
Daiana Muresan

Daiana Muresan
Il solstizio d’estate regala un bel raggio sorriso al volley fiorentino. Arriva, infatti, da Ornavasso la schiacciatrice Daiana Muresan, classe 1990 ma già con un curriculum da veterana. Infatti dal suo club primo club il Css Timosoara, Daiana è sempre stata protagonista sia nelle squadre di club che in Nazionale. La forte attaccante rumena appena 14enne era già stata convocata a rappresentare il suo Paese. Da quel momento acquisisce esperienza nelle giovanili del CSU Metal Galați (2004): con lo stesso club, nel 2007/2008, fa il suo esordio nella massima serie aggiudicandosi tre scudetti consecutivi e due coppe nazionali; nel 2007 entra a far parte della nazionale maggiore rumena. Nella stagione 2010-11 si trasferisce all’estero, in Polonia, nel AZS Białystok. Inizia così ad accumulare ancora più esperienza. Nell’annata 2011-12 arriva in Italia, vestendo la maglia del Volley 2002 Forlì, in Serie A2, mentre nella stagione successiva viene ingaggiata dal Robursport Volley Pesaro, in Serie A1. Daiana gioca bene anche da opposta dando valide alternative ai propri coach. La passata stagione indossa la maglia della neopromossa Pallavolo Ornavasso dove inizia a lavora Massimo Bellano come opposta. Lavoro che continuerà anche nella stagione 2014/2015 alla Savino Del Bene. Per alcuni allenatori di Serie A1 nella scorsa stagione è stata una delle migliori giocatrici nel suo ruolo e questo non puo’ che rendere felice lo staff tecnico della Savino Del Bene. Tecnicamente c’è la certezza di aver acquisito le prestazioni di un opposto dalle grandi qualità in attacco e a muro. In attacco garantisce altezze di colpo e molta varietà nelle direzioni. A muro è bravissima nell’uno contro uno che in coppia. Un difetto? Deve migliorare in difesa. La speranza che dopo le stagioni positive di Pesaro e Ornavasso questa sia quella della definitiva consacrazione. Benvenuta a Scandicci: Daiana Giorgiana Muresan.

Fonte: Savino del Bene Scandicci Volley

lunedì 23 giugno 2014

Festival "teatROmania_emersioni sceniche", 27-29 giugno 2014‏

Comunicato stampa
ACCADEMIA DI ROMANIA IN ROMA
Piazza José de San Martin, no 1

www.teatromania.info

IV edizione, 27-29 giugno 2014
Accademia di Romania, Villa Borghese, Roma

Anche quest’anno l’Accademia di Romania a Villa Borghese ospita il giovane festival “teatROmania_emersioni sceniche” organizzato insieme alla compagnia Telluris, il FIRI (Forum degli Intellettuali romeni in Italia) e sostenuto dall’Istituto Culturale Romeno di Bucarest. L’edizione 2014 si propone di consolidare la continuità dell’iniziativa nella stagione estiva romana, all’insegna del dialogo interculturale e del pluralismo di linguaggi scenici.

Il progetto nasce nel 2010 dall’iniziativa congiunta di due associazioni culturali, la Telluris Associati di Pontedera e FIRI di Roma, in collaborazione con l’Accademia di Romania, che ospita la manifestazione nei suoi bellissimi spazi. La scommessa è quella di stimolare il dialogo italo-romeno intorno al teatro come luogo privilegiato di indagine, confronto e condivisione: una possibilità di incontro tra compagnie teatrali, artisti e pubblico che consente di approfondire la conoscenza reciproca. Non si tratta soltanto di ospitare una rassegna di teatro estero o dell’Est, ma di portare sulla stessa scena compagnie e artisti provenienti da tradizioni teatrali diverse, capaci di offrire al pubblico di Roma fermenti culturali di qualità e rilevanti per il confronto critico con la contemporaneità.

Dopo il grande successo di pubblico dello scorso anno, la proposta artistica della quarta edizione comprende spettacoli in prima nazionale che mettono in risalto scelte drammaturgiche innovative, è il caso della piece di Matei Vișniec Del sesso della donna come campo di battaglia, interpretato dalle bravissime Irina Bodea Radu e Bianca Holobuț, un dramma sul femminile e la guerra di Bosnia. Monologhi e dialoghi si intrecciano passando dalla lettura di appunti alla comunicazione diretta col pubblico. Flussi mnemonici e sedimentazioni psichiche disegnano due ritratti femminili, Kate e
Dorra, che faticano a conciliarsi con la propria condizione, in un’insolita forma di terapia a due.
Diverso registro per un altro spettacolo in prima nazionale, Aspettando Alice, di e con Oana Mardare, nella regia di Doru Taloș, della compagnia indipendente Atelier45. Con questo lavoro, incentrato sull’innocenza ludica dell’infanzia vista come risorsa salvifica, viene riaffermata la caratteristica del Festival di dare visibilità alle produzioni indipendenti d’eccellenza della giovane generazione teatrale romena.

La novità di quest’anno è lo spettacolo dedicato a bambini e famiglie Ombre nel bosco della compagnia Telluris Associati, ispirato al mondo onirico e immaginifico delle fiabe tradizionali dell’Est Europa. Uno spettacolo suggestivo di luci e ombre, in cui i personaggi reali o immaginati, ci parlano di un reale accaduto o potenziale, in cui intuito e istinto servono per strappare la verità alle cose e divenire custodi del fuoco creativo in una nuova e intima conoscenza dei cicli della vita, della morte, e della rinascita della natura. Un’attenzione per il giovane pubblico anche nell’ambito di teatROmania, a cui la compagnia Telluris dedica molta della sua attività di formazione e produzione.

