La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 12 luglio 2015

Italia-Romania: Gentiloni, i due Paesi partner strategici

 Bucarest, 9 lug. - "Italia e Romania sono partner strategici": il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ribadisce il forte legame economico dei due Paesi, intervenendo a 'Italy & Romania: building together', nell'ambito della missione imprenditoriale organizzata dall'Ice (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane) in collaborazione con l'Ance (Associazione nazionale costruttori edili) e l'Oice (Associazione delle organizzazioni di ingegneria, architettura e consulenza tecnico-economica) con il sostegno dei ministeri degli Esteri e dello Sviluppo Economico e dell'ambasciata italiana a Bucarest. Il ministro Gentiloni ha ricordato l'interscambio commerciale complessivo tra i due Paesi, 12 miliardi di euro nel 2014, il 7% in piu' rispetto al 2013. "L'Italia - ha continuato il ministro - e' il primo Paese in Romania per numero di imprese presenti: 17mila attive su oltre 40mila registrate. L'anno scorso se ne sono aggiunte 1.800 e nel 2015 altre 756. Nel 2014 inoltre l'Italia e' risultato il secondo Paese fornitore della Romania dopo la Germania". I due Paesi quindi sono sempre piu' vicini e "l'Italia - ha sottolineato Gentiloni - e' e rimarra' sempre al fianco della Romania. Fare business diventa sempre piu' naturale". Alla missione imprenditoriale sono presenti 110 aziende italiane.

 L'obiettivo e' fornire alle imprese un quadro completo dei progetti infrastrutturali programmati in Romania con particolare riferimento a quelli cofinanziati dalla Ue e sostenuti dalle organizzazioni finanziarie internazionali. Le aziende italiane in Romania sono attive in tutti i settori; e se inizialmente il mercato romeno aveva attratto principalmente l'afflusso di pmi, negli ultimi anni sono aumentati anche gli investimenti delle grandi imprese. Il capo della Farnesina ha ricordato alle aziende italiane che vogliono investire in Romania che vi sono istituti bancari pronti ad aiutare l'inserimento delle imprese. Parole di ringraziamento all'Italia sono state espresse dal premier romeno, Victor Ponta, che si e' detto "orgoglioso e ottimista del futuro, grazie anche ai grandi investitori italiani che hanno fiducia nella Romania". Ponta ha usato parole di lode per il premier italiano, Matteo Renzi, conosciuto quando era sindaco di Firenze e ha ringraziato le tante imprese che continuano a investire nel Paese. E alle industrie italiane che vorrebbero in futuro entrare nel mercato romeno, ha assicurato che nonostante la grande crisi che la Romania ha dovuto affrontare, "il Paese e' da quattro anni in crescita grazie alle riforme attuate dal governo".

 Ponta ha infine annunciato che domani a mezzogiorno nella sede del governo alla presenza del commissario europeo per lo Sviluppo regionale, la Romania firmera' un accordo sulle infrastrutture del valore di 12 miliardi di euro. Il presidente dell'Ice, Riccardo Maria Monti, ha sottolineato come la Romania in questo momento sia "un esempio ottimo di partnership tra due Paesi con flussi di export diversificati e bilanciati oltre che in costante crescita negli ultimi anni e ormai stabilizzato oltre i 12 miliardi".

 Fonte:AGI

Nessun commento:

Posta un commento