La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

venerdì 14 novembre 2008

Il fotoreportage: Monicelli e Miloud al neonato festival del cinema per ragazzi Mediterrante


Sala discretamente piena, i bambini presenti hanno felpe rosse e giocano tra loro, mantenendo comunque un livello di educazione accettabile e, si direbbe, signorile. E’ la platea del neonato “Mediterrante", il primo festival itinerante del cinema e dei linguaggi per i ragazzi (avete presente il Giffoni?) la cui inaugurazione s’è tenuta a Bari, al cineteatro Royal, alla presenza di Mario Monicelli, padre della commedia amara all’italiana [nelle nostre foto con l’Assessore alla Cultura della Regione Puglia Silvia Godelli e la presentatrice della serata Giusy Frallonardo]. Organizzazione griffata Fantarca e Get.
Della presenza del Maestro, classe 1915, si è approfittato - com'è giusto! - avendo cura di sbatacchiarlo abbondantemente qua e là per la Puglia: in mattinata, ad esempio, era a Barletta dove lo storico Victor Rivera Magos gli ha illustrato le bellezze del Castello, mentre l’attrice (vedi “Il Graffio” su Telenorba), nonché copywriter, nonché opinionista, nonché amica di Cannibali, Mariella Dibenedetto si scioglieva al suo passaggio (“Maestro, io l'apprezzo moltissimo. Ho solo 29 anni ma l'apprezzavo già da prima!” gli dice).
Sul palco del Royal anche Miloud, il generoso artista di strada rumeno, ispiratore del film Parada, di cui è stato proiettato un lunghetto trailer (la pellicola è italiana ma ne è stata data la versione dello spot in rumeno con sottotitoli in francese). Via poi alle proiezioni dei cortometraggi, dodici titoli per raccontare razzismo e temi simili, in lingua originale francese/maghrebino/algerino/turco con sottotitoli in… tedesco! Con buona pace dei bambini.
Fonte: Cannibali.It

Nessun commento:

Posta un commento