Un altro appuntamento con il mondo della fiaba è rappresentato dallo spettacolo Giovinezza senza vecchiaia e vita senza morte (prima assoluta), prodotto dalla compagnia milanese Wasabi, in collaborazione con teatROmania_emersioni sceniche, di e con Vlad Scolari, voce Alice Protto, musiche dal vivo di Federico Branca Bonelli. Una fiaba unica della cultura romena, presentata qui nella forma di un primo studio - un reading con musica e voci tale da consentirci di esplorare il racconto, di comprenderne il senso e di immergerci in un nuovo immaginario fantastico. Così Wasabi continua il suo viaggio in quello spazio di mediazione culturale tra Oriente e Occidente che è la cultura romena, con una produzione in collaborazione col Festival.

Infine, La favola di un’altra giovinezza, una performance brillante, diretta e interpretata da Eliana Cantone, propone un intreccio tra letteratura, cinema e teatro a partire dalla narrazione di Mircea Eliade e dall'omonimo film di Francis Ford Coppola. Una favola insolita e paradossale, un viaggio in chiave ironica ed onirica verso la ricerca di una seconda possibilità di vita, di un'altra giovinezza. Una fiaba dell'eterno ritorno alla rovescia, che indaga la dimensione mistica e metafisica del vivere quotidiano. La voce dell’attrice si fa strada attraverso una sperimentazione sonora che dal dialetto – un pugliese che sa di straniero, quasi come la colonia italo-rumena da cui proviene il personaggio – e passa al canto, alla nenia, fino alla pura sonorizzazione. Musiche eseguite dal vivo da Elisa Fighera.

Programma

Venerdi 27 giugno, ore 20.00
Giovinezza senza vecchiaia e vita senza morte – prima assoluta
con Vlad Scolari e Alice Protto, musiche dal vivo di Federico Branca Bonelli, testo e regia di Vlad Scolari
produzione Wasabi in collaborazione con il festival teatROmania_emersioni sceniche

ore 21.30
La favola di un’altra giovinezza – prima romana
Spettacolo vincitore del Premio Kilowatt Festival Visionari 2013
Liberamente ispirato a “Un’altra giovinezza” di Mircea Eliade, di e con Eliana Cantone, drammaturgia Giordano Amato, musica dal vivo Elisa Fighera, produzione Il Mutamento Zona Castalia, Torino

Sabato 28 giugno, ore 21.30
Del sesso della donna come campo di battaglia nella guerra di Bosnia – prima nazionale
di Matei Vișniec, con Irina Bodea Radu e Bianca Holobuț, regia Muriel Manea,
produzione Teatrul “I.D. Sîrbu”, Petroșani

Domenica 29 giugno, ore 18.00
Ombre nel bosco – prima romana (spettacolo di teatro ragazzi)
liberamente ispirato alle fiabe dell’Europa Orientale, di e con Tazio Torrini, immagini e regia Letteria Giuffrè, produzione Telluris Associati, Pontedera

ore 21.30
Aspettando Alice ¬– prima nazionale
di e con Oana Mardare, regia Doru Taloș. Produzione Compagnia Atelier45, Cluj

Tutti gli spettacoli sono a ingresso libero.
Ingresso da Viale delle Belle Arti

Ufficio stampa,
Accademia di Romania
Roma, giugno, 2014

In libreria: Geo Vasile. Poesia romena

In anteprima alla Fiera del libro di Imperia
01 Giugno 2014

La scrittura di Geo Vasile penetra con grandi capacità poetiche un periodo complesso che vede la fine del romanticismo e il nascere di fermenti nuovi, difficili e spesso complessi.
I regimi totalitari che coinvolsero tutto il Novecento sfaldarono certezze e negarono libertà. L’arte si trovò quindi a confrontarsi con il surreale, il metafisico, l’incertezza del sé e il desiderio spasmodico di luce. Geo Vasile poeta, italianista e critico, sia nella lirica che nella prosa incide l’animo e ci riporta autori che, “al gravitare” dei tempi, risposero cercando di trovare la realtà nell’impossibile, nel sogno, nella pazzia.
L’autore che nella sua silloge di poesie pubblicata con i tipi della Lietocolle (Como, 2012) interpretava un Orfeo maudit, mendicante in cerca del sublime, inteso come profondità abissale del bene o del male, ci offre ora una inaudita panoramica dei suoi tempi scandagliando nel profondo la lirica dei maggiori rappresentati del secolo, offrendo così al lettore un testo che viene a configurare storia, letteratura, poesia e suggestioni d’immagini di alto lirismo. (Patrizia Garofalo)

Geo Vasile, Poesia romena. Sogno Suono Segno
Saggi & antologia con testo a fronte
Revisione poetica e nota critica di Patrizia Garofalo
EIF, 2014, pp. 620, € 28,00

Fonte: TellusFolio

Chievo e Roma, Stoian ancora in comproprietà

Adrian Stoian (foto archivio)
19.06.2014

VERONA. Il Chievo ha rinnovato per un'altra stagione la comproprietà con la Roma di Adrian Stoian. L'attaccante rumeno resterà al Chievo, titolare della compartecipazione. Ceduto al Sassuolo tutto il cartellino di Alessandro Longhi, terzino sinistro reduce da una stagione da 28 presenze in Serie A in Emilia. Al Chievo va invece tutto Raffaele Pucino, difensore esterno prima a metà proprio col Sassuolo che Giovanni Sartori prese due anni fa dal Varese. Fra le operazioni minori al Chievo vanno anche gli interi cartellini di Domenico Franco e di Salvatore Gallo, dopo gli accordi rispettivamente con Messina e Venezia.

Alessandro De Pietro

Fonte: L'Arena

Siglato protocollo Inas-Filca per tutela ed assistenza

EDILI RUMENI

Da oggi i lavoratori edili rumeni, sia quelli che lavorano in Romania che quelli emigrati in Italia, hanno un prezioso alleato in più, grazie ad un’azione sinergica dell’Inas e della Filca-Cisl nazionali. Nino Sorgi, presidente dell’Istituto nazionale di assistenza sociale della Cisl, e Domenico Pesenti, segretario generale del sindacato dell’edilizia, hanno infatti sottoscritto un accordo, pensato ad hoc per i tantissimi rumeni che in patria o in Italia lavorano nel settore edile. ”. L’intesa partirà da luglio in via sperimentale a Roma, dove è presente la più grande comunità rumena italiana.

