La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

martedì 24 maggio 2016

Grande successo per la Commemorazione dei soldati transilvani a Pizzighettone‏


Grande successo per la cerimonia di Sabato 21 a Pizzighettone in ricordo dei soldati transilvani detenuti durante la Grande Guerra nella cittadina in provincia di Cremona. Come previsto dal programma voluto dal Dottor Marco Baratto, Coordinatore del Gruppo di Lavoro italo romeno per le celebrazioni della Grande Guerra e l'Unità Nazionale della Romania presso il Consolato Generale di Romania. La mattinata ha avuto inizio presso il cimitero cittadino dove il parroco di Pizzighettone ha recitato una preghiera in suffragio dei caduti sepolti, dopo questo momento religioso si è proceduto ad osservare un minuto di silenzio e a deporre una corona d'alloro. Al termine della cerimonia religiosa le autorità presenti si sono recate presso il Museo delle Mura di Pizzighettone per inaugurare la mostra "I romeni e la Grande Guerra". La mostra è stata curata da’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, del Museo Nazionale di Storia della Romania di Bucarest, dell’Archivio Nazionale della Romania e dell’Università «Babeş–Bolyai» di Cluj-Napoca, essendo patrocinato dall’Ambasciata di Romania nella Repubblica Italiana e dal Consolato Generale di Romania a Milano.

L'inaugurazione della mostra è stata affidata al Comm. Emanuele Bettini, presidente dell'Istiututo per la storia del Risorgimento di Cremona e Lodi.

Dopo questo momento è stata scoperta, presso le antiche prigioni militari, una targa in ricordo dei soldati transilvani che durante il primo conflitto mondiale furono assegnati a questo campo di detenzione. Si tratta della prima targa messa in terra in Lombarda a ricordo di questi soldati. Durante questa cerimonia, molto suggestiva, sono intervenuti il Console George Milosan, il Dottor Marco Baratto e il Signor Gianfranco Gambarelli nella sua veste di responsabile del Museo delle Mura di Pizzighettone.

Un sincero ringraziamento va anche all'associazione della comunità romena di Cremona, Orizzonti Latini, che ha sostenuto questa iniziativa.

Nessun commento:

Posta un commento