La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

martedì 18 dicembre 2018

I due autori dei Castelli:I libri degli scrittori Aldo Onorati e Armando Guidoni tradotti anche in romeno

Non è usuale che in Romania siano pubblicati libri derivanti dalla traduzione in rumeno di testi italiani. Il fatto è ancora più inusuale se si parla, poi, di due libri di autori castellani: il libro di poesie di Armando Guidoni “Stropi de emotii” (Gocce di emozioni) edito da Controluce e il saggio di Aldo Onorati Scrisoare pentru tata, edito da Editura Craiova, traduzione dell’originale in italiano Lettera al padre edito da Edizioni Controluce.

Il traduttore e curatore di “Gocce di emozioni” di Guidoni e di “Lettera al padre” di Onorati è il prof. George Popescu, docente di Italiano all'Università di Craiova in Romania, traduttore di Pasolini e Moravia, Montale e Ungaretti etc., nonché autore egli stesso di importanti saggi critici sui detti poeti. Il prof. George Popescu, italianista di grande autorità, ha già iniziato un lavoro di divulgazione dei libri anche a Craiova.

Armando Guidoni è editore (Controluce è la sua Casa) e ricercatore dell’Enea (ha pubblicato di recente “Verso il Robot sapiens: un approccio umanistico alla cibernetica”. Egli è tradotto per la prima volta e sta riscuotendo un interesse da parte della critica piuttosto significativo, il che conferma il successo che il suo libro ha avuto in Italia, tanto che alcune sue liriche sono state inserite nell'antologia del Convegno “La poesia e l'Europa” curata dalla Società Dante Alighieri nella persona del prof. Gianni Di Peio presidente del Comitato di Roma della Dante.

Aldo Onorati non è nuovo alle traduzioni delle sue opere all'estero, specie in Romania, dove i suoi libri sono conosciuti da molti anni, cominciando con la pubblicazione a Craiova di “Iubire blastematà” (Amore sacrilego), poi di una raccolta di liriche scelte, quindi con “Viata în farame” (Nel frammento la vita) e ora con “Scrisoare pentru tata” (Lettera al padre). Questi due libri non sono un fatto a sé stante, ma fanno parte di un progetto linguistico della editrice Controluce di Monte Compatri che, dopo l'esperienza del volume “La poesia e l'Europa”, si sta estendendo non solo in campo nazionale ma internazionale (si è in via di pubblicazione in Francia di alcune opere edite da questa Casa).

Nel contempo, si stanno organizzando incontri con le scuole (che auspichiamo si ripetano in tutti i Castelli Romani) al fine di rendere attiva l'integrazione con altri popoli, al presente con i Romeni, numerosissimi nei nostri luoghi. I due libri possono, infatti, dare un sostegno didattico per l'apprendimento del romeno da parte della seconda generazione di ragazzi e dell’italiano per i loro genitori. Per gli studenti questo servirà a perfezionare la nostra lingua; per gli adulti a conoscerla se ancora non la possiedono agevolmente.

Fonte:Il Caffè Tv

Nessun commento:

Posta un commento