La comunità rumena, la più numerosa in Italia, conta più di 1.100.000 persone. Ed il settore edile è tra quelli in cui i lavoratori rumeni sono maggiormente impiegati, con una percentuale superiore al 23%.

“Con questa intesa, sottolinea Domenico Pesenti, intendiamo lavorare insieme all’Inas su più fronti: combattere la discriminazione e lo sfruttamento nel mercato del lavoro, migliorare l’informazione, la consulenza e la tutela relativamente alla sicurezza sociale, garantire i diritti di questi lavoratori rispetto alle prestazioni erogate dalle Casse Edili. Per esempio abbiamo notizia di lavoratori rumeni, già residenti in Italia, che non hanno potuto percepire le prestazioni erogate dalle varie Casse edili, nonostante la prestazione stessa gli fosse stata riconosciuta”.

L’accordo, però, non si limita a tutelare i lavoratori edili rumeni in Italia, ma assiste anche i tanti che, per la crisi economica, sono rientrati in Romania. “Possiamo farlo, dichiara Nino Sorgi, perché l’Inas è presente in Romania da 4 anni con la propria sede di Bucarest e recapiti in città importanti come Craiova, Ploiesti e Potesti”.

19 Giugno 2014

Fonte: Il Diario del Lavoro


Leggi anche:
La Cisl estende il campo d'azione per assistere i lavoratori rumeni nell'edilizia

La congresul Martorilor Lui Iehova principile biblice pentru a ușura ansietate

Martorii lui Iehova
DEPARTAMENTUL PENTRU PRESA

Comunicat de presă 21 iunie 2014

La congresul Martorilor Lui Iehova principile biblice pentru a ușura ansietate

ROMA – A început congresul de trei zile că Martorii lui Iehova țin la Sala de Congrese din Roma, piazzale Hegel n.70. Martorii invită toată comunitatea de limba română din Lazio, Toscana, Abruzzo, Puglia și toate altele regiuni din sud Italia până la Sicilia la congresul anual care analizează cuvintele lui Isus: „Continuați să căutați mai întâi regatul.” Se explica clar cum acest sfat dat mie de ani în urmă poate să aibă chiar astăzi efecte pozitive și concrete asupra societatea actuală, de exemplu pentru a face față îngrijorării. Un moment clou va fi partea finală din duminică după-amiază, „„Nu vă îngrijorați niciodată”, ci continuați să căutați mai întâi Regatul lui Dumnezeu!”

Cel care se ține la Roma este primul dintre cele trei congrese regionale în limba română și a început vineri 20 iunie 2014, la ora 9.20. Următoarele două congrese regionale în limba română vor fi în data 4-6 iulie 2014 la Sala de Congrese din Treviso, Via delle Maleviste 1, San Vitale di Canizzano și în data 11-13 iulie 2014 la Sala de Congrese din Leinì (TO), Via Leopardi 17. Intrarea este liberă. Congresele Martorilor lui Iehova sunt susținute prin donații.

Se estimează că numărul total al prezenților la cele trei congrese în limba romana va fi aproximativ 5000, dintre care, doar la Sala de Congrese din Roma, 2900 de români, romi, moldoveni și maghiari întruniți împreuna în armonie. Martori lui Iehova din Italia au organizat 87 de congrese regionale în 21 de orașe și în mai bine de 13 limbi. La nivel mondial Martorii lui Iehova sunt mai mult de 7.900.000 și sunt repartizați in peste 113.000 de congregații.

Pentru mai multe informații apelați la:
Maurizio Trimboli Tel 339.6197395 - maurtrim@gmail.com
Christian Vanzo Tel 338.3757220 - dep.presa@gmail.com

Mortale sull'Aurelia. Oggi l'autopsia sul 19enne romeno, domani i funerali

23/06/2014

TARQUINIA - Sarà eseguita nella tarda mattinata di oggi, nell'Istituto di medicina legale di Roma, l'autopsia disposta dalla procura della Repubblica di Civitavecchia sul corpo Nicolae Timofte, il ragazzo romeno morto morto nell'incidente avvenuto nel pomeriggio di venerdì scorso sull'Aurelia, nei pressi del bivio per Monte Romano.

Con tutta probabilità, domani a Tarquinia saranno celebrati i funerali del giovane, ai quali parteciperanno i suoi compagni di scuola. Nicolae Timofte era impegnato negli esami di maturità all'istituto professionale di Viterbo.

Intanto, dagli accertamenti eseguiti dai carabinieri starebbe emergendo una dinamica dell'incidente molto diversa da quanto era sembrato in un primo momento: ad invadere la corsia di marcia opposta non sarebbe stata la cinquecento condotta dal ragazzo deceduto, ma la Fiat Punto con a bordo quattro operai, tutti rimasti feriti, uno dei quali in modo grave.

La Fiat Punto seguiva l'utilitaria con a bordo due agricoltori di Tarquinia che ha urtato la Fiat 500 condotta dal 19enne all'altezza dello specchietto retrovisore esterno, causandone un leggero sbandamento. In quel momento sarebbe sopraggiunta la Punto che per non tamponare l'utilitaria si sarebbe spostata sulla corsia opposta, scontrandosi frontalmente con la Fiat 500.

Gli inquirenti attendono di poter ascoltare le persone rimaste ferite per ricostruire esattamente la dinamica del tragico scontro.

