La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

sabato 21 ottobre 2017

L'ambasciatore Brasioli riceve un'onorificenza dal presidente romeno Iohannis

Diego Brasioli, da poco tornato in Italia, ha ringraziato il presidente per l'onorificenza, ricordando come nel corso dei suoi quattro anni ha visto rafforzare i legami tra i nostri due paesi.

"I rapporti italo-romeni sono ottimi sia a livello politico sia sul piano economico e culturale, avendo come base il Partenariato strategico consolidato tra i due paesi. Inoltre, “la dinamica dei rapporti bilaterali al più alto livello negli ultimi anni, la cooperazione sostanziale sul piano economico e la collaborazione in ambito culturale e scientifico” sono la prova del buon andamento delle relazioni bilaterali. “Allo stesso tempo, la presenza di una numerosa comunità romena in Italia – la più grande comunità di stranieri della Penisola – e di un’importante comunità di italiani nel nostro paese, contribuisce costantemente a rendere questi rapporti più solidi e più dinamici”. Lo ha affermato George Gabriel Bologan, ambasciatore della Romania in Italia, durante la cerimonia di consegna all'ambasciatore Diego Brasioli dell'onorificenza di Commendatore dell'Ordine Nazionale "Steaua Romaniei" conferitagli dal Presidente Karl Werner Iohannis. Bologan nel suo intervento ha inoltre ribadito come "sia opportuno l’approfondimento del rapporto diplomatico tra la Romania e l’Italia in quanto nel contesto geopolitico di oggi, è fondamentale lavorare insieme per evidenziare che l’Europa e la Nato non sono un problema, ma una soluzione per i nostri cittadini".

Diego Brasioli, da poco tornato in Italia, ha ringraziato il Presidente Iohannis e l'ambasciatore Bologan per l 'onorificenza, ricordando come nel corso dei suoi quattro anni a capo della missione diplomatica in Romania ha visto progressivamente rafforzare i legami tra i nostri due paesi.

"Ritengo che questo Paese sia molto cambiato negli ultimi anni. La Romania - ha rilevato Brasioli - ha visto accresciuto il suo ruolo internazionale, oltre che europeo, grazie anche ai forti progressi economici registrati e ad un tasso di crescita tra i più alti d’Europa. Quanto ai principali risultati conseguiti, posso dire di aver lasciato il Paese in un momento ottimo per le relazioni bilaterali ma anche con riguardo alle sinergie esistenti in ambito europeo e internazionale. Sono poi molto fiero di come l’Ambasciata, da me diretta, abbia fatto fronte ad importanti appuntamenti quali ad esempio, solo per citarne alcuni, la Presidenza di turno italiana dell’Unione Europea nel 2014 o la partecipazione della Romania all’Esposizione Universale a Milano. In entrambe le circostanze - ha concluso - l’Ambasciata d’Italia ha coordinato una serie di eventi istituzionali, promozionali e culturali, il cui successo è stato notevole, anche grazie all’ottima collaborazione istaurata con le istituzioni romene ". Brasioli non ha mancato di ricordare con gratitudine e ammirazione lo staff tutto dell’ambasciata e del “sistema paese” in Romania, così come il suo successore a Bucarest, l’Ambasciatore Marco Giungi.

Alla cerimonia di consegna erano presenti rappresentanti della Farnesina e delle istituzioni italiane oltre ad una delegazione dell'Ismaa (Istituto Mediterraneo per l 'Africa e Asia).

Fonte:Globalist 

Nessun commento:

Posta un commento