La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

martedì 25 settembre 2018

Cooperazione giudiziaria: Bonafede incontra il ministro della Giustizia rumeno Toader

18 Settembre 2018

Bonafede incontra il ministro della Giustizia rumeno Toader

Prima di leggere l' articolo perdi un secondo e metti mi piace sulla nostra pagina facebook
“Sono felice di accoglierla qui a Roma, con la sua delegazione, per continuare insieme la riflessione che abbiamo avviato in occasione del nostro primo incontro a Innsbruck”. Così, il guardasigilli Alfonso Bonafede ha accolto il ministro della Giustizia della Romania Tudorel Toader, in visita questo pomeriggio al dicastero di via Arenula accompagnato dal sottosegretario Marieta Safta, dall’ambasciatore George Gabriel Bologan, dal ministro plenipotenziario Dan Eugen Pineta e dal consigliere Beatrice Birau.
In un clima di rinnovata collaborazione, l’incontro si è svolto con l’obiettivo di intensificare la sinergia e lo scambio di esperienze tra i due paesi. Nel momento in cui la Romania si appresta ad esercitare la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea, prevista dal 1 gennaio al 1 giugno 2019, il ministro Bonafede ha manifestato la massima disponibilità ad offrire il contributo del Ministero della Giustizia.

stretta di mano tra i due Ministri della Giustizia

Nel definirsi alleati importanti, i due ministri hanno ribadito il reciproco impegno verso una maggiore fluidità nelle procedure di trasferimento dei detenuti, tema da tempo nell’agenda della politica del nostro paese e in linea con il principio, riconosciuto a livello internazionale, di facilitare l’esecuzione della pena nel paese d’origine per favorire il reinserimento sociale del condannato.

Leggi anche: La cooperazione giudiziaria tra Italia e Albania si rafforza Incontro Bonafede – Gjonaj
Al centro del cordiale colloquio, grande rilevanza anche alla tutela dei minori, alla costituzione dell’Ufficio del Procuratore Europeo e all’ampliamento delle competenze di EPPO ai crimini di terrorismo, quale efficace risposta giudiziaria transnazionale alla crescente minaccia, e alla ricostituzione della figura del magistrato di collegamento.
Altro punto di confronto, in conclusione, l’adozione degli strumenti normativi proposti dalla Commissione sull’e-evidence rispetto ai quali si auspica la messa a punto di un meccanismo giudiziario della prova elettronica il più possibile agile e spedito.

la visita al Carcere di Rebibbia

Nella mattinata la delegazione è stata accompagnata dal Sottosegretario Vittorio Ferraresi, insieme al capo DAP Basentini in visita al carcere di Rebibbia.

La delegazione ha attraversato le diverse aree dell’istituto, dalle sezioni a quelle dedicate alle attività’ lavorative fra cui il call center per le prenotazioni di prestazioni mediche del bambino Gesù di Roma e le cucine per la preparazione dei pasti destinati alla distribuzione nelle mense dei bisognosi dei municipi più’ in difficoltà della capitale.
Il Ministro ha espresso poi il suo plauso per il sistema di videoconferenza all’avanguardia che permette ai detenuti di partecipare ai processi senza aggravio di costi e pericoli per la sicurezza.
È stata una giornata molto intensa che ha rafforzato le attività’ di cooperazione fra i nostri paesi, anche in vista della prossima presidenza europea della Romania.

Fonte: Polizia Penitenziaria

Nessun commento:

Posta un commento