Fonte: ViterboNews24

giovedì 19 giugno 2014

„Festival del pensiero in/verso”: lectură de poezie italo-română la Institutul Român de la Veneţia, în cadrul Venice Art Night/ „Festival del pensiero in/verso”: festival di poesia italo-romena all’Istituto Romeno di Venezia, nell’ambito di Venice Art Night


Comunicat de presa

Sâmbătă, 21 iunie 2014, începând cu orele 19,00, în sala „Marian Papahagi” a Institutului Român de Cultură şi Cercetare Umanistică de la Veneţia, va avea loc serata de poezie intitulată „Festival del pensiero in/verso”, eveniment inclus în programul de manifestări Venice Art Night. Invitaţi la eveniment sunt poeţii Severino Bacchin, Bluer (Lorenzo Viscidi), Natasha Bondarenko, Gianfranco Chinellato, Ştefan Damian, Marco Marangoni, Marina Moretti, Enzo Santese, serata fiind coordonată de cel din urmă.

În ziua cea mai lungă a anului, de la apusul soarelui până în miez de noapte, “arta se întoarce pentru a elibera noaptea la Veneția”, mai bine spus artele, mai ales că străzile și piațetele vor fi ocupate de muzică, cinema, literatură, poezie etc., va fi o noapte de contaminare culturală. Printre instituțiile de cultură ce vor rămâne deschise până în miez de noapte se numără muzee, galerii, fundații, spații publice și private, librării, care vor deschide porțile și vor lăsa vizitarea acestora liberă, pentru cei care doresc să-i descopere.

Institutul Român de la Veneţia a început participarea cu evenimente în cadrul Venice Art Night Veneţia din anul 2013, când a organizat o seară muzicală cu titlul “Muzică şi dansuri din timpul dogilor”. Programul de acest an intitulat „Festival del pensiero in/verso” (Festivalul gândului invers/în vers), este constituit sub forma unei serate de poezie coordonate de profesorul, poetul, scriitorul şi criticul de artă Enzo Santese şi va consta într-o întâlnire de poeţi din România, Veneţia şi Trieste.

Evenimentul este organizat de Institutul Român de Cultură şi Cercetare Umanistică de la Veneţia în colaborare cu Universitatea Ca’ Foscari din Veneţia şi Primăria Veneţiei.

Pentru detalii suplimentare:
Alexandru Damian, coordonator proiecte
Tel. +39.041.524.2309
INSTITUTUL ROMÂN DE CULTURĂ ŞI CERCETARE UMANISTICĂ
Palazzo Correr - Cannaregio 2214 (Campo Santa Fosca)
30121 Veneția, ITALIA
-----------------------------------------------------------------------

Comunicato Stampa

„Festival del pensiero in/verso”: festival di poesia italo-romena all’Istituto Romeno di Venezia, nell’ambito di Venice Art Night

Sabato, 21 giugno 2014, dalle ore 19,00, nell’aula „Marian Papahagi” dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, avrà luogo la serata di poesia intitolata „Festival del pensiero in/verso”, evento incluso nell’ambito delle manifestazioni Venice Art Night. Invitati all’evento sono i poeti Severino Bacchin, Bluer (Lorenzo Viscidi), Natasha Bondarenko, Gianfranco Chinellato, Ştefan Damian, Marco Marangoni, Marina Moretti e Enzo Santese, che è anche il coordinatore dell’evento.

Nella più lunga giornata dell’anno, dal tramonto del sole e fino a mezzanotte, „l’arte ritorna per liberare Venezia”, per meglio dire le arti, proprio perché le calli e i campi saranno occupati dalla letteratura, dal cinema dalla musica ecc.; sarà una notte di contaminazione culturale. Tra le istituzioni culturali che resteranno aperte fino a mezzanotte si annoverano musei, gallerie, fondazioni, spazi pubblici e provati, librerie, che lasceranno le porte aperte per essere visitate.

L’Istituto Romeno di Venezia ha iniziato la partecipazione agli eventi di Venice Art Night Venezia già dal 2013, quando ha organizzato una serata musicale intitolata “Musica e balli dei tempi dei dogi”. Il programma di questo anno si intitola il „Festival del pensiero in/verso”, è costituito da una serata di poesia coordinata dal professore, poeta, scrittore e critico d’arte Enzo Santese è sarà un incontro tra poeti romeni, veneziani e triestini.

L’evento è organizzato dall’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia ed il Comune di Venezia.

Per ulteriori dettagli:
Alexandru Damian, coordinatore arti visive
Tel. +39.041.524.2309
ISTITUTO ROMENO DI CULTURA E RICERCA UMANISTICA
Palazzo Correr - Cannaregio 2214 (Campo Santa Fosca)
30121 Venezia, ITALIA

Delegaţie a Ministerului Apărării român aflat în vizită la Roma

Marţi, 17 iunie, ambasadorul Dana Constantinescu a întâmpinat la sediul ambasadei o delegaţie a ministerul Apărării, condusă de Valeriu Nicut, secretar de stat pentru politica de apărare şi planificare.

Delegaţia ministerului Apărării s-a aflat la Roma pentru a participa la Conferinţa Ministerială Internaţională privind sprijinul pentru Forţele Armate Libaneze, organizată de MAE italian, care a avut, în principal, ca obiectiv consolidarea sprijinului oferit Forţelor Armate Libaneze de către comunitatea internaţională, întărirea parteneriatului dintre donatorii internaţionali şi Liban, coordonarea acţiunilor participanţilor la activitate ş.a.

Conducerea misiunii internaţionale ONU de menţinere a păcii în Liban (UNIFIL) este deţinută de Italia, care asigură totodată cel mai numeros contingent de militari. România acordă o importanţă majoră misiunilor ONU de menţinere a păcii în Orientul Mijlociu, iar cooperarea în acest domeniu reprezintă o altă dimensiune a relaţiei bilaterale excelente dintre România şi Italia.

Ambasada României în Italia

Inspectorul General al Poliției Române aflat în vizită la Roma

Marți 17 iunie, ambasadorul Dana Constantinescu l-a întâmpinat pe chestorul general de poliție Petre Tobă, Inspector General în cadrul Inspectoratului General al Poliţiei Române.

