La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

venerdì 9 ottobre 2015

Isola Sacra, inaugurata chiesa Ortodossa Romena


L'opposizione: "Lì doveva sorgere parco giochi"
Circa 2500 persone hanno assistito al taglio del nastro alla presenza del sindaco di Fiumicino. L'opposizione: "In questi 2 anni le uniche preoccupazioni di questa maggioranza sono stati i progetti di integrazione per i profughi"

6 Ottobre 2015

Inagurata all'Isola Sacra, in via Val Lagarina, il primo luogo di culto sul territorio dedicato alla Comunità Ortodossa Romena. Sabato un'area di circa 2500 metri quadri in comodato d'uso è stata ufficialmente consegnata al Vescovo della Diocesi Ortodossa Romena d'Italia e a Padre Olteanu Alin Cristian, Parroco della Parrocchia Ortodossa Romena San Dionigi l'Umile di Fiumicino alla presenza, tra gli altri, del sindaco Esterino Montino, dell’assessore alle politiche del territorio Ezio Di Genesio Pagliuca, dell’assessore all’Ambiente Roberto Cini, del Consigliere Maurizio Ferreri.

"Questo è il primo importante passo per costruire un luogo inclusivo, aperto e attento alle esigenze di tanti nostri concittadini. – ha dichiarato il sindaco Montino - Questo spazio diventerà un segno concreto di rispetto e apertura nei confronti della comunità romeno-ortodossa. In questo modo tanti fedeli avranno la possibilità di riunirsi senza essere più costretti a chiedere ospitalità per le loro funzioni ad altre comunità. Una scelta di rispetto nel segno del dialogo e dell’attenzione per le migliaia di romeni che sono residenti nel nostro Comune".

"La comunità romena - afferma l'assessore Di Genesio Pagliuca – ha un numero altissimo di propri rappresentanti sul nostro territorio. Siamo felici, e riteniamo sia giusto, poterli aiutare ad avere un luogo di ritrovo dove poter praticare i propri riti e attività culturali che appartengono alla loro tradizione. Mi auguro davvero che in futuro diventi un modello di integrazione e convivenza aperto a tutti. Un luogo che diventi anche un antidoto ai pregiudizi e all’ignoranza".

"Il contratto di comodato stipulato – spiega il consigliere Emilio Patriarca – e l’assegnazione dell’area hanno seguito quanto dettato dall’art. 19 della Costituzione Italiana che assicura a tutti – cittadini e stranieri - il diritto di celebrare il culto. Gli Enti territoriali, tra l’altro, devono prevedere aree destinate alla costruzione di edifici di culto quali opere di urbanizzazione secondaria. Così abbiamo fatto nel rispetto di una comunità che chiedeva, a ragione, da lungo tempo un luogo di preghiera".

Non contenti, però, i membri dell'opposizione del comune di Fiumicino: "Quell'area era stata più volte richiesta dai residenti della zona per realizzare lì, a loro spese, un parco giochi. È desolante dirlo, ma in questi due anni le uniche preoccupazioni di questa maggioranza sono stati i progetti di integrazione per i profughi, la donazione di un'area di 3mila metri quadrati alla comunità rumena, l’aumento delle tasse e dei soldi stanziati per gli staff politici. Peccato abbiano dimenticato di prevedere l’aumento dei fondi per le persone con disabilità, per i giovani, per le associazioni e per gli anziani", scrivono in una nota i consiglieri comunali Mauro Gonnelli e William De Vecchis.

Fonte: Roma Today

Nessun commento:

Posta un commento