La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 21 agosto 2016

Vicenza C5, preso il rumeno Dan

Calcio a 5
18 luglio 2016
Andrei Claudiu Dan

Dopo il portiere Ruzza svelato il secondo rinforzo di mercato

Colpo in attacco per il Vicenza C5. La società biancorossa ha annunciato l’ingaggio di Andrei Claudiu Dan. Il pivot, 27 anni, ha scelto Vicenza per un rilancio personale e per ritrovare la maglia della nazionale rumena, di cui ha fatto parte per anni. Uomo da assist e gol, tanto da essere andato a segno più volte in A1 nelle scorse stagioni vissute e vestite con le maglie prima di Venezia, poi della Marca e infine di Rieti, Dan ha anche esordito da Pro nel calcio professionistico, esordendo in Serie B con la maglia del Vicenza, prima dell’approdo al Futsal, ai tempi della Primavera.

Giocatore di stazza, già con tanta esperienza e con i piedi buoni, Andrei Dan predilige il gioco offensivo, ma si adatterà volentieri ai dettami tattici di mister Candeo. Ripercorrendo la carriera sportiva del ragazzo nato a Timisoara (Romania) e trasferitosi in Italia all’età di 12 anni, Dan ha iniziato a tirare i primi calci nel settore giovanile del Cittadella per poi passare al Vicenza Calcio fino alla Primavera e all’esordio fra i professionisti. Poi, lasciato il mondo del calcio a 11, ha esordito nel futsal in serie C2 con un gruppo di amici nell’allora Galvanauto Motta, segnando una caterva di gol in pochi mesi. Da lì la chiamata uno scalino più su, all’Atletico Arzignano in C1 dove vince da protagonista (35 gol) il Trofeo Veneto e raggiunge terzo posto e playoff nella serie C1 più forte di sempre (dietro al Giuriato e all’ex Grifo).

Seguono il Pordenone in B e poi il doppio salto in serie A1, agli ordini di Pagana al Franco Gomme Venezia: primi mesi di pazienza e impegno e poi l’exploit nel girone di ritorno con il bottino di reti in doppia cifra che gli vale la chiamata della Marca. Annata seguente fra i big trevigiani della Marca appunto tra A1 e Uefa Futsal Cup, poi scudetto e coppa vinti a Malta in una fruttuosa esperienza all’estero che gli è valso l’ingaggio al Real Rieti, ancora in A1, per una sola stagione. Storia recente in Basilicata vissuta tra il Borussia Policoro in B e un team di C1 nella seconda parte della stagione scorsa (con promozione in B), una breve parentesi prima di ritornare oggi dunque in serie B stavolta con la casacca del Vicenza C5. Da ricordare infine le numerose presenze collezionate in nazionale romena e la partecipazione a vari eventi internazionali.

Prime parole da biancorosso per lui, un ragazzo nato nel 1989 che negli ultimi anni ha fatto e disfatto tante valigie e borsoni per seguire la sua carriera sportiva. “Sono contento di essere tornato a Vicenza, la mia casa in Italia, e questo fattore ha avuto un peso importante nella mia scelta. Posso dire che ho ricavato un’ottima impressione della società e dei dirigenti, poi conosco molto bene i giocatori confermati e fra questi in particolare Kokorovic, un amico”. Una serie B come trampolino di (ri)lancio? “Sicuramente ho tanta voglia di rimettermi in gioco, aiutare la squadra della nostra città e magari di mettermi in mostra e a disposizione anche pensando alla selezione nazionale del mio paese. Le mie caratteristiche? Sono un pivot a cui piace prima di tutto fare assist, dovrò sicuramente adattare il mio gioco a quello del Vicenza C5, ma mi farò trovare pronto!”.

Fonte: Sport Quotidiano

Nessun commento:

Posta un commento