Oficialul român se află la Roma pentru a participa la cea de-a XXXI-a ediție a Conferinței Internaționale pentru combaterea traficului de droguri, al cărei obiectiv este schimbul de bune practici în domeniu, coordonarea politicilor și realizarea unei strategii operative eficiente.

Cu prilejul întâlnirii cei doi au analizat colaborarea excelentă la nivel polițienesc între România și Italia, concretizată în rezultate precum recuperarea și returnarea lotului de kosoni românești din Italia, reținerea în România a unui important lider mafiot italian ș.a.

Mai multe informații despre conferință găsiți aici.

Ambasada României în Italia

Turismo, collaborazione tra GAL salentini e rumeni

delegazione gal Tintul Barsei 
di Giuseppe Lavopa pubblicato il 18 giugno 2014

Una delegazione del GAL (Gruppo d’Azione Locale) rumeno Tintul Barsei è in visita sul territorio salentino. Grazie al programma europeo Leonardo da Vinci, gli ospiti provenienti dall’Est europeo apporteranno valore aggiungo al loro territorio, che vanta uno straordinario potenziale turistico e naturalistico.

La rappresentanza è composta da rappresentanti dell’Agentia Metropolitana Brasov. L’Agenzia di Sviluppo Locale della città di Brasov ha dato vita al Gruppo di Azione Locale della Transilvania, con lo scopo di promuovere e sostenere la cooperazione fra attori pubblici, privati e organizzazioni non governative, lo sviluppo sostenibile, economico, sociale e culturale della loro area. Quella degli operatori turistici è la seconda delegazione in visita nel Capo di Leuca: prima di loro, studenti ed insegnanti.

Gli operatori turistici rumeni apprenderanno le metodologie con cui opera il GAL Capo S. Maria di Leuca, soprattutto nell’ambito del progetto dell’Albergo Diffuso di Specchia. Inoltre, saranno avviati eventuali progetti di collaborazione tra il Capo di Leuca e la Transilvania nell’ambito delle botteghe artigiane tradizionali, dell’ospitalità diffusa, dei servizi alla popolazione e dell’agroalimentare locale.

Fonte: Ambient&Ambienti

mercoledì 18 giugno 2014

Expoziţia „Embroidered bed. Floating” de Leontina Rotaru, bursieră „Vasile Pârvan” la Accademia di Romania din Roma, în Mica Galerie a IRCCU Veneția‏ / La mostra „Embroidered bed. Floating” di Leontina Rotaru, Borsista „Vasile Pârvan” dell’Accademia di Romania in Roma, nella Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Venezia‏


COMUNICAT DE PRESĂ

Expoziţia „Embroidered bed. Floating” de Leontina Rotaru,
bursieră „Vasile Pârvan” la Accademia di Romania din Roma, în Mica Galerie a IRCCU Veneția

Joi, 19 iunie a.c., orele 18.00, in Mica Galerie a Institutului Român de Cultură şi Cercetare Umanistică de la Veneția va avea loc vernisajul expoziției „Embroidered bed. Floating” de Leontina Rotaru, bursieră „Vasile Pârvan” la Accademia di Romania din Roma.

Expoziţia reprezintă o cercetare paralelă a proiectului de bursă Vasile Pârvan: „Jurnalul unui pat brodat”, proiect definit prin reprezentarea persoanelor şi a impresiilor avute pe parcursul rezidenței la Roma. Inspirația pentru „Embroided bed. Floating” s-a concretizat după o vizită la Veneția, seria de lucrări fiind concentrată asupra lucrurilor, persoanelor, impresiilor din orașul plutitor.
Ca şi lucrările realizate anterior bursei „Vasile Pârvan”, cele dezvoltate în perioada proiectului, cât şi cele pentru „Embroided bed. Floating” implică un suport foarte liber, folosirea diferitor tipuri de material textil, de la bumbac până la pânză groasă sau brodată, folosită în tapiserie, sau folosind folia de plastic.
Valorizând interacțiunea materialelor descrise mai sus, cu diferite tehnici – cretă, acrilic, pastel sau pigment amestecat cu aracet industrial – şi colorând diverse tipuri de material, precum folia de aluminiu (în acest caz, din motive financiare şi ecologice, este reciclată cea de la cutiile de suc, bere etc.), tema „Embroided bed. Floating” rămâne deschisă interpretării, fiind de tipul work-in-progress.

Leontina Rotaru (n. 1987) este bursieră „Vasile Pârvan” la Accademia di Romania din Roma din 2012. În 2012 a absolvit masterul la Universitatea Națională de Arte Bucureşti, Facultatea de pictură, profesor Cezar Atodiresei, asistent Alexandru Rădvan, București, România, iar în 2010 a dobândit licența la Universitatea Națională de Arte Bucureşti, Facultatea de pictură, profesor Cezar Atodiresei, asistent Alexandru Rădvan, București, România.
A realizat mai multe expoziții personale: Embroided bed. Floating, Accademia di Romania in Roma, Roma, Italia, 2014; Segni Ars Munus, Palazzo Del Vescovado, Segni, Italia, 2013; Oxigen 1 ca artist debutant, Oxigen 1 Eveniment organizat de Alexandru Rădvan şi David Şandor, Artist invitat: Dan Perjovschi, București, România, 2012; Hold your horses, Casa Arte Gallery/ Artists Run Space/ Open Studio, București, România, 2012. De asemenea, a luat parte la numeroase expoziții colective: Expoziţia anuală a bursierilor Vasile Pârvan la Accademia di Romania, Accademia di Romania in Roma, Roma, Italia, 2013; Borderless/ Spazi Aperti 2013, Accademia di Romania in Roma, Roma, Italia, 2013; Safir, Visual Introspection Centre, București, România, 2010; Visual meetings, UNA Gallery, București, România, 2009.

