La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 14 giugno 2009

Voto dei romeni esposto del Comune: «Condizionamenti»

13 giugno 2009 Marzia Persi

Decisive le testimonianze di numerosi rappresentanti di lista. La candidata Paun: comportamenti corretti
Scoppia il caso “romeni” a Novi. Il Comune di Novi Ligure ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Alessandria per fare chiarezza in merito a presunte irregolarità avvenute durante le operazioni di voto del 6 e 7 giugno scorsi durante le elezioni per le Europee e le amministrative.

A far scattare l’esposto è il sospetto generato da alcuni episodi verificatisi sia all’interno sia nei pressi di seggi elettorali: secondo questo sospetto la comunità romena residente in città avrebbe subito dei condizionamenti nell’espressione del voto.

Secondo le testimonianze di numerosi rappresentanti di lista, i cittadini romeni non avrebbero raggiunto liberamente i seggi, ma una volta giunti in auto, trasportati da un connazionale loro rappresentante, sarebbero stati accompagnati fino alla soglia del seggio. C’è di più. I nomi dei cittadini romeni recatisi alle urne, secondo sempre alcune testimonianze di persone presenti ai seggi, sarebbero stati poi depennati da una lista in possesso del loro rappresentante.

Nel corso delle operazioni di voto, inoltre, si sono verificate discussioni all’interno dei seggi elettorali in quanto il rappresentante della comunità romena chiedeva di sapere dai Presidenti di seggio quali fossero i connazionali che non avevano ancora esercitato il diritto di voto.

Tali episodi, verificatisi in particolare nei seggi dislocati nelle scuole Pascoli, Zucca e Martiri della Benedicta, sono stati segnalati alla polizia municipale, ai carabinieri e alla guardia di Finanza presenti all’interno dei seggi stessi.

I cittadini provenienti dalla Romania che sono iscritti nelle liste elettorali comunali sono circa 180. Due di loro, Mihaela Lucia Paun in Gamalero e Maria Mihaela Raica si sono presentate come candidate a consigliere comunale, la prima fra le fila della lista civica “Per Novi Maria Rosa Porta sindaco” e l’altra per il Popolo delle Libertà per Moncalvo. Mihaela Lucia Paun ha totalizzato 55 voti mentre Maria Mihaela Raica 133 preferenze.

Riguardo alla questione si è espressa - convocando una conferenza stampa, dopo che in città giravano le voci sui condizionamenti al votro - i con particolare amarezza Mihaela Lucia Paun la quale teme che la situazione creatasi in città getti un’ombra sul comportamento corretto e lineare della comunità romena presente in città.

«Io mi sono candidata perché mi sento cittadina italiana. A Novi mi sono sposata e qui vivo e lavoro. La mia candidatura - dice la Paun –ha voluto essere un modo per ringraziare i novesi che mi hanno accolto e consentito la mia integrazione nella loro comunità. Le preferenze che ho avuto stanno a dimostrare che ho ottenuto fiducia e per questo ringrazio gli elettori che mi hanno votato». Uno sfogo per allontanate tutte le ombre.

Fonte: Il Secolo XIX.

Nessun commento:

Posta un commento