La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

mercoledì 9 marzo 2016

La storia / Maria, rumena senza lavoro, da alcuni giorni dorme per strada in via Elena a Campobasso. Ha bisogno di cure urgenti e di un posto caldo

9 marzo 2016

Non si tratta di un uomo ma di una donna. Dice di chiamarsi Maria la persona che da giorni dorme sul marciapiede di Viale Elena davanti all’indifferenza generale della gente che le passa davanti come fosse nulla.

 Viene dalla Romania e vive di elemosina, si ripara dal gelo di Campobasso grazie ad una coperta sporca e un cappotto di lana che, come dice, sono diventati la sua casa.

 Maria non parla bene l’italiano e lo comprende poco ma ha cercato di spiegare come la realtà della sua terra, quella da cui è scappata insieme a suo marito mesi fa, sia ben peggiore delle notti gelide che sta affrontando.

 Le forze dell’ordine l’hanno già portata in Questura e identificata, le è stato detto che non può occupare il suolo pubblico del centro cittadino perciò la notte si rifugia alla stazione dei treni ma quella zona è poco trafficata e lei ha bisogno di elemosina per comprare qualcosa da mangiare. Alla domanda se si fosse rivolta a qualche centro di accoglienza, se avesse chiesto aiuto alle strutture di competenza, non ha saputo rispondere. Non conosce il significato di accoglienza e il suo non parlare l’italiano è l’ennesima difficoltà che si aggiunge ad una situazione drammatica sotto ogni punto di vista.

 Sarebbe disposta a fare qualsiasi lavoro pur di mettere fine a questa vita di strada che la sta consumando giorno dopo giorno ma si rende conto che le speranze di trovarlo sono quasi nulle.

 Mi mostra le sue mani: sono gonfie, spaccate, viola. Sembrano le mani di un uomo avanti con gli anni; stridono fortemente con il suo viso giovane e i suoi lunghi capelli corvini. Dice che ha bisogno di medicine per curare la sua malattia ma non ha saputo spiegare che tipo di patologia abbia né il nome dei farmaci che le occorrono e, comunque, non riuscirebbe a comprarli.

 Maria è solo una delle tante persone al mondo bisognose di un aiuto concreto ma in questo momento lei è proprio lì, davanti ai nostri occhi, ogni giorno e non si può continuare a far finta che non esista. Necessita di cure urgenti e di un posto caldo in cui dormire perché Maria non ha scelto questa vita e neanche la merita.(Cristina Salvatore)

 Fonte:CBLive

Nessun commento:

Posta un commento