Expoziţia este organizată de Institutul Român de la Veneţia în colaborare cu Accademia di Romania din Roma şi va putea fi vizitată până pe 26 iunie a.c., zilnic între orele 10-18. Intrarea este liberă.

Pentru detalii suplimentare:
Alexandru Damian, coordonator proiecte arte vizuale
Tel. +39.041.524.2309
INSTITUTUL ROMÂN DE CULTURĂ ŞI CERCETARE UMANISTICĂ
Palazzo Correr - Cannaregio 2214 (Campo Santa Fosca)
30121 Veneția, ITALIA
------------------------------------------------------------------------------

COMUNICATO STAMPA

La mostra „Embroidered bed. Floating” di Leontina Rotaru,
Borsista „Vasile Pârvan” dell’Accademia di Romania in Roma, nella Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Venezia

Giovedì, 19 giugno a.c., ore 18.00, nella Piccola Galleria dell’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, avrà luogo l’inaugurazione della mostra „Embroidered bed. Floating” di Leontina Rotaru, borsista „Vasile Pârvan” dell’Accademia di Romania in Roma.

La mostra rappresenta una ricerca affiancata al progetto di borsa „Vasile Pârvan”, „Diario di un letto ricamato”, progetto definito dalla rappresentazione delle persone e delle impressioni avute durante la residenza a Roma. L’ispirazione per „Embroided bed. Floating” si è concretizzato in seguito ad una visita a Venezia, la serie di opere concentrandosi sugli oggetti, persone o impressioni sulla città lagunare.
Come le opere create anteriormente alla borsa „Vasile Pârvan”, quelle create durante il progetto, come anche quelle dedicate a „Embroided bed. Floating” implicano un supporto molto libero, l’utilizzo di diversi tipi di materiale tessile, dal cotone ai tessuti grossi o ricamati, utilizzati negli arazzi, o utilizzando i fogli di plastica.
Valorizzando l’interazione dei materiali suddetti, con varie tecniche – gesso, acrilico, pastello o pigmenti miscelati alla colla vinilica – e colorando vari tipi di materiale quali la pellicola d’alluminio (in questo caso per motivi finanziari ed ecologici, è reciclata quella della scatolte di aranciata o di birra), il tema „Embroided bed. Floating” resta aperto all’interpretazione, ed è del tipo work-in-progress.

Leontina Rotaru (n. 1987) è borsista „Vasile Pârvan” all’Accademia di Romania in Roma dal 2012. Nel 2012 ha concluso il master all’Università Nazionale d’Arte di Bucarest, Facoltà di Pittura, professore Cezar Atodiresei, assistente Alexandru Rădvan, Bucarest Romania, mentre nel 2010 si è laureata all’Università Nazionale d’Arte di Bucarest, Facoltà di Pittura, professore Cezar Atodiresei, assistente Alexandru Rădvan, Bucarest Romania.
E’ autrice di varie mostre personali: Embroided bed. Floating, Accademia di Romania in Roma, Roma, Italia, 2014; Segni Ars Munus, Palazzo Del Vescovado, Segni, Italia, 2013; Oxigen 1, evento organizzato da Alexandru Rădvan e David Şandor, artista invitato: Dan Perjovschi, Bucarest, Romania, 2012; Hold your horses, Casa Arte Gallery/ Artists Run Space/ Open Studio, Bucarest, Romania, 2012. Inoltre, è stata partecipe a varie mostre di gruppo: la mostra annuale dei borsisti Vasile Pârvan all’Accademia di Romania, Accademia di Romania in Roma, Roma, Italia, 2013; Borderless/ Spazi Aperti 2013, Accademia di Romania in Roma, Roma, Italia, 2013; Safir, Visual Introspection Centre, Bucarest, Romania, 2010; Visual meetings, UNA Gallery, Bucarest, Romania, 2009.

La mostra è organizzata dall’Istituto Romeno di Venezia in collaborazione con l’Accademia di Romania in Roma e potrà essere visitata fino al 26 giugno a.c., tutti i giorni, tra le ore 10-18. L’entrata è libera.

Per ulteriori dettagli:
Alexandru Damian, coordinatore arti visive
Tel. +39.041.524.2309
ISTITUTO ROMENO DI CULTURA E RICERCA UMANISTICA
Palazzo Correr - Cannaregio 2214 (Campo Santa Fosca)
30121 Venezia, ITALIA

Festivalul Internațional Propatria – Tinere Talente Românești / Festival Internazionale Propatria – Giovani Talenti Rumeni

FESTIVALUL INTERNAȚIONAL PROPATRIA –TINERE TALENTE ROMÂNEȘTI
a 4-a ediţie 2014
Roma, 20 iunie – 7 iulie
Roma, 5-7 septembrie
Iași (România), 17-19 octombrie

Proiect realizat cu finanţarea Ministerului de Externe-Departamentul Politici pentru Românii de Pretutindeni

FESTIVALUL PROPATRIA
Vă invităm să punem excelenţa românească și românii de succes în „vitrina” comunității.
Să încercăm impreună să redăm lumii adevărata imagine pe care România merită să o aibă peste hotare.
Avem obiectivul, avem valorile, am creat instrumentele și cel mai important…avem multă determinare !
NOI SUNTEM PREGĂTIŢI ! VOI????

Au confirmat participarea și colaborarea la acest proiect asociatii din Franța , Austria, Belgia, Germania,Cipru, Spania,Canada,SUA ,Olanda, Italia și România.

