La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

lunedì 22 febbraio 2010

"Parma per Haiti". La violinista Costea suona al Regio

Lunedì prossimo, 22 febbraio, alle 20.30 al ridotto del Teatro Regio l'Associazione mogli dei medici organizza un concerto con la violinista romena Mihaela Costea. La Costea, straordinario primo violino della Fondazione Arturo Toscanini, dell'orchestra filarmonica Toscanini, della Royal Philarmonic Orchestra di Londra, allieva del grande Salvatore Accardo che la definisce «personalità di notevole carisma, dotata di enormi qualità musicali, di una tecnica brillantissima e di un suono di estrema bellezza e colore», ha accettato volentieri di suonare per «Parma per Haiti» per aiutare i bambini colpiti dal terremoto, un progetto che prevede la realizzazione di un centro di produzione di protesi ortopediche per quanti hanno perso gli arti nel sisma.

Mihaela Costea, bambina prodigio che a tre anni reclamava come unico giocattolo il violino, ha nel suo curriculum, oltre a diplomi e premi nazionali ed internazionali, l’insegnamento alla prestigiosa C.I.S.M.A.(Canton International Summer Music Academy-Cina) e alla Masterclass del Lindenbaum festival di Seul (Corea), la collaborazione artistica con i più importanti direttori d’orchestra quali Lorin Maazel, Yuri Termikanov, Riccardo Muti, Mstislav Rostropovich ed altri. La violinista ha da poche settimane finito di registrare a Lisbona un cd con il maestro Radu Lupu.
In occasione di questo concerto benefico Mihaela Costea darà ancora una volta il meglio di sé, ma questa volta ancora di più per il fine che muove questa iniziativa ma anche perché a Parma, per la prima volta, avrà l’opportunità di suonare un violino di eccellenza, un antico prezioso strumento costruito a Venezia nel 1690 dal liutaio di origine altoatesina Matteo Goffriller. Dunque un’occasione prestigiosa per fare di questo concerto un evento di rilievo per la cultura musicale della città, ma anche un momento di riflessione e solidarietà.

Il programma prevede l’esecuzione di brani di J. Sebastian Bach, Nicolò Paganini, Fritz Kreisler e Eugène Isaye. Il concerto sarà preceduto da una breve presentazione del violino da parte di Alessandro Tossani, presidente dei liutai di Cremona. Per informazione e prenotazione 335-8070440 e 333-2300399

Fonte: Gazzetta di Parma

Nessun commento:

Posta un commento