Online dal 2008, con informazioni utili, in italiano e romeno, per i romeni che vivono in Italia. Online din 2008, cu informaţii utile, în română şi italiană, pentru românii care trăiesc în Italia.

La comunità romena si incontra e si racconta attraverso storie quotidiane, punti di vista, fatti di cronaca, appuntamenti e novità, per non dimenticare le radici e per vivere meglio la distanza dal paese natale.
Informazioni utili per i romeni che vivono in Italia, per conoscere le opportunità che la realtà circostante offre e divenire cittadini attivi.

Comunitatea Românească în Italia

Locul unde comunitatea românească se regăsește zilnic în știri, noutăți, mărturii, informații și sfaturi, pentru a nu uita rădăcinile și a trăi mai bine departe de țara natală. Informații utile pentru românii care trăiesc în Italia, despre oportunitățile pe care le oferă realitatea din jur și pentru a deveni cetățeni activi.

Bun găsit pe site! Benvenuto!

Comentează articolele publicate! Commenta gli articoli pubblicati!

sabato 6 luglio 2019

Roma: Gabriella, colf rumena rimuove i rifiuti in strada

Roma: Gabriella, colf rumena rimuove i rifiuti in strada. Ora rischia una multa
di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 4 luglio 2019
(foto Ansa)

ROMA – Gabriella è una colf romena di 34 anni che vive a Roma da quando è appena maggiorenne. Come racconta il Corriere della Sera che pubblica anche una foto, la donna è scesa in strada e si è messa a ripulire il marciapiede su cui sono posizionati dei cassonetti, inserendo i sacchi della spazzatura all’interno dei raccoglitori vuoti che si trovano sotto la finestra di Gianfranco Maiotti, un pensionato di 74 anni per cui Gabriella lavora, che vive in zona Conca d’Oro.

La donna si è armata di scopa, mascherina e guanti e al termine del “lavoro” si è messa a lavare la strada con tanto di pompa dell’acqua. Per questo ora rischia una multa per aver bagnato il suolo pubblico. Una beffa alla quale non vuole neanche pensare: “Sarebbe il colmo. Ma se i cittadini fossero più attenti, non ci troveremmo in questa situazione” spiega Gabriella.

“Ho trovato i rifiuti davanti al portone. Allora ho detto basta: stavolta ci penso io” ha spiegato la donna che ha agito intorno a mezzogiorno di mercoledì 3 luglio.

5 x 1000
“I cassonetti erano vuoti, ma attorno c’era di tutto” spiega la 34enne che aggiunge: “Una cosa del genere a Bucarest non l’ho mai vista. Tutti si lamentano, ma nessuno fa nulla. Voglio bene al mio datore di lavoro. Vive al primo piano e aveva i rifiuti dentro casa”.

Il signor Maiotti non era a conoscenza della trovata della colf ed ha spiegato che Gabriella “ha fatto tutto da sola”. La diretta interessata minimizza: “È stata solo deformazione professionale. E poi vedere la città così mi rattrista. Mi sono accorta come in pochi facciano la raccolta differenziata. In Romania scatterebbero delle sanzioni. Tengo all’Italia. Non so di chi siano le colpe, di politica non me ne intendo”.

Quello che sta accadendo in questi giorni nella Capitale è che spesso i cumuli di spazzatura si trovano accanto a dei contenitori vuoti. L’Ama, la municipalizzata che raccoglie e tratta i rifiuti a Roma, svuota i contenitori dei rifiuti con dei camion molto grandi. La persona a bordo è spesso solo una e si limita ad azionare lo svuotamento dei cassonetti che avviene in modo meccanico.

Intanto, per far fronte a quella che sembra ormai una vera e propria emergenza denunciata anche da Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria che ha ammesso come “ci sia un pericolo per la salute”, la Regione ha incontrato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ed ha messo in campo una road map per pulire la città in due settimane. La mossa ha di fatto commissariato l’Ama, giudicata dalla regione guidata da Nicola Zingaretti non in grado ormai di ripulire la città in tempi brevi.

Fonte: Corriere della Sera

Nessun commento:

Posta un commento