TITLURI PROGRAM 2014

RECITAL DE CLAVECIN
Sustinut de Cipriana Smarandescu
Invitaţi: Lucrezia Corelli, Francesca Corelli, Dario Lapegna
20 iunie 2014 ore 20.00
Location: Auditorium del Caravita, via del Caravita 7/A Roma

CONCERT DE MUZICĂ CLASICĂ ȘI BAROCĂ
Sustinut de: Lavinia Bocu (mezzosoprana , Romania) si Vlad Crosman (bariton, Franta)
Invitat de onoare marea soprană Lucia Stănescu.
În deschiderea concertului prezentarea volumului autobiografic al sopranei Lucia Stanescu cu colaborarea editurii Eikon Cluj Napoca.
22 iunie 2014 ore 20.00
Location: Auditorium del Caravita, via del Caravita 7/A Roma

“Magia Culorii în Arta Tradiţională Românească”
Expoziție de port și tradiţii populare românești în colaborare cu Muzeul Naţional al Satului „Dimitrie Gusti” Romania, Muzeul Național de Arte și Tradiții Populare din Roma,Cabli Funart România, Muzeul Graniceresc din Nasaud și Ambasadoarea portului popular românesc, SilviaFloarea Tòth.
24 iunie – 30 iulie 2014
Vernisaj: 24 iunie 2014
Location: Muzeul Național de Arte și Tradiții Populare din Roma, pzza Guglielmo Marconi 8

CONCERT DE MUZICĂ POP/SOUL/JAZZ
Sustinut de IAMAlina, tânără cântăreată și compozitoare româncă stabilită în Italia.
28 iunie 2014 ore 20.00
Location: Teatro dell’Angelo, via Simone de Saint Bon, 19

CONCERT RECITAL DE PIAN RESONNANCE
Sustinut de Elisabeth Sombart, Lavinia Dragos
Invitaţi: Henrik Prager,Voropciuc Maria Izabella, Rusu Laurenţiu Gerard.
29 iunie 2014 ore 17.00
Location: Sala Baldini – Biserica S.M. in Portico in Campitelli, pzza Campitelli 7, Roma

RECITAL DE VIOARA
Sustinut de violonistul Tudor Andrei (Austria). Acompaniament la pian Aurelia Visovan (Austria)
1 iulie 2014 ore 20.00
Location: Sala Baldini – Biserica S.M. in Portico in Campitelli, pzza Campitelli 7, Roma

RECITAL DE PIAN
Sustinut de Catalina Diaconu.
Invitaţi: M° Michele Tisei, violonist și Delia Amiri, Natalia Colantoni, Eleonora Malgherini, Luca Mariani, Riccardo Paciello,Giacomo Refolo, Pierpaolo Vandilli, studenţi ai cursului pre-academic de la Conservatorul “Santa Cecilia” Roma
2 iulie 2014 ore 20.00
Location: Sala Baldini – Biserica S.M. in Portico in Campitelli, pzza Campitelli 7, Roma

GALA TINERELOR TALENTE a 4 -a ediție
Vor fi premiaţi tineri români pânăîn 30 de ani cu rezultate de excelenţăîn diverse sectoare ale artei, muzicii, sportului, etc..
06 iulie 2014 ore 16.00
Location: Teatro dell’Angelo, via Simone de Saint Bon, 19
--------------------------------------------------------------------

FESTIVAL INTERNAZIONALE PROPATRIA – GIOVANI TALENTI RUMENI
4° edizione 2014
Roma, 20 giugno – 7 luglio

Il Festival Propatria
Vi invitiamo a mettere l'eccellenza rumena ed i rumeni di successo nella "vetrina" della comunità.
Proviamo insieme a ristabilire la vera immagine che la Romania merita di avere all'estero.
Abbiamo l'obiettivo, abbiamo i valori, abbiamo creato gli strumenti e soprattutto ... abbiamo molta determinazione!

PROGRAMMA FESTIVAL 2014

RECITAL DI CLAVICEMBALO
Sostenuto da Cipriana Smarandescu
20 giugno 2014, ore 20.00
Location: Auditorium del Caravita, via del Caravita 7/A Roma

CONCERTO DI MUSICA CLASSICA E BAROCCA
Sostenuto da: Lavinia Bocu (mezzosoprano, Romania), Vlad Crosman (bariton, Francia)
Ospite d’onore il grande soprano Lucia Stanescu
Presentazione del volume autobiografico ”È stata una vita o un sogno” di Lucia Stanescu, editura Eikon Cluj Napoca
22 giugno 2014, ore 20.00
Location: Auditorium del Caravita, via del Caravita 7/A Roma

„LA MAGIA DEL COLORE NELL’ARTE TRADIZIONALE RUMENA”
Mostra di costumi e tradizioni popolari rumeni in collaborazione con:
Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolare di Roma , Museo Nazionale del Villaggio – “Dimitrie Gusti” Bucarest, CabliFunART Romania, Museo delle Guardie di Frontiera di Nasaud e Silvia Floarea Tòth.
Vernissage 24 giugno ore 18:00
Con la partecipazione di: coro multietnico „Coro incanto – voci femminili senza confini” diretto dal Maestro Paula Gallardo Serao e l’Ensamble Artaras ( Rep. Moldova)
Location: Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolare, piazza Guliermo Marconi 8, Roma
24 giugno – 30 luglio 2014

CONCERTO DI MUSICA POP/SOUL/JAZZ
Sostenuto da IAMalina, giovane artista rumena
28 giugno 2014 ore 20.00
Location: Teatro dell’Angelo, via Simone de Sain Bon, 19 Roma

CONCERTO RÈSONNANCE
Sostenuto da ELISABETH SOMBART e LAVINIA DRAGOȘ insieme a Henrik Prager, Voropciuc Maria Izabella, Rusu Laurentiu Gerard, tre dei piccoli pianisti prodigi che studiano soto la loro guida presso la Fundazione Résonnance Romania
29 giugno 2014 ore 19.00
Location: Sala Baldini – Chiesa S.M.in Campitelli, p.zza Campitelli 3

RECITAL DI VIOLINO
Sostenuto da Tudor Andrei (Austria) accompagnato al pianoforte da Aurelia Visovan (Austria)
1 luglio 2014 ore 20.00
Location: Sala Baldini – Chiesa S.M.in Campitelli, p.zza Campitelli Roma

