La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

domenica 21 ottobre 2018

Gli scout Aisa incontrano il Presidente della Romania in Campidoglio

I ragazzi e i membri della comunità avventista hanno partecipato all’incontro di Klaus Iohannis con la sindaca di Roma, Virginia Raggi, e la diaspora romena in Italia.

La chiesa avventista romena della capitale è stata invitata a partecipare all’incontro tra il presidente della repubblica romena, Klaus Iohannis, e la sindaca di Roma, Virginia Raggi, tenuto il 16 ottobre nella sala Esedra dei Musei Capitolini, in Campidoglio.

“Abbiamo pensato di portare il gruppo degli scout Aisa della nostra comunità” ha affermato Cornelio Benone Lupu, pastore della chiesa avventista romena di Roma “Il presidente della Romania è stato contento di vederli e alla fine si è avvicinato a loro e li ha ringraziati di essere lì”.

“I nostri ragazzi” ha riferito Bianca Stoian, della comunità avventista romena “hanno dato testimonianza, anche se indiretta, assistendo in prima fila e ricevendo i complimenti del presidente per la loro allegra divisa”.

In Italia per una visita di stato (la prima dopo 45 anni), organizzata in occasione del Centenario della Grande Unione dei Principati Romeni, Klaus Iohannis ha incontrato il presidente Sergio Mattarella, i presidenti di Camera e Senato, il premier Conte, gli imprenditori e la sindaca di Roma. Ma non ha voluto rinunciare a trascorrere alcuni momenti con la diaspora romena.

Durante l’incontro in Campidoglio, il gruppo Aisa ha donato un Atlante della Bibbia al presidente romeno e alla sindaca capitolina.

“Sono stato favorevolmente colpito dal discorso molto gentile di Virginia Raggi e dalla sua disponibilità verso la comunità romena”, ha commentato il past. Lupu “Mi ha colpito anche la cordialità dello staff diplomatico e la disponibilità del presidente romeno afarsi fotografare e a fermarsi a parlare tra la gente (oltre ai romeni vi erano anche diversi italiani). Penso che abbiamo lasciato un segno positivo come chiesa e come comunità etnica”.

Infine, i ragazzi dell’Aisa e il loro animatore sono stati intervistati dalla radio presente all’evento.

Fonte:Notizie Avventiste

Nessun commento:

Posta un commento