La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

mercoledì 17 giugno 2009

Minori romeni non accompagnati: una circolare del Viminale illustra le linee attuative della direttiva italo-romena

16 giugno 2009

Minori romeni non accompagnati: una circolare del Viminale illustra le linee attuative della direttiva italo-romena.
Procuratori presso i Tribunali per i Minori, Prefetti e Sindaci organizzati in una rete territoriale d'intervento.


Con una circolare congiunta dei Ministeri Interno e Giustizia in tema di protezione dei minori rumeni non accompagnati o in difficoltà presenti sul territorio italiano, sono state emanate le linee attuative della direttiva del 20 gennaio 2009.
Il documento, che mira ad assicurare una efficace ed uniforme diffusione delle procedure previste dall'accordo intergovernativo tra Italia e Romania siglato il 9 giugno 2008, è stato realizzato anche sulla base di quanto segnalato dagli Uffici periferici dei due Dicasteri che hanno ravvisato l'esigenza di attivare un raccordo specifico, a livello locale, tra le Autorità giudiziarie minorili e le Prefetture con il coinvolgimento, in ogni distretto di Corte di Appello, di referenti della stessa magistratura minorile.
La circolare - si legge in una nota del Viminale - individua i Procuratori della Repubblica presso i Tribunali per i minorenni quali interlocutori naturali che, insieme ai Prefetti e ai Sindaci dei Comuni, possono costituire un'efficace rete di intervento sul territorio. Il sistema di raccordo così individuato, applicato su scala nazionale, garantirà allo Stato una gestione coordinata e omogenea delle procedure; di valutare, nel rispetto del prioritario interesse dei minori per i quali è stato richiesto il rimpatrio, le singole posizioni; di definire preventivamente le condizioni indispensabili per garantire il reinserimento in patria.

Fonte: ImmigrazioneOggi.

Nessun commento:

Posta un commento