RECITAL DI PIANOFORTE
Sostenuto da M° Catalina Diaconu.
ospiti: i suoi allievi del corso pre–accademico del Consevatorio di Musica Santa Cecilia
Delia Amiri, Natalia Colantoni, Eleonora Malgherini, Luca Mariani, Riccardo Paciello, Giacomo Refolo, Pierpaolo Vandilli e il docente violinista M° Michele Tisei
2 luglio 2014 ore 19.00
Location: Sala Baldini – Chiesa Santa Maria in Campitelli, p.zza Campitelli Roma

GALA’ DEI GIOVANI TALENTI la 4 ° edizione
6/07/2014 ore 16.00
Location: Teatro dell’Angelo, via Simone de Sain Bon, 19 Roma

www.propatriavox.it

Impruneta tra arte andalusa, basca, rumena e catalana

Per "Toscana Arcobaleno d'estate", in piazza Buondelmonti dal 20 al 22 giugno arriva il Festival 7 Sois 7 Luas
Weekend a Impruneta con il Festival 7 Sois 7 Luas

Impruneta (Fi), 18 giugno 2014 - "Toscana Arcobaleno d'Estate" arriva a Impruneta: aderendo all’iniziativa regionale, per questo fine settimana l’amministrazione e l’assessorato alla cultura del Comune imprunetino ospitano un evento che coinvolge 30 città nel mondo. È il Festival 7 Sois 7 Luas che coinvolge il centro commerciale naturale di Impruneta e le associazioni locali dal 20 al 22 giugno in piazza Buondelmonti. Ricco e variegato per colori e suoni il programma della tre giorni.

Venerdì alle 21,30 sarà in scena il gruppo di ballo Dor Calator della Transilvania in Romania: nato in seno al progetto della Casa di Cultura Popolare di Baia Sprie, punta l'orientamento delle giovani generazioni alla valorizzazione dell'arte coreografica e interpretativa. Trenta gli artisti che si esibiranno tra ballerini e cantanti guidati dal coreografo Ioan Lar e dal direttore artistico Andrei Barbos.
Alle 22 toccherà al flamenco andaluso con Ana Gonzalez e Josè Barrioso con un viaggio alle radici di questo ballo in una perfetta armonia tra tradizione e modernità. Giovane ma con una vastissima esperienza , Ana ha girato il mondo ricevendo numerosi premi a livello nazionale ed internazionale. Il ballerino e coreografo Jose Barrioso - tra i "ballores" più innovativi nella scena indipendente del flamenco – la accompagnerà in uno spettacolo carico di energia , sensualità e passione.

Sabato 21 giugno dalle 14 alle 19 alla biblioteca comunale ci sarà una mostra bibliografica con documenti di libera consultazione sul Cotto dell'Impruneta e sull'arte, la storia, la letteratura delle regioni quest'anno protagoniste in Piazza Buondelmonti: Andalusia, Catalogna e Paesi Baschi per la Spagna, Transilvania per la Romania. Non mancheranno materiali multimediali come cd musicali e film in DVD.
Alle 22 sarà di scena il teatro di strada con “L'Avalot: Dinomaquía2" dalla Catalogna, storica compagnia caratterizzata dall’originalità e dall'utilizzo di grandi strutture mobili manipolate in scena dagli attori e materiale pirotecnico. Il ritorno dei dinosauri è il tema dello spettacolo "Dinomaquia2", una spettacolare parata di strada che si snoda in differenti punti della città andando a coinvolgere migliaia di spettatori.

Domenica 22 giugno alle 21,30 sarà la volta dei Korrontzi, gruppo rivelazione della nuova musica dei Paesi Baschi. Con la riscoperta dell'antica tradizione del "triki" ( "organetto diatonico" in basco), Korrontzi vuole omaggiare la cultura popolare basca e allo stesso tempo le dà una patina di novità, contaminandola con le influenze da tutto il mondo.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti.
Per le serate del festival, il centro commerciale naturale “Il Pozzo” di Impruneta promuove uno sconto del 10 % per gli acquisti dalle 21 alle 23 .

I soci Art-Art presentano una mostra collettiva estiva di fotografia, pittura e scultura. Protagonisti sono Andrea Bandini, Ennio Bartoli, Giampaolo Beltrame, Franco Berretti, Giuseppe Cassandro, Marino Cassandro, Mimmo Corrado, Mariella De Fazio, Simone Del Carmine, Paola Falciani, Alda Giunti, Nicole Guillon, Francesca Lessona, Paolo Luzzi, Lorena Nocentini, Fiorella Noci, Marco Orsucci, Bianca Pagliai, Ilaria Romanelli, Patrizia Sabella, Alessandro Scemi, Giovanna Sparapani, Sergio Tassi, Sylvia Teri, Paolo Vermigli, Bianca Vivarelli. Partecipano i soci onorari Antonio Bernardini, Bruno Chiarini, Amalia Ciardi Duprè, Enzo Faraoni, Fuad, Valentino Moradei, Piero Gensini, Leandro Giani, Marcello Guasti, Angiolo Lombardini, Luciano Lotti, Luigi Mariani, Dino Pasquali, Firenze Poggi, Silvano Porcinai, Maria Pratesi, Carmelina Rotundo, Enrico Sestini, Paolo Staccioli, Piero Tognarelli

Per lo svolgimento dell’evento, ci saranno dei cambiamenti alla viabilità.
Via Imprunetana rimarrà percorribile anche per il tratto urbano di piazza Buondelmonti, ma dalle ore 21 sarà vietato l'ingresso verso via della Fonte.
Sia l'accesso sia l'uscita dal parcheggio di Piazza Buondelmonti saranno consentiti su via della Fonte.
Lungo via Paolieri e via Cavalleggeri dalle 18 sarà in vigore il divieto di sosta.

Informazioni:
https://www.facebook.com/FestivalSeteSoisSeteLuas

Manuela Plastina

Fonte: La Nazione