La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza da casa.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate!

mercoledì 13 febbraio 2019

Muore a 43 anni: tradito dall'auto in curva, stava andando al lavoro

L'incidente alle 5 a Tavarnelle, quando ancora era buio: vittima un romeno innamorato di Cortona. Tra le ipotesi anche il passaggio di un animale sulla strada

di Massimo Pucci

Valeriu Ciochinica

Arezzo, 12 febbraio 2019 - Stava per entrare in turno come ogni lunedì mattina, ma il suo viaggio si è interrotto alle curve fra Tavarnelle e Mezzavia nel comune di Cortona, a metà strada fra la sua abitazione e il posto di lavoro. C’è dolore fra i familiari e i colleghi di Valeriu Ciochinica, 43 anni, morto in un incidente in uno dei tratti più pericolosi della regionale Umbro Casentinese. La sua è uscita di strada in corrispondenza di una delle curve poco prima di un conosciuto frantoio.

L’episodio è accaduto intorno alle cinque, quando era ancora buio: a quell’ora Valeriu era atteso in fabbrica alla Menci di Montecchio Vesponi. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, la Alfa 159 aveva passato tutti i «curvoni» della 71, è stata fatale l’ultima svolta prima del rettilineo che porta a Mezzavia. È in questa fase che l’auto è finita fuoristrada andando a sbattere nell’argine del fossato. Iimpatto è stato fatale per il romeno.

È stato un passante a chiamare il 118, sul posto è intervenuta l’automedica e l’ambulanza del 118 della Fratta. Ciochinica è stato estratto dal veicolo dai vigili del fuoco di Tavarnelle. I sanitari hanno allertato Pegaso, ma il quarantenne è morto durante i tentativi di rianimazione. Da un primo riscontro sull’asfalto non sembrano esserci tracce di frenata. Quello di Cortona è il primo incidente mortale del 2019 in provincia e non è un caso che il teatro della tragedia sia stata la strada 71, quella dove si verifica il più alto numero di scontri, triste primato dovuto anche al traffico intenso.

L’incidente è accaduto in un tratto che non permette distrazioni, anche se non si può escludere che il romeno sia finito fuori strada per evitare un animale oppure a causa di un malore. Mentre la parte a sud di Camucia ha visto la creazione di una nuova variante ed è in progettazione anche il tratto Vallone-Pietraia fino alla Perugia-Bettolle, ancora nell’agenda delle opere pubbliche non c’è di previsione alternativa alla 71 a nord di Cortona.

I progetti precedenti al fallimento del Comune di Castiglion Fiorentino prevedevano una nuova strada daMontecchio all’ospedale della Fratta. Il crack del municipio fece dirottare le risorse previste dalla Regione nel 2010, tuttavia questo tratto sarebbe destinato a rimanere tale, perché eventuali nuove strade dovrebbero riguardare il collegamento fra Castiglion Fiorentino e l’ospedale della Fratta e da qui verso Cortona, attualmente infatti il presidio sanitario della vallata è in balìa della strade provinciali. Ancora da stabilire la data e il luogo dei funerali di Valeriu Ciochinica, l’uomo viveva a Camucia da molto tempo, lascia una compagna e un bambino di 3 anni.

Fonte: La Nazione

Nessun commento:

Posta un commento