La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

lunedì 28 marzo 2016

#CuTinePentruTine, al via la campagna per i lavoratori rumeni

Iniziativa di Fillea Cgil e patronato Inca rivolta ai lavoratori delle costruzioni di nazionalità rumena. L'obiettivo: scongiurare lo sfruttamento favorendo un'idea di ‘migrazione consapevole’

È partita giovedì 24 marzo la nuova campagna di informazione rivolta ai lavoratori delle costruzioni di nazionalità rumena, promossa da Fillea e Inca nell’ambito di un progetto che, nei mesi scorsi, ha portato all’apertura di una sede del Patronato Cgil e della Fillea a Bucarest. La campagna - che utilizzerà un volantino sul distacco comunitario, una Carta dei Servizi e una brochure da distribuire in Italia e in Romania - è stata presentata al Direttivo nazionale degli edili Cgil dal segretario generale Walter Schiavella, che ha spiegato le ragioni di questa iniziativa: “Tra Italia e Romania – ha detto - c’è un flusso continuo di lavoratori, impiegati soprattutto in edilizia".

"Ma in un settore già segnato da una forte irregolarità del lavoro - ha aggiunto Schiavella - la carenza di informazioni accresce enormemente il rischio che, una volta arrivati in Italia, i lavoratori siano sottoposti a condizioni di sfruttamento e ricatto, spesso sottopagati e senza le adeguate condizioni di sicurezza. Rischi presenti anche tra i dipendenti di aziende straniere trasferiti nei cantieri italiani con il distacco comunitario, istituto che non di rado viene usato in modo distorto, come dimostrano le numerose indagini avviate in questi anni, a seguito delle denunce di lavoratori coraggiosi e del sindacato, per sfruttamento della manodopera e caporalato".

"Il progetto – spiega Morena Piccinini, presidente Inca - promuove e sostiene una idea di ‘migrazione consapevole’, contribuendo in tal modo a migliorare la cooperazione in materia di protezione sociale tra Italia e Romania. Per questa ragione abbiamo aperto la nostra sede sul territorio rumeno, con operatori madrelingua”.

“Si tratta – aggiunge Piccinini – di una preziosa opportunità per assicurare un supporto informativo sulla nostra azione di tutela previdenziale e socio assistenziale ai lavoratori rumeni; a quelli che intendono trasferirsi in Italia; a quanti già ci lavorano e a coloro i quali vogliono tornare in patria dopo aver lavorato nel nostro paese”.

Nei prossimi giorni i materiali della campagna Fillea e Inca saranno distribuiti non soltanto in Italia e presso la sede Inca di Bucarest, ma anche inviati a casa agli oltre 13mila iscritti al sindacato di Via Morgagni. Inoltre, saranno scaricabili dal sito della Fillea e dalle pagine Facebook della Fillea Italia e della Fillea Romania, mentre su twitter pillole di informazioni saranno visibili all’hashtag #CuTinePentruTine, che significa “con te per te”.
(24 marzo 2016)

Fonte:Rassegna Sindacale

Nessun commento:

Posta un commento